in

Villetta Barrea: 20 cose da vedere in paese e nei dintorni

COSA FARE A VILLETTA BARREA. 20 cose da fare e vedere a Villetta Barrea, il “borgo dei cervi”, nel Parco Nazionale d’Abruzzo.

Adagiato ai piedi del Monte Mattone e bagnato dal Lago di Barrea, il borgo di Villetta Barrea è la destinazione ideale per una vacanza a contatto con la natura in Abruzzo. Se stai organizzando una visita al Parco Nazionale d’Abruzzo e non sai cosa fare e vedere, leggi la mia guida sulle 20 cose che non puoi assolutamente perdere a Villetta Barrea.

Villetta Barrea: dove si trova e come arrivare

Villetta Barrea è un borgo montano incastonato tra le montagne nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Si trova a breve distanza da Pescasseroli (20 minuti) e da Castel di Sangro (35 minuti). Puoi facilmente raggiungere Villetta Barrea in auto con un viaggio di 2 ore e mezza da Roma, 2 ore da Pescara, 2 ore da Napoli e 3 ore da Foggia.

Sei pronto a partire? Metti Villetta Barrea come destinazione del tuo navigatore, sali in macchina e raggiungi questo piccolo paradiso tra le montagne abruzzesi. Per visitare Villetta Barrea puoi scegliere di pernottare per qualche giorno in paese oppure soggiornare nei paesi circostanti e spostarti in auto. I principali centri del Parco Nazionale d’Abruzzo (Pescasseroli, Opi, Villetta Barrea, Civitella Alfedena e Barrea) sono molto vicini tra loro ed è comodo spostarsi da un paese all’altro in macchina: bastano poche decine di minuti.

Villetta Barrea: cosa fare e vedere

  1. Fonte della Regina
  2. Torre e Rione “Castello”
  3. Palazzi gentilizi di Via Benedetto Virgilio
  4. Palazzo Fontana
  5. Chiesa di Santa Maria Assunta
  6. Palazzo del Municipio
  7. Chiesa di San Rocco
  8. Piazza Fratelli Virgilio
  9. Piazza Dorotea e Torre dell’orologio
  10. Passeggiata pedonale lungofiume
  11. Cabina elettrica dipinta
  12. Tre pizzi
  13. Area pic-nic sul Lago di Barrea
  14. Cappella di San Michele Arcangelo
  15. Pineta Zappini e Cannone
  16. Centro Visita Daini
  17. La Spiaggetta
  18. Escursioni e passeggiate a Villetta Barrea
  19. Cervi a Villetta Barrea
  20. Villetta Barrea sotto la neve

1. Fonte della Regina

Iniziamo con un po’ di storia. Secondo teorie abbastanza plausibili, Villetta Barrea trarrebbe origine dagli insediamenti in queste zone di popolazioni italiche. Le ipotesi sulle origini antiche di Villetta Barrea (epoca italica) sono avvalorate dalla presenza di mura megalitiche ancora parzialmente visibili nei pressi della Fonte della Regina, situata appena fuori del paese in direzione di Opi. Se riesci a individuare la Fonte della Regina (è un po’ nascosta ma non è difficile) dai un bel sorso dell’acqua purissima che sgorga dalla sorgente: ti sentirai subito rigenerato!

2. Torre e Rione “Castello”

Il centro abitato di Villetta Barrea per come lo conosciamo oggi risale al Medioevo. A questo periodo storico è riconducibile l’antica Torre del castello, databile alla metà del XV secolo. Il castello di Villetta Barrea, che un tempo dominava la vallata, oggi non esiste più e la Torre medievale è una delle poche testimonianze arrivate sino a noi della sua presenza.

La Torre medievale, recentemente restaurata, si trova nella parte alta del paese, in quello che è il centro storico di Villetta Barrea, rione ancora oggi conosciuto dagli abitanti del posto con il nome di “Castello”.

Torre medievale (Villetta Barrea)
Torre medievale (Villetta Barrea)

3. Via Benedetto Virgilio e vicoli

Tra le cose da vedere a Villetta Barrea ci sono diversi palazzi gentilizi risalenti a un periodo che va dal XVI secolo al XIX secolo e riconoscibili per i ricchi decori sui portali e sulle facciate, per la presenza degli stemmi delle famiglie a cui appartenevano e per le architetture raffinate che li caratterizzano. Edificati su commissione di ricche famiglie borghesi, i palazzi gentilizi più belli di Villetta Barrea si trovano lungo Via Benedetto Virgilio.

Non limitarti a percorrere la strada principale del paese ma perditi tra i vicoli di Villetta Barrea, per scoprire gli angoli nascosti e meno conosciuti del centro abitato.

Via Benedetto Virgilio (Villetta Barrea)
Via Benedetto Virgilio (Villetta Barrea)

4. Palazzo Fontana

Tra i palazzi gentilizi degni di menzione spicca il Palazzo Fontana, di epoca cinquecentesca, con un elegante portale decorato con la statua di San Michele Arcangelo. Sulla facciata del palazzo si aprono graziose bifore e trifore, ancor più pittoresche quando sono “arricchite” dalla presenza di vasi fioriti. Nei pressi del Palazzo Fontana si trova un’antica fontana in pietra con mascheroni decorativi datata 1925.

Palazzo Fontana (Villetta Barrea)
Palazzo Fontana (Villetta Barrea)

5. Chiesa di Santa Maria Assunta

La Chiesa di Santa Maria Assunta è la chiesa madre di Villetta Barrea. L’edificio attuale risale al 1927 ed è una ricostruzione della preesistente chiesa parrocchiale, danneggiata dal terremoto del 1915 e in seguito demolita. Appartengono alla vecchia chiesa il portale in pietra settecentesco, un organo ligneo e l’altare barocco oltre ad alcuni arredi e dipinti d’epoca. La Chiesa di Santa Maria Assunta attuale sorge su Via Scanno, in un luogo diverso dalla collocazione della chiesa più antica. Puoi visitarla percorrendo la strada che da Villetta Barrea sale verso Passo Godi e Scanno.

Chiesa di Santa Maria Assunta (Villetta Barrea)
Chiesa di Santa Maria Assunta (Villetta Barrea)

6. Palazzo del Municipio

Una delle cose da vedere a Villetta Barrea è il Palazzo del Municipio, di epoca settecentesca. Oggi sede del Comune di Villetta Barrea, l’ex Palazzo D’Orazio conserva ancora alcuni decori, arredi e affreschi d’epoca. Sul portale campeggia un mascherone in pietra che, come molti altri mascheroni coevi similari visibili sui portali più antichi del paese, aveva un tempo fini apotropaici.

Il Municipio di Villetta Barrea compare anche in alcune scene del film “Un mondo a parte” con Antonio Albanese e Virginia Raffaele. La pellicola è stata girata nel Parco Nazionale d’Abruzzo e ha il borgo di Opi (nel film chiamato “Rupe”) come location principale.

Per approfondire Abruzzo: tutti i luoghi del film “Un mondo a parte”

7. Chiesa di San Rocco

La Chiesetta di San Rocco, di epoca sei-settecentesca, si trova proprio accanto al Palazzo del Municipio di Villetta Barrea e può essere visitata gratuitamente. Il piccolo luogo di culto custodisce un dipinto di Filippo Canciano intitolato “Le Anime Purganti” (1752), e un antico organo ligneo del 1834 realizzato dal maestro organaro Giuseppe Mascia di Agnone. All’interno della Chiesetta di San Rocco si trova anche una pregevole statua lignea di San Michele Arcangelo del 1525.

Statua di San Michele Arcangelo, Chiesa di San Rocco (Villetta Barrea)
Statua di San Michele Arcangelo, Chiesa di San Rocco (Villetta Barrea)

 

8. Piazza Fratelli Virgilio

La Piazza dedicata ai Fratelli Virgilio è una delle più fotografate di Villetta Barrea per la presenza di una fontana decorata con statue degli animali del Parco Nazionale d’Abruzzo. I fratelli Mario e Arturo Virgilio, ai quali è intitolata la piazza, persero la vita nel 1944 mentre lavoravano alla bonifica del territorio villettese dalle mine tedesche.

Piazza Fratelli Virgilio (Villetta Barrea)
Piazza Fratelli Virgilio (Villetta Barrea)

9. Piazza Dorotea e Torre dell’orologio

Un’altra piazza da vedere a Villetta Barrea si trova ad appena pochi passi da Piazza Fratelli Virgilio. Il paese è piccolo e le attrazioni principali sono tutte raggiungibili a piedi in pochi minuti. Attorno a Piazza Leonardo Dorotea si trovano alcune attività (bar, edicola, parrucchiere, ristorante) e qui ci si reca per fare un aperitivo, bere un caffè e fare quattro chiacchiere all’aria aperta. Da Piazza Dorotea puoi imboccare la Passeggiata pedonale che costeggia il Fiume Sangro, uno dei luoghi più belli di Villetta Barrea.

10. Passeggiata pedonale lungofiume

La Passeggiata pedonale lungofiume è una delle cose da vedere a Villetta Barrea. Può essere percorsa in parte o per intero, a seconda di quanta voglia hai di camminare. In Estate questo è il luogo perfetto dove trovare refrigerio e trascorrere qualche momento di tranquillità.L’acqua del Sangro è talmente limpida che è facile scorgere le Trote.

Lungo la Passeggiata pedonale ci sono diverse panchine dove è possibile sedersi a riposare o leggere un libro. Imboccandola dalla zona di Piazza Dorotea, puoi percorrere la Passeggiata lungofiume fino al cosiddetto “Baretto”, in zona “Tre pizzi”, oppure proseguire fino a raggiungere il Bar Ristoro Cantaplura e le sponde del Lago di Barrea.

Passeggiata pedonale (Villetta Barrea)
Passeggiata pedonale (Villetta Barrea)

11. Cabina elettrica dipinta

Percorrendo la Passeggiata pedonale lungofiume ricordati di fare una tappa nella zona del Museo dell’Acqua, raggiungibile attraversando un ponticello in legno. Qui si trova il vecchio mulino di Villetta Barrea e alcune turbine parte dell’antica centralina idroelettrica: le turbine risalgono alla prima metà del Novecento.

Di fronte al Museo dell’Acqua potrai vedere anche una delle cabine elettriche dell’Enel decorato con i murales dell’artista Nico Unusual Art Italy nell’ambito del progetto “Cabine da Favola”. La più famosa di queste cabine dipinte è senza dubbio quella di Civitella Alfedena dedicata al Lupo. La “Cabina da Favola” di Villetta Barrea è ispirata alla storia di Biancaneve e non poteva che ritrarre dei cervi.

Villetta Barrea (Abruzzo) | Luoghi del film "Un mondo a parte"
Murales, Villetta Barrea (Abruzzo)

12. Tre pizzi

Giunto in corrispondenza dell’incrocio noto come “Tre Pizzi” ti troverai nel punto dove si incontrano le tre strade che permettono di arrivare a Villetta Barrea: la strada che viene da Pescasseroli, la strada che scende da Scanno e la strada che arriva da Barrea. Qui si trovano la Villa comunale del paese, il parco giochi per i bambini, la Pro Loco con il punto di informazioni turistiche e il “Baretto” (uno dei bar del paese).

Tre Pizzi (Villetta Barrea)
Tre Pizzi (Villetta Barrea)

13. Area pic-nic sul Lago di Barrea

Dall’incrocio di “Tre Pizzi” ti basterà seguire a piedi la strada carreggiabile per raggiungere il Bar Ristoro Cantaplura con la limitrofa area pic-nic ad accesso gratuito. L’area pic-nic di Villetta Barrea è dotata di tavoli, panche, aree preposte alle grigliate e giochi per bambini. Qui puoi fare un pic-nic e rilassarti a pochi metri dalle rive del Lago di Barrea.

Ricordati di comportarti in maniera civile, di non danneggiare l’area pic-nic e di non lasciare dietro di te immondizia e sporcizia. I turisti che abbandonano sacchi dei rifiuti, bottiglie, piatti e bicchieri di plastica usati e pannolini sporcando l’area pic-nic sono una triste realtà nel periodo di alto afflusso turistico. Come ci si possa comportare in maniera così disgustosa e incivile proprio nel Parco Nazionale d’Abruzzo, una delle zone naturali protette più antiche d’Italia, è per me un mistero ma tant’è… i maleducati e i sudicioni sono dovunque e ci tengono a farsi riconoscere!

14. Cappella di San Michele Arcangelo

Se sei appassionato di arte e se ti piaccio i luoghi insoliti, ti consiglio di visitare il cimitero di Villetta Barrea. Si, hai capito bene! Nel cimitero di Villetta Barrea potrai ammirare la cappella della chiesetta di San Michele, riccamente affrescata con scene dell’Annunciazione e della Crocifissione. La chiesetta del cimitero un tempo era parte del più esteso Monastero di Sant’Angelo in Barreggio: il monastero benedettino settecentesco di Villetta Barrea è purtroppo andato distrutto. Si è salvata dalla distruzione solo la piccola cappella della chiesa di San Michele,un piccolo gioiello di Villetta Barrea sconosciuto ai più.

15. Pineta Zappini e Cannone

Personalmente consiglio a tutti i turisti che visitano Villetta Barrea di non rinunciare a fare una passeggiata nella Pineta Zappini. La Pineta secolare di Villetta Barrea è un paradiso di biodiversità popolato da numerose specie di uccelli, insetti e piccoli mammiferi che è molto facile avvistare tra gli alberi. Non credo di aver mai passeggiato nella Pineta Zappini senza vedere almeno uno scoiattolo e un picchio. Nella pineta è facile avvistare anche cervi e rapaci. I più fortunati potrebbero addirittura vedere l’orso!

Camminando lungo i sentieri che attraversano la Pineta Zappini o semplicemente facendo una passeggiata lungo la strada asfaltata che da Villetta Barrea sale verso Passo Godi potrai scoprire le meraviglie di una pineta relitta sopravvissuta all’ultima glaciazione, un vero e proprio “fossile vivente” giunto sino ai giorni nostri nel suo aspetto primordiale. Questa selvaggia pineta di pino nero di Villetta Barrea (Pinus nigra) è una delle pinete più antiche e affascinanti d’Italia. Uno dei sentieri della Pineta di Villetta Barrea conduce fino al Cannone e al Monumento ai Caduti, una bella zona panoramica dalla quale scattare qualche fotografia dall’alto al borgo sottostante e al Lago di Barrea.

Villetta Barrea (Parco Nazionale d'Abruzzo)
Pineta Zappini di Villetta Barrea (Parco Nazionale d’Abruzzo)

16. Centro Visita Daini

Uno dei luoghi da vedere a Villetta Barrea si trova lungo la strada che dal paese sale verso Passo Godi e Scanno. Accompagnato da una guida, al Centro Visita Daini potrai vedere da vicino una famiglia di daini che vive in un’area recintata e dare loro da mangiare in totale sicurezza. Si tratta di un’esperienza divertente sia per gli adulti che per i bambini.

Presso il Centro Visita Daini troverai anche un rifugio che serve bibite, snack e panini rustici davvero eccezionali! In alternativa puoi portare il pranzo al sacco e consumarlo nell’area pic-nic messa a disposizione gratuita dei visitatori.

Centro Visita Daini (Villetta Barrea)
Centro Visita Daini (Villetta Barrea)

Per approfondire Centro Visita Daini a Villetta Barrea: dove si trova e come visitarlo?

17. La Spiaggetta

Questa piccola spiaggia sul lago si trova in località “La Gravara” a Barrea. Pur non facendo parte del territorio comunale di Villetta Barrea, la cosiddetta “Spiaggetta” è facilmente raggiungibile dal centro del paese in bicicletta o in auto.

Chi ama camminare può eventualmente raggiungerla a piedi seguendo la strada asfaltata in direzione Barrea: a Luglio e Agosto lungo la strada si soffre il caldo quando il sole è alto in cielo, quindi porta con te dell’acqua e indossa un cappello se vuoi andare alla Spiaggetta a piedi da Villetta.

Presso la Spiaggetta troverai un bar-ristoro per colazioni, apertivi e pasti veloci, oltre a un lido attrezzato dove è possibile noleggiare pedalò, ombrelloni e lettini. Nel Lago di Barrea si può fare anche il bagno, prestando la dovuta attenzione.

Lago di Barrea (Abruzzo) | Luoghi del film "Un mondo a parte"
Lago di Barrea (Abruzzo)

18. Trekking e passeggiate a Villetta Barrea

Durante una vacanza a Villetta Barrea è praticamente d’obbligo fare almeno un’escursione o una passeggiata in montagna. Vuoi qualche idea per fare un trekking facile a Villetta Barrea e dintorni?

  • Puoi raggiungere il Lago di Barrea e seguire i percorsi ciclo-pedonali che costeggiano le sue sponde da entrambi i lati.
  • Una escursione molto bella da fare a Villetta Barrea è il percorso che da Decontra, la montagna che fronteggia il borgo, raggiunge la Camosciara.
  • Proprio la Camosciara, chiamata così per l’elevata presenza di Camosci appenninici, è una delle mete più belle dove fare un’escursione facile nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Alla Camosciara potrai fare escursioni a piedi e a cavallo, fare un pic-nic nella natura, noleggiare e-bike e biciclette, ammirare le suggestive cascate e rilassare il corpo e la mente circondati da scenari incantati.
  • Se non sei molto allenato, puoi passeggiare lungo la Passeggiata lungofiume che costeggia il Sangro. La Passeggiata pedonale ha diversi accessi: i principali sono accanto al ponte sul Fiume Sangro, di fronte a Piazza Dorotea e nei pressi dei “Baretto”. Percorrendo la Passeggiata pedonale lungofiume non è raro incontrare cervi e cerbiatti che brucano l’erba o si rinfrescano nelle acque del fiume Sangro.
Camosciara (Parco Nazionale d'Abruzzo)
Camosciara (Parco Nazionale d’Abruzzo)

19. Cervi a Villetta Barrea

Il borgo di Villetta Barrea è conosciuta ed apprezzata dai turisti per i simpatici cervi che non si fanno problemi a passeggiare nel bel mezzo del paese ad ogni ora del giorno. Uno di questi cervi, chiamato Oreste, particolarmente amichevole e frequente nelle sue visite nel centro di Villetta, è stato “adottato” dagli abitanti tanto da diventare la mascotte del paese.

Per questa sua singolare caratteristica, Villetta Barrea è stato soprannominato il “borgo dei cervi”. Ho raccontato nel dettaglio la storia del cervo Oreste e spiegato quali sono i luoghi migliori per avvistare i cervi a Villetta Barrea nel post: Villetta Barrea: il “borgo dei cervi” nel Parco Nazionale d’Abruzzo.

Sebbene per i turisti vedere dei cervi in libertà sbucare a sorpresa tra le macchine in transito, passeggiare in mezzo alla piazza centrale del borgo o brucare l’erba nei giardini delle case possa essere divertente ed emozionante, è bene ricordare che si tratta pur sempre di animali selvatici e che bisogna fare molta attenzione a non avvicinarsi troppo e guidare con prudenza. Per le persone del luogo i cervi sono diventati un problema perché “invadono” le strade all’improvviso e causano nei casi più gravi incidenti stradali. Nonostante la stazza imponente e il peso notevole, i cervi sono in grado di scavalcare con straordinaria agilità recinti e muri: vederli saltare per scavalcare muri e recinzioni è davvero impressionante. Entrando nei giardini privati, i cervi finiscono spesso per rovinare le piante decorative, abbattere le siepi e mangiare gli ortaggi e la frutta negli orti dei Villettesi.

In presenza di cervi è fondamentale tenere un comportamento rispettoso e cauto: non dare mai da mangiare ai cervi selvatici, non avvicinarti né agli esemplari adulti né ai cuccioli e non toccare mai i cerbiatti se li trovi nascosti nell’erba alta. Limitati a guardare i cervi di Villetta Barrea da lontano e a scattare qualche foto, possibilmente in silenzio e senza disturbarli.

Cervi in paese (Villetta Barrea)
Cervi in paese (Villetta Barrea)

20. Villetta Barrea sotto la neve

Ah, quasi dimenticavo! Una delle cose più belle da vedere a Villetta Barrea è… il borgo coperto dalla neve in Inverno. Non limitarti a visitare Villetta Barrea nella bella stagione perché quando arriva l’Inverno con le prime nevicate, il centro abitato viene pervaso da un’atmosfera unica e speciale.

Villetta Barrea in Inverno
Villetta Barrea in Inverno

Stai per visitare Villetta Barrea e il Parco Nazionale d’Abruzzo? Leggi anche:

Villetta Barrea: le escursioni più belle da fare

Pescasseroli: cosa fare e vedere

Civitella Alfedena: cosa vedere e cosa fare nei dintorni

Opi: cosa vedere nel borgo del film “Un mondo a parte”

7 cose da fare assolutamente nel Parco Nazionale d’Abruzzo

Itinerario nel Parco Nazionale d’Abruzzo: 5 borghi in 5 giorni

Cosa vedere a Villetta Barrea e dintorni: 20 luoghi da non perdere
Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

9 Comments

Leave a Reply
  1. wow… un parco così bello e pieno di angoli naturali non si può che visitare con tanto fervore… porterei volentieri i miei figli si divertirebbero tantissimo…

  2. Ma che meraviglia!!! Per un amante degli animali e della natura come me questo posto è uno spettacolo! Mi salvo nei preferiti il tuo post … in attesa dell’occasione peer visitare questo posto!

4 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

  3. Pingback:

  4. Pingback:

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.