Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Ti è piaciuto? Condividilo!

Cosa vedere a Varenna in 1 giorno? Come arrivare in auto, moto, battello o treno? Dove e cosa mangiare? Dove pernottare? Cosa fare nei dintorni? Oggi vi racconto la mia gita fuori porta da Como a Varenna, alla scoperta di questo piccolo e romantico borgo situato sul ramo orientale del Lago di Como.

Gita fuori porta sul Lago di Como: Varenna in 1 giorno

Varenna è un borghetto affacciato sul Lago di Como, molto amato dai turisti per i suoi vicoli pittoreschi, le casette colorate e l’atmosfera romantica che lo caratterizza.

E’ molto piacevole visitare Varenna in giornata partendo da Como, preferibilmente raggiungendo il borgo in battello, in modo da esplorare il paesino a piedi, fermarsi a pranzo in un ristorantino tipico e rientrare nel pomeriggio, sempre in battello.

Avete voglia di organizzare una gita fuori porta per vedere uno dei borghi più belli sul Lago di Como? Ecco cosa fare e vedere a Varenna, come arrivare in battello, treno e auto, dove fermarsi a mangiare e dove pernottare.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Centro storico (Varenna)

Come arrivare a Varenna?

Varenna è uno dei borghi più belli sul Lago di Como e si trova sulla sponda orientale del Lario, in provincia di Lecco.

Se volete visitare Varenna in giornata oppure fermarvi nel borgo per più giorni, avete a disposizione diverse opzioni per raggiungerlo.

Se potete, vi consiglio di raggiungere Varenna con il battello da Como (come ho fatto io), perché percorrerete un affascinante tratto di Lago di Como e avrete la possibilità di guardare da una prospettiva diversa i paesini che si affacciano sulle acque del Lario.

L’arrivo a Varenna visto dal battello è, poi, davvero spettacolare!

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Arrivo in battello (Varenna)

Io sono partita da Como di mattina presto con il battello diretto per Varenna.

Il battello parte dal molo situato proprio accanto alla biglietteria sul Lungo Lario Trento, di fronte a Piazza Cavour.

Potete acquistare il normale biglietto A/R per Varenna oppure, se viaggiate con dei bambini, potete usufruire della riduzione Happy Family (valida per gruppi familiari composti da almeno 2 adulti che acquistano due biglietti di libera circolazione a tariffa intera e che viaggiano con un massimo di due bambini/ragazzi tra i 4 e gli 11 anni, che hanno diritto al biglietto gratuito).

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Battello sul Lago di Como

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Viaggio in battello verso Varenna

Qui di seguito trovate la mappa delle tratte di battelli, aliscafi e traghetti del Lago di Como.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Come raggiungere Varenna in battello, traghetto o aliscafo?

Il borgo di Varenna è facilmente raggiungibile con i battelli, i traghetti e gli aliscafi che mettono in collegamento i borghi e le città principali sul Lago di Como.

Potete scegliere come punto di partenza Como, da dove partono numerose corse dirette per Varenna, senza cambi e molto comode. Alcune sono in battello (velocità normale) altre in aliscafo (corse rapide).

Il tempo di navigazione necessario per arrivare varia in base al tipo di mezzo di trasporto (normale o rapido), alle fermate previste e all’orario della corsa. Io con il battello da Como ho impiegato circa 2 ore all’andata e 2 ore al ritorno.

Se non partite da Como, in alternativa potete sfruttare i collegamenti via lago tra Varenna, Cadenabbia, Bellagio e Menaggio. Varenna è in una posizione abbastanza strategica, di rimpetto a Bellagio e a Menaggio: i tre borghi sono ben collegati e molto vicini tra loro, quindi potete approfittare di una gita fuori porta a Varenna per visitare anche gli altri paesini nella zona, spostandovi con i battelli, i traghetti o gli aliscafi.

Le biglietterie sono dislocate presso i pontili di partenza dei battelli, dei traghetti e degli aliscafi, quindi non incontrerete particolari difficoltà nell’acquistare i biglietti. L’unica raccomandazione è recarvi presso le biglietterie con molto anticipo rispetto all’orario di partenza della corsa, in particolare nei weekend e in alta stagione, perché possono formarsi file anche molto lunghe.

Su specifiche corse (verificate quali sono sul sito ufficiale) ai passeggeri è offerta la possibilità di portare a bordo il proprio veicolo, se vi occorresse spostarvi con l’auto al seguito.

Consultate il sito della Navigazione sul Lago di Como per maggiori informazioni riguardanti gli orari di partenza e di arrivo di tutte le corse via lago per arrivare a Varenna in battello, traghetto o aliscafo, i costi e le tipologie di biglietto, eventuali riduzioni , e così via.

Come raggiungere Varenna in auto o moto?

Se arrivate da Milano: vi basterà percorrere la Strada Statale 36 in direzione Monza-Lecco. Una volta arrivati a Lecco, proseguite in direzione Sondrio e uscite all’uscita “Varenna-Mandello-Abbadia Lariana” per poi immettervi sulla Strada Statale 72. Proseguite fino a Varenna.

Se arrivate da Lugano: vi basterà prendere l’uscita per Lugano Sud e proseguire verso Gandria-St. Moritz fino a giungere a Menaggio. Da qui, prendete il traghetto diretto a Varenna.

Come raggiungere Varenna in treno da Milano?

Arrivare a Varenna in treno da Milano è abbastanza semplice. Partendo da Milano Centrale, vi basterà salire su uno dei treni diretti a Tirano o a Sondrio e scendere alla fermata Varenna-Esino.

Ci sono numerose corse in partenza da Milano Centrale per Tirano e Sondrio, quasi ogni ora, e il viaggio dura poco più di un’ora.

Cosa fare e vedere a Varenna in 1 giorno

Varenna è un paesino piccolo, ma ricco di storia. Nel borgo si fondono diverse architetture e vi sono svariati luoghi di interesse da vedere. Per non parlare, poi, degli scorci suggestivi sul Lago di Como!

Ciò che, però, ha fatto di Varenna un “luogo del cuore” per tanti turisti e viaggiatori, che la visitano in ogni periodo dell’anno e spesso vi tornano di nuovo dopo esserci già stati, è l’atmosfera romantica e magica che contraddistingue il borgo.

Andiamo insieme alla scoperta dei luoghi più belli e romantici di Varenna e delle cose assolutamente da vedere durante una gita fuori porta nel colorato borgo sul Lago di Como.

1. Passeggiata degli innamorati

E’ uno dei luoghi più belli e conosciuti di Varenna: la Passeggiata degli innamorati (anche nota come Passeggiata dell’Amore).

Si tratta di un percorso pedonale che collega l’imbarcadero di Varenna (dove attraccano i battelli) con il centro storico del borgo.

Percorrendo la Passeggiata degli innamorati camminerete letteralmente sospesi sull’acqua del lago. Lungo il percorso troverete numerosi punti di osservazione perfetti per scattare qualche foto e ammirare il panorama offerto dal Lago di Como e dalle montagne circostanti.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Passeggiata degli Innamorati (Varenna)

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Passeggiata degli Innamorati (Varenna)

Si tratta di una struttura metallica rossa ricoperta di piante rampicanti, alla cui base è fissata una passerella a strapiombo sul lago. La passeggiata vi condurrà fino al centro del paese in pochi minuti. Nonostante la passerella sia a picco sul lago, è chiamata Passeggiata degli innamorati perché non è affatto spaventosa ma decisamente romantica e molto gradevole da percorrere.

2. Vicoli e centro storico di Varenna

Una volta percorsa la Passeggiata degli innamorati vi troverete nel cuore del centro storico di Varenna, più precisamente nella zona affacciata sul Lago di Como. Qui troverete numerosi ristorantini tipici, molti con tavoli all’aperto, terrazze e verande con affaccio sul lago, ma anche piccole boutique, negozi di artigianato e souvenir, bar e gelaterie.

Allontanandovi dal tratto di centro storico affacciato sul lago, vi addentrerete in un dedalo di vicoletti, viuzze in salita e ripide scalinate che si inerpicano sulla collina alle spalle di Varenna.

Di tanto in tanto, se sarete degli attenti osservatori, la vostra passeggiata senza meta per i vicoli di Varenna vi regalerà affacci panoramici sul lago dal fascino unico.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Centro storico (Varenna)

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Centro storico (Varenna)

E’ molto difficile descrivere a parole la bellezza semplice e intima di Varenna e degli altri borghi del Lago di Como. Quando visiterete questi luoghi e avrete la possibilità di vivere l’esperienza in prima persona, riuscirete a comprendere meglio ciò che vi sto raccontando!

3. Chiesa di San Giovanni Battista

Passeggiare per i vicoli di Varenna senza meta è un’attività a cui dedicarsi con piacevole rilassatezza. Ci sono, però, alcuni luoghi imperdibili che dovete assolutamente vedere.

In Piazza San Giorgio troverete la Chiesa di San Giovanni Battista che, oltre a essere la chiesa madre di Varenna, è uno dei luoghi di culto più antichi del Lario.

La Chiesa di San Giovanni Battista di Varenna venne costruita molto probabilmente intorno al XI secolo – non si hanno dati certi in merito – e nel 1151 l’edificio venne ampliato per essere utilizzato come magazzino.

Intorno al 1653 la chiesa subì un intervento di ampliamento attraverso l’innalzamento delle murature, l’aggiunta di una navata e la divisione dell’abside dalla navata attraverso una zona che probabilmente fungeva da sacrestia. Venne aggiunto anche un campanile per completare l’intervento.

Al suo interno l’edificio religioso contiene affreschi di rara bellezza, risalenti al XVI secolo: gli affreschi decorano tutto il complesso e raffigurano l’Adorazione dei Magi (a sinistra), San Giovanni Battista con altri Santi e San Giorgio che uccide il drago (a destra), San Cristoforo (all’angolo con la parete occidentale), il Redentore tra la Vergine e il Battista (sopra l’abside).

4. Chiesa di San Giorgio

Sempre in Piazza San Giorgio, centro nevralgico di Varenna, è possibile visitare anche la Chiesa di San Giorgio, di origine medievale, che rappresenta una perfetta sintesi dell’architettura lombarda del XIV secolo.

Nonostante gli esterni in pietra viva siano modesti e quasi anonimi, all’interno della Chiesa di San Giorgio è possibile ammirare affreschi di pregevole fattura, risalenti al XIII secolo. Meritevoli di menzione sono la pala d’altare con il Battesimo di Gesù, risalente al 1533 e realizzata da Sigismondo de Magistris, e il Polittico di San Giorgio, datato 1467 e firmato da Jo Pietro de’ Brentanis.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Chiesa di San Giorgio (Varenna)

L’interno della chiesa vanta la presenza di un altare in stile barocco, con marmi neri e rossi ed intarsi, di un tabernacolo in stile neoclassico e di una pregiata pavimentazione in marmo nero di Varenna.

La chiesa custodisce un’altra preziosa opera d’arte, il trittico della Madonna con Gesù Bambino (XVI secolo). Il trittico è composto da tre pannelli raffiguranti la Madonna (al centro), San Giorgio (a destra) e San Martino (a sinistra). Precedentemente l’opera si trovava all’interno della Chiesa di San Giovanni Battista.

5. Castello di Vezio

Il Castello di Vezio, che da più di mille anni sovrasta Varenna dall’alto di un promontorio, è un’imponente costruzione, restaurata nella metà del XX secolo e oggi visitabile nel periodo che va da Marzo a Novembre.

La fortificazione veniva utilizzata nel Medioevo come avamposto di difesa per controllare il lago e tutta la zona circostante e dobbiamo la sua costruzione alla regina Teodolinda, la “dama di ferro”, la più importante e conosciuta tra le regine dei Longobardi.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Castello di Vezio (Varenna)

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Veduta dal Castello di Vezio (Varenna)

Volete visitare il Castello di Vezio? Ricordate che è aperto dall’inizio di Marzo a fine Novembre.

Vi si accede tramite un piccolo ponte levatoio e il percorso si snoda tra le fortificazioni, i sotterranei, alcune torri e un ampio giardino.

Il Castello di Vezio è immerso nel verde di una fitta e rigogliosa vegetazione. La vegetazione è varia e si passa dai castagni, dai noccioli e dai pini posti sul lato del castello esposto a nord, a una lussureggiante macchia mediterranea sul lato affacciato sul lago, con olivi, agavi e piante grasse a testimonianza di un clima più mite e temperato.

Il giardino del Castello di Vezio ospita un centro di addestramento rapaci, attività che viene svolta 5-6 volte alla settimana e che permette ai turisti di assistere al volo di questi splendidi volatili, oltre a poter acquisire conoscenze sull’antica arte della falconeria grazie alle informazioni fornite dagli addestratori. Data la presenza dei rapaci, l’ingresso al giardino è rigorosamente vietato ai cani (ricordatevi di questo divieto se viaggiata in compagnia degli “amici a quattro zampe”).

Dalla torre del castello è possibile godere di una veduta dall’alto del Lago di Como davvero spettacolare, caratteristica, questa, che rende in Castello di Vezio uno dei luoghi panoramici più affascinanti tra quelli affacciati sul Lario.

6. Villa Monastero

Arrivati a questo punto dell’itinerario di 1 giorno a Varenna, vi troverete di fronte a un’ardua scelta: visitare o meno Villa Monastero. Anche se non avete molto tempo a disposizione, non lasciatevi sfuggire la possibilità di visitare Villa Monastero, una delle ville più belle sul Lago di Como.

Posta sulle rive del Lago di Como, Villa Monastero rappresenta una delle principali attrattive di Varenna.

L’antica villa, trasformata in casa-museo, è famosa per il suo Giardino Botanico che offre un percorso di ben due chilometri tra numerose specie arboree, arbustive ed erbacee autoctone ed esotiche, tra le quali catturano l’attenzione dei visitatori diverse piante rare e insolite. Il giardino di Villa Monastero si sviluppa lungo il fronte lago che da Varenna va verso Fiumelatte.

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Villa Monastero (Varenna)

Cosa vedere in 1 giorno a Varenna: una gita fuori porta sul Lago di Como

Folaga sul Lago di Como (Varenna)

Villa Monastero venne edificata nel XII secolo e venne inizialmente concepita come edificio atto ad accogliere un monastero femminile cistercense. All’inizio del ‘600 la villa divenne proprietà della famiglia Mornico, che la trasformò in una dimora nobiliare.

Dobbiamo l’aspetto attuale di Villa Monastero all’opera di ristrutturazione operata tra il 1897 e il 1909 dal nuovo proprietario, Walter Kees, che la decorò in stile eclettico, e alle ultime migliorie apportate dai proprietari successivi, la famiglia De Marchi, che la abitarono tra il 1925 e il 1936 prima di donarla come bene pubblico. E’ proprio nel 1936 che la villa viene, infine, donata dal naturalista Marco De Marchi, morto qui il 15 luglio dello stesso anno, per destinarla al pubblico utilizzo.

La visita a Villa Monastero varia a seconda del biglietto scelto.

  • BIGLIETTO GIARDINO+CASA-MUSEO: comprende l’accesso sia al Giardino Botanico che alle 14 sale della Casa-museo (tutte visitabili e ancora dotate di tutto l’arredamento e le decorazioni originali);
  • BIGLIETTO SOLO GIARDINO: comprende l’accesso solo al Giardino Botanico;
  • BIGLIETTO CUMULATIVO (Villa Monastero+Villa Cipressi): comprende l’accesso con biglietto cumulativo sia a Villa Monastero (Giardino Botanico + Casa-museo) che ai Giardini di Villa Cipressi, adiacente a Villa Monastero.

7. Villa Cipressi

Villa Cipressi è un vasto complesso di giardini ed edifici datati tra il 1400 ed il 1800.

La struttura è stata di proprietà di molte famiglie nel corso del tempo: nella lunga lista spicca la nobile famiglia Serponti, il barone Carlo Innocenzo Isimbardi (direttore della Zecca di Milano) e la nobile famiglia Andreossi.

Villa Cipressi, da dimora nobiliare, nel corso dei secoli assunse la funzione che tutt’oggi svolge, cioè quella di albergo di lusso. Nel 1938 tra i suoi ospiti ebbe persino l’Imperatore d’Austria Ferdinando I con la sua famiglia.

Oggi è possibile visitare esclusivamente i Giardini di Villa Cipressi, aperti dal mese di Aprile fino al mese di Ottobre. Se volete passeggiare nei Giardini di Villa Cipressi e ammirare gli affacci mozzafiato sul Lago di Como che si godono da questo piccolo eden botanico, ricordatevi che potete risparmiare sul costo del biglietto di ingresso acquistando il biglietto cumulativo che comprende anche l’ingresso a Villa Monastero.

8. Sentiero del Viandante

L’ultimo suggerimento sulle cose da fare e vedere a Varenna è dedicato agli appassionati di trekking e passeggiate nella natura.

Se siete amanti dell’avventura e vi piace camminare, durante la vostra visita a Varenna potete percorrere un affascinante itinerario di trekking che segue il tracciato di un’antica via commerciale che un tempo collegava Milano alla Svizzera.

Il Sentiero del Viandante è un cammino lungo 45 chilometri che costeggia la sponda orientale del Lago di Como. Il sentiero risale all’epoca romana ed è percorribile per intero oppure in parte.

Qual è il percorso del Sentiero del Viandante? L’itinerario parte da Abbadia Lariana e, facendo tappa in diversi paesini tra cui Mandello del Lario, Varenna, Bellano, Dervio e Colico, giunge sino a Piantedo.

Trovandovi a Varenna, potete seguire il percorso che parte dal borgo e consente di scegliere tra tre tappe diverse: Bellano, Lierna e il Monte Albiga.

Itinerario Varenna-Bellano.

La prima tappa consente di raggiungere Bellano, il cui tempo di percorrenza si aggira intorno alle 2-3 ore. Lungo il percorso incontrerete il Castello di Vezio, le cave di marmo nero di Varenna, la funicolare di Regoledo. Arrivati a destinazione, vi imbatterete nella gola dell’Orrido di Bellano, creata dal fiume Pioverna, che è possibile visitare. (Leggete il racconto della mia escursione all’Orrido di Bellano per avere maggiori informazioni in merito a questo luogo misterioso e affascinante.)

Itinerario Varenna-Lierna.

La seconda opzione consente di raggiungere Lierna e il tempo di percorrenza stimato è di circa mezza giornata. Lungo il percorso è possibile vedere il Cimitero degli Inglesi, costruito nel 1820; la Sorgente del Fiumelatte, che scorre per appena 250 metri ed è per questa ragione uno dei fiumi più brevi d’Italia; la Capuana, una villa nobiliare edificata nel 1605 sulle rovine di una villa più antica e oggi privata; il Castello di Lierna, risalente all’epoca romana ma nel corso dei secoli trasformato in borgo-fortezza.

Itinerario Varenna-Albiga.

La terza opzione vi condurrà sulla cima del Monte Albiga, dove troverete un piccolo agglomerato di baite montane e un vecchio rifugio. Il tempo di percorrenza è più lungo e la camminata decisamente più impegnativa: vi occorrerà un’intera giornata. Lungo il percorso incontrerete il Castello di Vezio, le cave di marmo nero di Varenna e la Croce di Cadriano. La costruzione della Croce di Cadriano fa riferimento ad un’antica storia del secolo scorso: si racconta che il macellaio del paese, a seguito di una violenta lite, uccise un suo compaesano per leggittima difesa. Come segno di espiazione per il peccato commesso, cioè l’omicidio, il macellaio eresse questa croce. La croce venne anni dopo distrutta da un fulmine ma successivamente reinnalzata all’inizio degli anni ’20 da alcuni emigranti prima di partire alla volta delle Americhe. La tappa finale del sentiero sarà la cima del Monte Albiga, a 915 metri s.l.m., una terrazza naturale che regalerà alla vista una scenografica veduta panoramica sul Lago di Como e sulle montagne circostanti.

Per chi volesse intraprendere il cammino lungo il Sentiero del Viandante partendo da Varenna è naturalmente consigliabile attrezzarsi con abbigliamento e calzature specifiche per il trekking.

Specialità culinarie da assaggiare a Varenna e sul Lago di Como

Nei dintorni di Varenna ci sono zone molto conosciute e apprezzate per i prodotti caseari, come il Ricciolo della Valsassina, la Toma di Capra, il Bitto, ma anche il Taleggio e il Gorgonzola. La facile reperibilità di queste eccellenze del territorio influenza per ovvie ragioni la cucina locale. Allo stesso modo, la gastronomia di Varenna è fortemente collegata, nella scelta degli ingredienti, alla presenza del Lario e del pesce di lago.

Tra i primi piatti che potete (e dovete) degustare a Varenna ci sono i Pizzoccheri, importati dalla tradizione valtellinese ma molto diffusi in tutta la zona del Lago di Como; il Risotto al pesce persico, spesso preparato con il riso in cagnone; i Missoltini (Missultìtt o Missultén in dialetto comasco e lecchese), un piatto tipico del Lago di Como preparato salando ed essiccando al sole il pesce locale; il Toc nella versione di Bellagio, a base di acqua, farina, formaggio e burro fuso; la frittura di Alborelle e la Polenta uncia alla lariana.

Per i più golosi, da non perdere la Torta Miascia, una torta di pane e frutta tipica del Lago di Como, e il Paradell, altro delizioso dolce della tradizione lariana.

Non mancano nel menù dei ristoranti locali anche i piatti tipici lombardi più buoni, come la Cassoela (o Cassœûla) e l’Ossobuco alla Milanese, e i migliori piatti della tradizione italiana.

Dove mangiare a Varenna?

Non sarà difficile trovare un ristorantino tipico dove mangiare a Varenna perchè ce ne sono davvero tanti. Noi ci siamo fermati a pranzare al Nilus Bar, un ristorante-creperia-panineria con una ampia terrazza affacciata sul lago.

Inizialmente eravamo un po’ scettici perchè si trova sul lungolago, nel cuore del centro storico di Varenna, una zona molto turistica. Ci siamo, però, lasciati tentare dai piatti che abbiamo visto sui tavoli degli altri clienti e dalla bella vista lago. Devo dire che abbiamo mangiato molto bene con un buon rapporto qualità prezzo.

La veduta panoramica sul Lago di Como che si gode dalla terrazza dove si trovano i tavoli è, poi, sicuramente la ciliegina sulla torta.

 

Dove pernottare a Varenna?

Se volete visitare Varenna in 2 o più giorni oppure sfruttare la posizione strategica del borgo per visitare anche altre località sul Lago di Como, potete trovare una sistemazione in paese, dove c’è un’ampia scelta di hotel, B&B, case-vacanza e appartamenti in affitto.

Cercate un posto dove dormire a Varenna? Vi consiglio 3 strutture di ottimo livello in centro a Varenna.

Dove dormire nel centro di Varenna?

  • Casa Contrada Bella (Contrada Bella, 3): ideale per chi è alla ricerca di una casa vacanze o di un appartamento in affitto nel centro di Varenna dotato di tutti i comfort e del necessario per un piacevole soggiorno nel borgo.
  • Michelangelo B&B (Contrada del Torchio, 2): se preferite i Bed&Brekfast, questa è la soluzione perfetta. Il B&B ha un bell’affaccio sul Lago di Como e si trova a 100 metri da Villa Monastero. E che dire della veduta panoramica dalla terrazza vista lago: un vero spettacolo!
  • Villa Monti (Via Roma, 11): un’elegante villa sulle sponde del Lario, con vista lago, giardino e piscina all’aperto. Se volete regalarvi un soggiorno di lusso sul Lago di Como, Villa Monti è la struttura che fa per voi.
Ti è piaciuto? Condividilo!
No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.