in

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio

Voglia di un’escursione facile in Lombardia con pranzo in rifugio? Ecco i miei rifugi preferiti, raggiungibili con trekking semplici, adatti a tutti e accessibili anche alle famiglie con bambini.

A noi piace molto camminare in montagna e organizzare passeggiate nella natura quando abbiamo un weekend libero. Non di rado optiamo per il pranzo al sacco ma quando non abbiamo voglia di preparare il pranzo di certo non disdegniamo fermarci in un rifugio e assaggiare qualche specialità locale.

Se cercate un rifugio in Lombardia dove mangiare prima, durante o dopo un’escursione facile, ecco alcune destinazioni da appuntare nella vostra lista dei trekking con rifugio più belli in Lombardia.

INDICE

  1. Rifugio Martina sul Monte San Primo
  2. Rifugio S.E.L. ai Piani dei Resinelli
  3. Rifugi in Val di Mello
  4. Rifugio Marchett ai Piani d’Erna
  5. Rifugi ai Piani di Bobbio
  6. Sentiero delle Baite a Brunate
  7. Rifugio Terz’Alpe a Canzo
  8. Capanna Bruno in Valle Intelvi
  9. Ristorante La Colma sulla Colma di Sormano
  10. La Baita a Sighignola
  11. Eremo Monte Barro sul Monte Barro
  12. Rifugio Bignami all’Alpe Fellaria
  13. Rifugio Murelli sul Monte Bisbino
  14. Ristorante Funivia sul Sasso del Ferro
  15. Rifugio Prabello a Cerano d’Intelvi
  16. Rifugio Bugone sul Monte Bisbino
  17. Rifugio Nicola ai Piani di Artavaggio
  18. Le Lanterne a Pigra

1. Rifugio Martina sul Monte San Primo

Proprio ai piedi del Monte San Primo, la vetta più alta del Triangolo Lariano, si trova uno dei rifugi più belli della Lombardia, il Rifugio Martina.

La storia dei Rifugio Martina torna indietro nel tempo fino al 1928 quando la baita di un vecchio alpeggio dell’Alpe dei Picètt viene trasformata in un ristoro dal proprietario, Eligio Ticozzi. Da allora ad oggi la fama del rifugio all’Alpe dei Picètt è cresciuta fino a oltrepassare i confini della Lombardia e la polenta uncia del Rifugio Martina è ormai un piatto-simbolo della cucina locale, assolutamente da provare.

Il Rifugio Martina è raggiungibile in circa 20 minuti con una passeggiata facile che parte da Piano Rancio, frazione di Bellagio (CO) raggiungibile in auto dopo aver superato il celebre Passo del Ghisallo.

Rifugio Martina e Monte San Primo: escursione in Lombardia con pranzo in rifugio
Polenta uncia, Rifugio Martina (Lombardia)
Posizione: Località San Primo, Lezzeno (CO)
Durata: 20 minuti (sola andata)
Dislivello: 150 metri
Difficoltà: Facile

Per approfondire Rifugio Martina e Monte San Primo: escursione in Lombardia con pranzo in rifugio

2. Rifugio S.E.L. ai Piani dei Resinelli

Se cercate un rifugio in Lombardia raggiungibile in auto vi consiglio di salire ai Piani dei Resinelli e andare al Rifugio S.E.L., situato proprio accanto al famigerato “grattacielo”.

Davanti al rifugio c’è un comodo parcheggio dove posteggiare l’auto. I prezzi sono onesti, le porzioni abbondanti e la cucina di buon livello. Merita di essere sottolineata la gentilezza del personale: abbiamo trovato persone disponibili, amichevoli ed educate, cosa ormai da non dare mai per scontata.

Nei pressi del Rifugio S.E.L. si trovano sia il Parco Avventura, perfetto per divertirsi con i bambini, che l’inizio del sentiero che conduce alla passerella panoramica dei Piani dei Resinelli dalla quale potrete godere di una veduta mozzafiato sul ramo lecchese del Lago di Como e sulle montagne circostanti.

Posizione: Via Escursionisti, Piani dei Resinelli (LC)
Difficoltà: Raggiungibile in auto

Per approfondire Escursione ai Piani dei Resinelli: come arrivare alla passerella panoramica

3. Rifugi in Val di Mello

La Val di Mello è una vallata dall’aspetto fiabesco, assolutamente da vedere se vi piace il trekking nella natura selvaggia. L’escursione in Val di Mello è facile, quasi tutta in piano, e vi porterà alla scoperta di una valle circondata da scenografiche vette e attraversata da ruscelli e laghetti cristallini (dove si può anche fare il bagno!).

La Val di Mello è anche nota per i suoi rifugi, raggiungibili con una passeggiata facile, adatta anche ai bambini e alle persone meno allenate. Lasciata l’auto a San Martino in Val Masino (SO) imboccate il sentiero debitamente segnalato e presto giungerete all’inizio della Val di Mello. Da qui vi basterà camminare fino a raggiungere uno dei rifugi.

Lungo la passeggiata incontrerete prima la Trattoria Gatto Rosso, poi l’Agriturismo Ca’ dei Scuma. Procedendo ancora verso l’interno della Val di Mello troverete il Rifugio Mello e il Rifugio Luna Nascente, incastonati in un pittoresco agglomerato di piccole baite in legno e pietra noto come Cascina Piana.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Trattoria Gatto Rosso, Val di Mello (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Rifugio Luna Nascente, Val di Mello (Lombardia)
Posizione: Val di Mello, San Martino in Val Masino (SO)
Durata: 30 minuti fino alla Trattoria Gatto Rosso, 50 minuti fino al Rifugio Mello e Rifugio Luna Nascente (tempistiche sola andata partendo da San Martino in Val Masino)
Dislivello: 200 metri
Difficoltà: Facile

Per approfondire Val di Mello: trekking facile in Lombardia (percorso, parcheggi, rifugi e cose da vedere)

4. Rifugio Marchett ai Piani d’Erna

Il Rifugio Marchett si trova nel Vecchio Borgo, un piccolo nucleo di baite immerso nella natura dei Piani d’Erna, nota località di montagna sopra Lecco.

Per raggiungere il Rifugio Marchett vi basterà salire ai Piani d’Erna in funivia e, arrivati alla stazione di arrivo, seguire il Sentiero Natura. Si tratta di un sentiero di facile percorrenza, adatto anche ai bambini, che attraversa un’area naturale caratterizzata da una notevole biodiversità. Le vedute sulle montagne sono suggestive e al ritorno dal rifugio potete raggiungere il Pizzo d’Erna per una spettacolare veduta dall’alto del Lago di Como.

Una curiosità: pare che il Rifugio Marchett debba il suo nome alla grande abbondanza di persone chiamate Marco nella famiglia che lo gestisce.

Escursione facile ai Piani d'Erna con pranzo al Rifugio Marchett
Rifugio Marchett, Vecchio Borgo (Piani d’Erna)
Posizione: Vecchio Borgo, Piani d’Erna (LC)
Durata: 1 ora (sola andata)
Dislivello: 200 metri
Difficoltà: Facile

Per approfondire Escursione facile ai Piani d’Erna con pranzo al Rifugio Marchett

5. Rifugi ai Piani di Bobbio

I Piani di Bobbio sono la meta ideale per una giornata in montagna in Lombardia in tutte le stagioni. In Inverno si va ai Piani di Bobbio per sciare mentre nella bella stagione questa località di montagna si presta a trekking e passeggiate nella natura. Un’altra buona ragione per salire ai Piani di Bobbio è la possibilità di mangiare in un rifugio con vista sulle montagne.

Per chi non vuole spostarsi troppo dall’arrivo degli impianti consiglio senza dubbio il Bar Martino, per un pranzetto a base di salumi e formaggi, polenta e pizzoccheri.

L’alternativa è il Rifugio Lecco, uno dei rifugi più belli della Lombardia, posto ai piedi del gruppo dei Campelli e raggiungibile dall’arrivo della Funivia dei Piani di Bobbio con una piacevole passeggiata. Ottima cucina rustica e panorami affascinanti!

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Bar Martino, Piani di Bobbio (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Bar Martino, Piani di Bobbio (Lombardia)
Posizione: Località Piani di Bobbio, Barzio (LC)
Durata: meno di 5 minuti fino al Bar Martino, 40 minuti fino al Rifugio Lecco (sola andata partendo dalla funivia)
Dislivello: 150 metri
Difficoltà: Facile

6. Sentiero delle Baite a Brunate

Non si tratta prettamente di rifugi di montagna ma secondo me vale la pena menzionare le baite di Brunate in questo elenco.

Brunate, grazioso paesino posto in posizione panoramica su Como e sul Lario, è il punto di arrivo della Funicolare Como-Brunate ma anche il punto di partenza di numerosi sentieri. Uno di questi è il Sentiero delle Baite (o Passeggiata delle Baite), che raggiunge la Capanna CAO, la Baita Carla, la Baita Bondella e la Baita Boletto, ristori perfetti per una sosta mangereccia a base di cucina tipica montana e lariana.

Durante questa passeggiata non potete rinunciare a visitare il Faro Voltiano, un faro di montagna unico nel suo genere, e al Santuario di Santa Rita, il santuario più piccolo d’Europa. Se ve la sentite, potete valutare di proseguire fino alla cima del Boletto e del Bollettone.

Posizione: Brunate (CO)
Durata: 1 ora e 40 minuti (sola andata, da Brunate alla Baita Boletto)
Dislivello: 300 metri
Difficoltà: Medio/Facile

7. Rifugio Terz’Alpe a Canzo

Il Rifugio Terz’Alpe lo abbiamo scoperto per caso dopo aver percorso il Sentiero Spirito del Bosco di Canzo, che probabilmente conoscerete per la presenza delle sculture in legno tanto amate dai bimbi.

Il sentiero per raggiungere il Rifugio Terz’Alpe parte dalla località Fonti di Gajum a Canzo. Nel primo tratto bisogna percorrere il Sentiero Spirito del Bosco fino a Prim’Alpe, poi proseguire fino a Terz’Alpe. Il tempo di percorrenza complessivo è di 1 ora e mezza / 2 ore (sola andata).

E’ un trekking fattibile con i bambini ma devono essere abituati a camminare in salita e per una distanza abbastanza lunga. Lo stesso vale per le persone non troppo allenate: valutate bene se riuscite a camminare per circa 2 ore in salita, su terreno sconnesso. Inutile specificare che questa escursione va fatta obbligatoriamente con le scarpe da trekking.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Rifugio Terz’Alpe, Canzo (Lombardia)
Posizione: Via per le Alpi, Canzo (CO)
Durata: 1 ora e mezza/2 ore
Dislivello: 400 metri
Difficoltà: Escursionistico

Per approfondire Sentiero Spirito del Bosco a Canzo: come arrivare, parcheggi, percorso e rifugio

8. Capanna Bruno in Valle Intelvi

La Capanna Bruno di Castiglione d’Intelvi è stata una piacevole e fortuita scoperta di qualche settimana fa.

Eravamo alla ricerca della Panchina gigante di San Fedele Intelvi, nel comune di Centro Valle Intelvi, posizionata su una terrazza naturale affacciata sul Lago di Como e sulle montagne. La Big Bench 166 è dipinta con i colori dello stemma comunale (verde/rosso) e si trova nei pressi dell’alpeggio del Pizzo della Croce (località Bolla): appuntatevi questo luogo e andate a vederla, non ve ne pentirete!

Dalla Big Bench di Centro Valle Intelvi potete raggiungere a piedi o in auto, semplicemente seguendo la strada asfaltata, la Capanna Bruno.

Alla Capanna Bruno potrete degustare deliziosi piatti tipici come pizzoccheri, sciatt, polenta (semplice, con brasato, con funghi, con carne di cervo, etc.), selvaggina e molto altro. Prezzi onesti, porzioni abbondanti, buon cibo e atmosfera familiare. La ciliegina sulla torta è il contesto paesaggistico con pittoresche vedute sul Lago di Como e sulle montagne circostanti.

La Capanna Bruno è raggiungibile in auto ma noi abbiamo preferito parcheggiare all’Alpe Grande (Via Monte Generoso, San Fedele Intelvi) e da qui fare una passeggiata. Abbiamo quindi fatto tappa presso la Big Bench 166 e, subito dopo, siamo saliti alla Capanna Bruno. Per andare dall’Alpe Grande alla Capanna Bruno a piedi vi occorreranno circa 40 minuti su comoda strada asfaltata.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Capanna Bruno, Castiglione d’Intelvi (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Capanna Bruno, Castiglione d’Intelvi (Lombardia)
Posizione: Località Capanna Bruno, Castiglione d’Intelvi (CO)
Difficoltà: Raggiungibile in auto

9. Ristorante La Colma sulla Colma di Sormano

Gli appassionati di ciclismo di certo conosceranno la Colma di Sormano… Quante volte l’avrete vista in TV fare da sfondo alle imprese ciclistiche dei più grandi corridori della storia impegnati nel Giro di Lombardia o nel Giro d’Italia.

Questo panoramico valico prealpino è uno dei luoghi più famosi del Triangolo Lariano in ambito ciclistico ed escursionistico, ma è anche molto apprezzato dai bikers.

Noi abbiamo raggiunto la Colma di Sormano parcheggiando a valle del Muro di Sormano e percorrendo a piedi questa famigerata strada di “salita semplicemente bestiale”. Il Muro di Sormano è stato soprannominato “la pista ciclabile più dura del mondo” e non a caso è entrato di diritto nella lista delle salite più epiche del ciclismo italiano. Lungi da noi percorrere il Muro di Sormano in bicicletta: la pendenza media è del 9% con picchi del 27%! Salire a piedi è abbastanza fattibile e divertente. Giunti alla Colma di Sormano, poi, si può mangiare quindi la fatica è ben ripagata.

Sulla Colma di Sormano si trova, infatti, un ristorante che serve i migliori piatti tradizionali della montagna. Il Ristorante La Colma non è propriamente un rifugio ma dei rifugi di montagna ricorda l’atmosfera e i sapori. Le specialità del Ristorante La Colma sono la polenta uncia, i porcini trifolati e la selvaggina, ma in tavola non mancano neanche pizzoccheri, taglieri di salumi e formaggi locali e panini farciti da leccarsi i baffi.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Ristorante La Colma, Colma di Sormano (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Colma di Sormano (Lombardia)
Posizione: Via del Tivano, Sormano (CO)
Difficoltà: Raggiungibile in auto

10. La Baita a Sighignola

Al confine tra Italia e Svizzera, con affaccio mozzafiato sul Lago di Lugano, c’è un luogo magico: Sighignola, il “Balcone d’Italia”. Questa terrazza panoramica con vista sul Ceresio e sulle montagne è raggiungibile in auto, in moto o in bicicletta grazie a una strada carrozzabile stretta e tortuosa immersa nel bosco.

Proprio lungo la strada che conduce alla Sighignola incontrerete un rifugio chiamato La Baita. Non potrete non notarlo a bordo strada dato che è sempre preso d’assalto dai turisti diretti o di ritorno dal Balcone d’Italia e circondato da auto e moto parcheggiate un po’ dovunque.

La cucina è quella tipica montana, abbondante e saporita: polenta, pizzoccheri, tagliatelle ai funghi, pappardelle al ragù di cinghiale, sciatt, carne, salumi e formaggi. La Baita è la tappa gastronomica irrinunciabile durante una gita al Balcone d’Italia. Se avete voglia di camminare, potete posteggiare l’auto nel parcheggio della Baita, pranzare e poi raggiungere a piedi la Sighignola con una bella passeggiata nel bosco di 10-15 minuti.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
La Baita, Lanzo D’Intelvi (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Sighignola (Lombardia)
Posizione: Via Sighignola, Lanzo D’Intelvi (CO)
Difficoltà: Raggiungibile in auto

11. Eremo Monte Barro sul Monte Barro

Il Monte Barro è una delle vette più panoramiche del Triangolo Lariano, con vista sul Lago di Annone, sulla Brianza e sul Lago di Como. La vetta è raggiungibile da Galbiate (LC) con un trekking molto suggestivo che ha come tappa intermedia l’Eremo Monte Barro, dove ci si può fermare per una sosta-pranzo o per un aperitivo (c’è una meravigliosa terrazza panoramica).

La cucina dell’Eremo Monte Barro è basata su piatti tipici di montagna e ricette locali come taglieri di salumi e formaggi, pappardelle con ragù di cervo, agnolotti ai funghi, casoncelli alla bergamasca, pizzoccheri, cassoeula, ossobuco, selvaggina e molto altro. L’ambiente è curato ma informale, l’atmosfera è giovane e sbarazzina.

Noi siamo saliti a piedi da Galbiate fino all’Eremo e, subito dopo, fino alla vetta del Monte Barro. Eventualmente, però, si può salire anche in macchina direttamente fino all’Eremo e da lì iniziare il trekking.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Eremo di Monte Barro, Galbiate (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Monte Barro, Galbiate (Lombardia)
Posizione: Località Eremo di Monte Barro, Galbiate (LC)
Durata: 20 minuti da Galbiate all’Eremo, 1 ora da Galbiate alla vetta (sola andata)
Dislivello: 150 metri da Galbiate all’Eremo, 350 metri da Galbiate alla vetta
Difficoltà: Facile fino all’Eremo, Media fino alla vetta

12. Rifugio Bignami all’Alpe Fellaria

Il Ghiacciaio Fellaria, in Alta Valmalenco, è la destinazione finale di una delle escursioni più belle in assoluto da fare in Lombardia. Se non lo avete ancora visto dal vivo non indugiate oltre e organizzate questo trekking di sorprendente bellezza e impatto emotivo. Giunti dinnanzi al Ghiacciaio Fellaria ne resterete ammaliati!

Il Rifugio Bignami si trova proprio lungo il sentiero che conduce al ghiacciaio, in posizione panoramica sulla vedretta del Fellaria orientale e circondato da un paesaggio selvaggio e conturbante. A breve distanza dal rifugio troverete anche gli antichi pascoli dell’Alpe Fellaria, storica zona di alpeggio, e diversi punti panoramici che arricchiranno ulteriormente l’escursione.

Partendo dalla Diga dell’Alpe di Gera, a Lanzada (SO), è possibile raggiungere il Rifugio Bignami con un trekking di 1 ora e mezza. Se volete proseguire fino al Ghiacciaio Fellaria, considerate che dal rifugio occorre almeno un’altra ora e mezza se non 2 ore. Si tratta, però, di un’escursione bellissima e tutta la fatica verrà ripagata una volta arrivati al ghiacciaio.

Escursione al Ghiacciaio Fellaria: percorso, durata e difficoltà
Rifugio Bignami (Lombardia)
Escursione al Ghiacciaio Fellaria: percorso, durata e difficoltà
Ghiacciaio Fellaria (Lombardia)
Posizione: Alpe Fellaria, Lanzada (SO)
Durata: 1 ora e mezza (dalla Diga di Gera al Rifugio Bignami – sola andata)
Dislivello: 440 metri
Difficoltà: Escursionistica

Per approfondire Escursione al Ghiacciaio Fellaria: percorso, durata e difficoltà

13. Rifugio Murelli sul Monte Bisbino

Un altro rifugio da non perdere in Lombardia è il Rifugio Murelli, sulla Via dei Monti Lariani, nella zona del Lago di Como.

Il Rifugio Murelli gode di una veduta splendida sul Lario ed è raggiungibile con un trekking di 2 ore e mezza partendo da Posa, frazione di Schignano (CO).

Da Posa dovete seguire Via delle Alpi e, attraversato un bosco e un ponticello sul fiume, si prosegue prima in direzione Rifugio Binate e Colma di Binate e successivamente verso Rifugio Murelli, dove potrete fermarvi a pranzo.

Nel menù del Rifugio Murelli troverete i piatti tipici della cucina rustica montana e diversi prodotti a Km 0. All’esterno del rifugio c’è un ampio prato con vista sul Lago di Como dove eventualmente si può fare un pic-nic.

Posizione: Via per iI Bisbino, Cernobbio (CO)
Durata: 2 ore e mezza
Dislivello: 400 metri
Difficoltà: Medio/Facile

14. Ristorante Funivia sul Sasso del Ferro

Il Ristorante Funivia di Laveno Mombello non è propriamente un rifugio ma non posso non menzionarlo in questo elenco di luoghi dove mangiare in montagna per la spettacolare veduta sul Lago Maggiore e le montagne che si può ammirare dalla sua terrazza panoramica.

Il Ristorante Funivia si trova sul Sasso del Ferro ed è facilmente raggiungibile grazie alla presenza di una particolare bidonvia biposto che parte da Laveno e sale fino al Sasso del Ferro in pochi minuti.

Per gustare i deliziosi piatti rustici del Ristorante Funivia e godervi il quadro che la natura ha dipinto in questo luogo non dovrete camminare e stancarvi. Vi basterà salire in funivia e, se ne avete voglia, esplorare il Sasso del Ferro a piedi dopo aver pranzato. Noi abbiamo optato per un coccio di polenta e formaggio, un piatto di polenta al ragù di cinghiale e funghi porcini e due birre rinfrescanti: tutto davvero ottimo!

Lago Maggiore dall’alto: gita sulla funivia panoramica di Laveno Mombello
Ristorante Funivia, Laveno Mombello (Lombardia)
Posizione: Sasso del Ferro, Laveno Mombello (VA)
Difficoltà: raggiungibile con la Funivia del Lago Maggiore (Laveno Mombello – Sasso del Ferro)

Per approfondire Funivia del Lago Maggiore: cosa fare e vedere a Laveno Mombello

15. Rifugio Prabello a Cerano d’Intelvi

Il Rifugio Prabello è raggiungibile da Pian delle Alpi (Alpe di Cerano) con una bella camminata nel bosco di circa 1 ora (sola andata).

Il rifugio, una ex-caserma della Guardia di Finanza un tempo impegnata nel controllo della frontiera tra Italia e Svizzera e nella lotta al contrabbando, si trova ai piedi del Sasso Gordona, tra la Valle Intelvi e la Valle di Muggio proprio al confine italo-elvetico.

Noi abbiamo ordinato un antipasto di salumi e formaggi locali e pizzoccheri, accompagnando il pasto con 2 birre fresche. Una lavagnetta con il menù del giorno del Rifugio Prabello vi indicherà cosa è possibile ordinare: ovviamente la polenta in varie versioni, i pizzoccheri e le torte fatte in casa non mancano mai!

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Rifugio Prabello, Cerano d’Intelvi (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Rifugio Prabello, Cerano d’Intelvi (Lombardia)
Posizione: Località Prabello, Cerano d’Intelvi (CO)
Durata: 1 ora (sola andata)
Dislivello: 240 metri
Difficoltà: Facile

Per approfondire Rifugio Prabello: escursione facile con pranzo in rifugio in Lombardia

16. Rifugio Bugone sul Monte Bisbino

Cercate un rifugio con veduta panoramica sul Lago di Como e ottima cucina di montagna? Facilmente raggiungibile anche dalle persone meno allenate, dalle famiglie con bambini e dai senior, il Rifugio Bugone può fare al caso vostro.

L’imbocco del sentiero per raggiungere il Rifugio Bugone si trova nei pressi della vetta del Monte Bisbino. Vi basterà seguire le indicazioni per il rifugio e in circa mezz’ora lo vedrete spuntare in mezzo al bosco, in posizione privilegiata per ammirare il Lario mentre state degustando le prelibatezze servite in tavola.

Polenta uncia, pizzoccheri, taglieri di salumi e formaggi, stinco con patate, torte fatte in casa e, quando possibile, piatti del giorno con ingredienti a Km 0. Ce n’è per tutti i gusti! Il Rifugio Bugone è una tappa irrinunciabile per una passeggiata con sosta gastronomica nella zona del Bisbino.

Posizione: Via Per Monte Bisbino, Moltrasio (CO)
Durata: 30 minuti (sola andata da Monte Bisbino)
Dislivello: 70 metri
Difficoltà: Facile

17. Rifugio Nicola ai Piani di Artavaggio

Il Rifugio Nicola ai Piani di Artavaggio è uno dei rifugi più belli della Lombardia. Famoso per il suo aspetto insolito (è a forma di piramide), il Rifugio Nicola è molto amato dalle famiglie e dai trekker per l’ottima cucina tipica di montagna: pizzoccheri, polenta classica o taragna, riso alla Nicola cervo, brasato, stinco, funghi, salsicce, braciole, taglieri di salumi e formaggi locali, torte fatte in casa.

La passeggiata fino al Rifugio Nicola è facile, adatta a tutti, anche alle famiglie con bambini. Si parte dall’arrivo della Funivia Moggio-Piani di Artavaggio e si giunge al Rifugio Nicola in circa 40 minuti con un trekking stimolante dal punto di vista paesaggistico e praticamente privo di difficoltà o pericoli.

Quando arriverete in prossimità del rifugio non potrete non notare l‘imponente sagoma piramidale del Monte Sodadura “ricalcata” dall’iconica forma piramidale del Rifugio Nicola.

Posizione: Piani di Artavaggio (LC)
Durata: 40 minuti (sola andata dall’arrivo della funivia)
Dislivello: 200 metri
Difficoltà: Facile

18. Le Lanterne a Pigra

Anche in questo caso non parliamo di un rifugio vero e proprio ma devo citare Le Lanterne di Pigra in questo elenco per almeno 2 ragioni: innanzitutto per la posizione privilegiata, negli immediati pressi dell’arrivo della Funivia Argegno-Pigra; in secondo luogo per la cucina di buona qualità, con porzioni abbondanti e varietà di scelta.

A Pigra si può salire in auto o in funivia. Io vi consiglio la seconda modalità in modo da poter godere delle ampie vedute panoramiche sul Lario già durante il viaggio di andata per raggiungere il borgo.

Arrivati in cima potete seguire uno dei numerosi sentieri di trekking oppure esplorare liberamente il paesino, un piccolo nucleo di pittoresche abitazioni in pietra e vicoletti acciottolati.

Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Pigra (Lombardia)
Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Le Lanterne, Pigra (Lombardia)
Posizione: Via Funivia, 3, Pigra (CO)
Difficoltà: raggiungibile in auto o in funivia

Per approfondire Escursione sul Lago di Como: la funivia panoramica Argegno-Pigra


Rifugi in Lombardia: escursioni facili con pranzo in rifugio
Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

Cercate altre idee per gite fuori porta, trekking ed escursioni in Lombardia? Siete nel posto giusto! Date un’occhiata agli altri articoli dedicati alla Lombardia.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura

40 gite fuori porta e luoghi da vedere vicino a Milano

40 cose da fare e vedere sul Lago di Como: borghi, escursioni, gite fuori porta e luoghi insoliti

Cosa fare in Lombardia: i luoghi più belli da vedere

Written by Lucia D'Addezio

Viaggiatrice seriale, fotografa per passione e scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella sua borsa sono: un fornito beauty case, la sua fedele macchina fotografica, carta e penna.

2 Comments

Leave a Reply
  1. Complimenti. Un articolo esaustivo, con tutte le informazioni pratiche necessarie per organizzare una gita (e che spesso vengono ignorate o spiegate male). Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.