in

La Dodda a Villetta Barrea: l’antica tradizione del trasporto del corredo nuziale

Dodda villetta barrea corte corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Se devi ancora scegliere una meta dove trascorrere l’estate, ti consiglio senza dubbio il Parco Nazionale d’Abruzzo e, in particolar modo, il borgo di Villetta Barrea.

Le buone ragioni per trascorrere l’estate a Villetta Barrea sono molte: le temperature sono miti, si respira aria buona (e, soprattutto, fresca!), la natura è lussureggiante, si possono fare numerose escursioni in montagna e ci si può rilassare al sole sulle rive del limitrofo Lago di Barrea.

In aggiunta a ciò, in estate a Villetta Barrea viene rievocato il corteo antico della “Dodda“, in passato organizzato in occasione del trasporto del corredo nuziale della sposa a casa del futuro consorte prima della celebrazione ufficiale del matrimonio.

La rievocazione della Dodda vede la partecipazione di numerosi figuranti con indosso il costume tradizionale di Villetta Barrea che trasportano, imitando tradizioni e gesti un tempo consolidati, il corredo nuziale antico.

Il corteo parte dal rione Castello, nella parte alta di Villetta Barrea, e si snoda per i vicoli storici del borgo, prima di raggiungere la Piazza Fratelli Virgilio dove il corredo nuziale viene esposto al pubblico in una piccola mostra.

Villetta Barrea: la tradizione del trasporto del corredo nuziale

A Villetta Barrea in passato il corteo che “accompagnava” la Dote della sposa (detta “Dodda”) dalla casa dei genitori a quella dello sposo era un momento di festa ma anche un’ostentazione della ricchezza delle famiglie coinvolte.

Circa 10 giorni prima del matrimonio vero e proprio, le donne della famiglia della sposa e le amiche più intime si occupavano di trasportare la Dote della futura sposa nell’abitazione coniugale.

Il trasporto della Dodda avveniva nella forma di un corteo composto esclusivamente da donne. Queste sfilavano in un ordine protocollare per tutte le vie del borgo, vestite a festa, trasportando in testa materassi, coperte, asciugamani, lenzuola, camicie da notte, abbigliamento intimo e, talvolta, gli ori di famiglia, mentre tutt’intorno gli abitanti del paese partecipavano alla celebrazione con festose “grasce” (lanci benaugurali di monetine e confetti).

L’importanza della Dote della sposa nei matrimoni di una volta

In passato il matrimonio (molto più che oggi) era un contratto tra due famiglie prima che il coronamento dell’amore di due giovani.

Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Il corteo del trasporto del corredo nuziale per molte famiglie (soprattutto per quelle benestanti) era l’occasione di ostentare le proprie ricchezze materiali e per rimarcare il proprio status sociale all’interno del paese.

I beni materiali appartenenti alle due famiglie, presto unite dal legame indissolubile del matrimonio, dovevano essere tutelati. Per tale ragione non di rado (soprattutto tra le famiglie di ceto sociale più elevato) prima delle nozze veniva messo per iscritto un elenco dei beni posseduti dalla sposa, cioè la Dote o “Dodda“).

Dodda villetta barrea corte corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Questo documento veniva consegnato alla famiglia dello sposo come una sorta di garanzia e, una volta conclusa la festa, tale elenco veniva controllato con meticolosa attenzione, per constatare se fosse corrispondente o meno alla realtà.

Anche in assenza del contratto scritto, la Dote della sposa era importantissima e sono numerose le tradizioni popolari che traggono origine dall’atto di “mostrare” a tutto il paese l’entità dei beni posseduti dalla futura sposa e la ricchezza della Dote.

La Dodda: rituali collegati al trasporto del corredo nuziale

L’ordine in cui le donne sfilavano durante il corteo nuziale era il seguente: nelle prime posizioni guidavano il corteo la madrina di battesimo e le parenti più strette della sposa, con in testa i materassi in lana.

Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Subito dopo sfilavano, sempre in ordine di parentela, le donne con i cuscini, le coperte e i cassetti del comò contenenti le lenzuola. Seguivano parenti ed amiche con i cesti contenenti le camicie da notte, l’abbigliamento intimo, le tovaglie, le asciugamani e tutto il resto.

Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

L’arrivo del corteo nella casa del futuro sposo veniva celebrato dalla suocera con un’altra “grascia” e con la deposizione di un regalo di buon augurio per la nuova coppia all’interno dei materassi.

La giornata si concludeva con la preparazione della camera degli sposi e con una festa a suon di musica e di balli.

Alcune delle tradizioni antiche del corteo nuziale sono ancora in uso a Villetta Barrea dove ad esempio, prima di ogni matrimonio, le amiche e le parenti più strette della sposa si recano nella casa coniugale per preparare la camera degli sposi e, in particolare, il letto nuziale.

Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Se vuoi partecipare alla rievocazione del corteo del trasporto del corredo nuziale antico, devi recarti a Villetta Barrea alla fine di Agosto di ogni anno. La Dodda è uno degli eventi cardine dell’estate villettese e non puoi perdertelo.

Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti Dodda villetta barrea corteo corredo nuziale dote matrimonio eventi tradizioni estate parco nazionale d abruzzo cosa fare vedere visitare luoghi posti

Ringrazio Stefania per l’aiuto nel reperimento delle informazioni storiche sulla tradizione della Dodda a Villetta Barrea.

Written by Lucia D'Addezio

Viaggiatrice seriale, fotografa per passione e scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella sua borsa sono: un fornito beauty case, la sua fedele macchina fotografica, carta e penna.

24 Comments

Leave a Reply
  1. Anche in Sardegna, nei paesi dell’entroterra, le donne di una certa età usano mettere delle cose in testa (tipo i cestini). E’ un’immagine che mi fa pensare al passato, eppure queste usanze sono vive ancora oggi in molti paesini dell’Italia.

  2. Anche in sicilia sono molto vive e sentite queste tradizioni: il corredo preparato con largo anticipo, la partecipazione di tutta la comunità (specie nei piccoli paesi) solo per citarne alcuni.
    Davvero belle e comunicative queste immagini.

  3. Che particolare questa tradizione del trasporto del corredo, sarebbe bello se oggi ci fosse ancora e si tornasse un po’ alla genuinità dei bei tempi andati. E’ sicuramente un posto da visitare per fare un tuffo nel passato e godere di tradizioni a noi giovani, ahimè, sconosciute…

  4. Certi rituali non dovrebbero essere abbandonati e i tuoi post mi portano indietro nel tempo in maniera meravigliosa anche se mi provocano nostalgie. Da me ormai certe cose non si usano più.

  5. Non avevo mai sentito parlare di Villetta Barrea nè di questo corteo nuziale della Dodda, Dev’essere molto bello da vedere. Assomiglia al matrimonio Selargino, in Sardegna, dove si porta con il carro la dote della sposa. Sono usanze molto suggestive, eventi da vedere assolutamente, grazie!

    • Ciao Rosy, non conoscevo il matrimonio Selargino ma mi hai incuriosito e sono andata a leggere qualcosa. Splendido! Spero di andarci prima o poi. Ho visto le foto dei costumi tradizionali indossati durante questo rito: a dir poco meravigliosi!

  6. Bellissime foto e splendida manifestazione. Adoro l’Abruzzo ma questo evento della Dodda mi manca. Magari quest’estate ci faccio una visitina. 😉

  7. Mi piace leggere il tuo blog, leggere dei luoghi poco conosciuti da visitare in Italia (e nel mondo) e sopratutto di queste splendide tradizioni. Alcune per fortuna non muoiono mai! Quando perdiamo una tradizione, dimentichiamo un po’ anche quello che eravamo e che siamo oggi.

  8. ..a me piace tantissimo l’Abruzzo.. ci sono dei luoghi da visitare davvero molto particolari e ancora legati ad antiche tradizioni…come questa per l’appunto.. è troppo bella questa celebrazione… anche nel mio paesino veniva celebrata una cosa del genere poi, man mano negli anni, è andata a scemare.. ma secondo me un vero peccato!!!! bellissime anche le foto!!!

  9. Anche in Sicilia sono vive molto di queste tradizioni legate al matrimonio, soprattutto nei paesi più piccoli. Molto particolare la tradizione del corredo nuziale per trasportare la Dote. Spledide le foto!

  10. Ogni volta sul tuo blog trovo tradizioni magiche e luoghi bellissimi da visitare. I tuoi consigli sono sempre preziosi, soprattutto per me che amo le mete di vacanza alternative e poco conosciute.

  11. Un articolo molto interessante. Non avevo mai sentito parlare dei cortei nuziali ma ho letto con attenzione e curiosità sia quello sulla Dodda di Villetta Barrea che quello su Scanno e il Catenaccio. Spero di poter visitare questi luoghi al più presto.

  12. Le tradizione antiche e la cultura di ogni popolo vanno mantenute e rivissute anche nella modernità, per capire da dove veniamo. Villetta Barrea deve essere un luogo davvero magico e la Dodda è di certo un evento da non perdere.

  13. E’ veramente interessante leggere di queste tradizioni quasi dimenticate. Da noi non ci sono, ma mi piace partecipare a rievocazioni ed eventi di questo genere. Terrò bene a mente la Dodda nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Non si sa mai che riesco ad andarci!

  14. Fantastico posto, Villetta Barrea, nel verde dell’Abruzzo. Ci sono stata ma non in estate, quindi non ho potuto vedere il rituale del trasporto del corredo nuziale in sfilata. Peccato!

  15. Brava Lucia! Bellissimo articolo! Questo blog lo trovo interessantissimo. Ci faccio un giro e mi faccio venire qualche idea per girare… magari in moto.. 🙂

  16. Continuo ad adorare il tuo blog, post dopo post. Luoghi da vedere, tradizioni antiche e cultura… Sei il mio guru in ambito di viaggi! Leggere di queste tradizioni ormai perdute mi fa un po’ di tenerezza, sarebbe bello mantenere le antiche usanze anche al giorno d’oggi ma so che non sempre è facile.

  17. E’ pazzesca l’usanza antica della Dodda che hai riportato in questo articolo! Mi ha lasciata davvero senza parole, soprattutto per l’ostentazione della ricchezza tanto importante in passato da far sfilare le donne di famiglia con tutti gli averi della sposa! Comunque dev’essere bellissimo assistere ad una manifestazione del genere: i figuranti nei loro costumi ti riportano immediatamente indietro nel tempo!

  18. Questo post e bellissimo, mi fa pensare alla mia amata sardegna.. qui si usa ancora fare i matrimoni tradizionali, con il tipico vestito sardo, e con tutte le sue usanze.. Bella la tradizione del corredo nuziale. Qui da me ce ne sono diverse collegate al matrimonio, come in molte altre parti d’Italia. Questo era uno dei momenti più importanti della vita nei paesini, una festa da celebrare con grande partecipazione e con mille tradizioni!

  19. Davvero una manifestazione bella, che fa rivivere gli anni passati delle nostre nonne.. adesso si è un pò persa questa cosa di fare il corredo e di festeggiare il matrimonio come se fosse l’evento più importante della vita. Beh, prima ci si sposava una sola volta, per sempre. Oggi purtroppo non è più così e anche la celebrazione delle nozze ha perso il suo fascino antico.

  20. Un evento emozionante per noi che non abbiamo vissuto queste tradizioni, ma le abbiamo sentire raccontare dalle nonne. Mi è piaciuta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.