in

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura

Tante idee per passeggiate e trekking facili in Lombardia: ecco dove andare per una gita fuori porta all’insegna della natura, tra laghi, montagne, vette con panorami mozzafiato e sentieri adatti a tutti, anche ai bambini.

Cercate un’idea per un’escursione in Lombardia non troppo impegnativa ? Vi consiglio 43 mete bellissime per fare trekking e passeggiate in coppia, con gli amici o in famiglia.

Dividerò questo elenco delle escursioni più belle da fare in Lombardia in diverse sezioni,


11 trekking facili in Lombardia: i “grandi classici”

Se volete regalarvi una passeggiata facile in Lombardia, tra laghi, montagne e cascate spettacolari, segnate in lista queste 11 escursioni imperdibili.

I seguenti trekking facili, alla portata di tutti, possono essere considerati i “grandi classici” delle passeggiate in montagna in Lombardia. Scopriamoli insieme.

1. Val di Mello

La Val di Mello è un luogo fiabesco che sembra uscito direttamente da una favola nordica. Siamo in una piccola valle laterale della Val Masino, in provincia di Sondrio.

La Val di Mello è attraversata da un fiume che si allarga a formare dei laghetti di acqua azzurrissima. Tutt’intorno cascate, boschetti verdeggianti, piccole baite in pietra e legno: un’atmosfera a dir poco romantica e suggestiva.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Val di Mello (Lombardia)
Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Val di Mello (Lombardia)

Il percorso è quasi interamente pianeggiante, per nulla impegnativo fisicamente e adatto sia ai grandi che ai più piccoli. La Val di Mello è bella in tutte le stagioni, caratteristica, questa, che la rende una meta ideale per chi ama fare escursioni e passeggiate tutto l’anno.

La Val di Mello si presta egregiamente ai pic-nic ma se volete regalarvi un pranzetto a base di cucina tipica locale, troverete anche alcuni rifugi e ristorantini lungo la strada, come la Trattoria Gatto Rosso, il Rifugio Luna Nascente e il Rifugio Mello.

Per approfondire Val di Mello: trekking facile in Lombardia (percorso, parcheggi, rifugi e cose da vedere)

2. Cascata del Cenghen

L’escursione alla Cascata del Cenghen parte da Abbadia Lariana, non troppo distante da Lecco. Ci troviamo sulla sponda orientale del Lago di Como, dove il paesaggio è più selvaggio e le montagne più rocciose e impervie.

La passeggiata per raggiungere la Cascata del Cenghen, seppur abbastanza in salita, è adatta a tutti: vi consiglio di indossare le scarpe da trekking in quanto il sentiero è spesso umido e fangoso ma per il resto non vi sono problematiche particolari.

Escursione alla Cascata del Cenghen: dove si trova, come raggiungerla, dove parcheggiare e quale sentiero percorrere
Cascata del Cenghen (Lombardia)

Noi abbiamo iniziato l’escursione nei pressi del Lavatoio di Linzanico e abbiamo raggiunto in circa 1 ora e un quarto la Cascata del Cenghen.

Abbiamo, quindi, fatto un pic-nic proprio ai piedi della cascata, con vista su un salto d’acqua di ben 50 metri che precipita in una piscinetta scivolando attraverso una fenditura tra due grosse rocce. Che spettacolo!

Per approfondire Escursione alla Cascata del Cenghen: percorso, difficoltà, durata e informazioni pratiche

3. Monte San Primo

Se amate le vedute panoramiche a 360 gradi, il Monte San Primo è la destinazione perfetta per la vostra prossima escursione in Lombardia.

Con i suoi 1.682 metri s.l.m., il Monte San Primo è di fatto la vetta più elevata del Triangolo Lariano.

Dalla sua sommità, in corrispondenza della quale è stata posta una croce di vetta in metallo, potrete ammirare dall’alto i 3 rami del Lago di Como e un bel tratto di arco alpino.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Monte San Primo (Lombardia)

Per raggiungere la vetta del Monte San Primo avete due possibilità.

La prima è il sentiero che inizia dalla Colma di Sormano, di più facile percorrenza e particolarmente adatto ai bambini.

La seconda opzione è il sentiero che inizia dalla località Piano Rancio (dal Rifugio Martina per la precisione), un po’ più impegnativo e molto in pendenza ma comunque abbordabile per chi è abituato a fare trekking in montagna (questo sentiero lo sconsiglio a chi vuole salire in vetta con i bambini: optate per il sentiero dalla Colma di Sormano per salire in tranquillità e godervi la passeggiata).

4. Monte Cornizzolo

A proposito di belle vedute a 360 gradi non posso non citare, dopo il Monte San Primo, anche il Monte Cornizzolo. Siamo sempre nel Triangolo Lariano, in un’area molto interessante dal punto di vista paesaggistico.

La salita al Cornizzolo è una delle escursioni più belle da fare in Lombardia. L’itinerario è adatto anche ai bambini e ai trekker principianti in quanto si svolge in gran parte su strada asfaltata.

Si sale da Eupilio verso il Rifugio Marisa Consigliere, dove si arriva in un paio di ore.

Qui potete anche mangiare o fare un pic-nic sul grande prato limitrofo. Dal rifugio si può proseguire verso la vetta del Cornizzolo, con un’altra mezz’ora di cammino su sentiero sterrato.

5. Cascate dell’Acquafraggia

Le Cascate dell’Acquafraggia sono un’altra meta gettonatissima per chi ama fare escursioni nella natura. Quello per raggiungere questa doppia cascata, a dir poco scenografica, è un trekking intrigante, in una delle zone più affascinanti della Valchiavenna.

Per raggiungere le cascate, prendete come riferimento Borgonuovo, frazione di Piuro. Qui il torrente Acquafraggia compie un salto vertiginoso di 170 metri, tuffandosi letteralmente tra le rocce per raggiungere la valle.

Per chi ha voglia di camminare ed esplorare la zona, ricordo che da Borgonuovo di Piuro parte un sentiero ad anello che conduce ai borghetti di Savogno e Dasile, con vedute panoramiche sul salto della cascata impagabili.

6. Greenway del Lago di Como

La Greenway del Lago di Como NON è un’escursione in montagna ma una stupenda passeggiata di 11 chilometri su sterrato, mulattiera, acciottolato e asfalto.

La Greenway del Lago può essere percorsa interamente o in parte, in uno o più giorni.

Il sentiero collega Colonno a Griante e costeggia l’affascinante sponda occidentale del Lario, regalando ai trekker vedute e panorami belli da lasciare senza fiato.

Greenway del Lago di Como: parcheggi, itinerario, tappe e consigli
Villa Carlotta – Greenway del Lago di Como

Io l’ho percorsa in due giornate diverse, dividendola in due parti: un giorno ho percorso il tratto da Colonno al parcheggio di Villa del Balbianello e il secondo giorno l’ho completata raggiungendo Griante e la fine della Greenway.

Per approfondire Greenway del Lago di Como: parcheggi, itinerario, tappe e consigli

7. Val Vertova

Se non l’avete ancora visitata, è arrivato il momento di organizzare un’escursione in Val Vertova, in provincia di Bergamo. Molto frequentata dagli appassionati di natura selvaggia, la Val Vertova offre diverse possibilità di svago per gli appassionati di trekking.

Il sentiero delle cascate della Val Vertova è adatto a tutti, anche ai bambini: si tratta di una delle escursioni più belle da fare in Lombardia, un trekking emozionante guidato dal suono dell’acqua, a tratti delicato e rilassante, a tratti fragoroso e scrosciante.

Durante la passeggiata, che costeggia il ruscello e le cascatelle, ci si può fermare a fare un pic-nic. Chi non teme il freddo, non resisterà alla tentazione di fare un tuffo, in particolar modo nelle calde giornate estive.

8. Piani dei Resinelli

Volete organizzare un’escursione facile in Lombardia con vista mozzafiato?

La meta perfetta sono i Piani dei Resinelli, facilmente raggiungibili da Milano e per questo spesso molto affollati nei weekend e in Estate.

Primo consiglio: arrivate presto per trovare parcheggio quando l’affluenza è elevata!

Escursione ai Piani dei Resinelli: come arrivare alla passerella panoramica
Passerella panoramica dei Piani dei Resinelli

L’escursione parte dall’ampio parcheggio dei Piani dei Resinelli, nei pressi del “grattacielo”. La passeggiata è poco impegnativa e con dislivello minimo, quindi adatta a tutti.

Il sentiero attraversa il Parco Valentino fino a raggiungere diversi punti panoramici. Il più affascinante è quello in corrispondenza della passerella di 12 metri a sbalzo, aperta verso una veduta di impressionante bellezza, tra le più belle non solo della Valsassina ma dell’intera Lombardia.

Arrivati in cima potete fare un pic-nic oppure pranzare ai Piani dei Resinelli, dove troverete diversi rifugi e ristoranti (noi abbiamo mangiato al Rifugio S.E.L. che consiglio caldamente).

Per approfondire Escursione ai Piani dei Resinelli: come arrivare alla passerella panoramica

9. Lago di Endine

Se cercate idee per un’escursione facile in Lombardia che coniughi storia e natura, potete optare per una passeggiata ad anello attorno al Lago di Endine, un grazioso laghetto della Val Cavallina, in provincia di Bergamo.

La passeggiata è facile, per nulla faticosa e adatta anche alle persone meno allenate. Il dislivello è praticamente nullo e non siete obbligati a completare tutto il giro del Lago di Endine. Potete, infatti, percorrerne solo una parte e tornare indietro sul pezzo di sentiero percorso all’andata.

Lungo le sponde del Lago di Endine potete fare un pic-nic, pedalare lungo la pista ciclabile o, semplicemente, passeggiare godendo dello scenario fascinoso dello specchio d’acqua abbracciato dalla folta vegetazione.

Insieme ai bambini potrete fare la conoscenza degli animali acquatici che lo popolano, ma anche affittare un pedalò per trascorrere qualche ora all’insegna del relax, cullati dalle acque placide del lago.

10. Sentiero del Viandante

Se la Greenway del Lago di Como vi ha appassionato, è giunto il momento di spostarvi sulla sponda orientale del Lario e cimentarvi nell’altrettanto entusiasmante Sentiero del Viandante.

Il Sentiero del Viandante è più lungo e impegnativo della Greenway del Lago ma, anche in questo caso, nessuno vi obbliga a percorrerlo per intero nello stesso giorno (anche perché sono 45 chilometri in totale!).

Escursione alla Cascata del Cenghen: dove si trova, come raggiungerla, dove parcheggiare e quale sentiero percorrere
Sentiero del Viandante (Lombardia)

Scegliete una delle tappe e godetevi questo stupendo trekking che costeggia le meravigliose sponde del Lago di Como. E’ molto ben segnalato per tutta la sua lunghezza, quindi non avrete problemi a percorrerlo in autonomia.

In un susseguirsi di salite e discese, intervallate da panorami aperti verso il Lario, il Sentiero del Viandante vi condurrà da Abbadia Lariana fino a Piantedo, attraversando alcuni dei borghi più belli del ramo lecchese del Lago di Como.

11. Lago di Annone

Il Lago di Annone è un bel laghetto dell’Alta Brianza perfetto per una passeggiata facile in Lombardia, in particolar modo nella bella stagione, tra Primavera ed Estate.

La ciclopedonale del lago di Oggiono e Annone non presenta difficoltà tecniche di alcun tipo e il dislivello è praticamente nullo quindi potete percorrerla a piedi o in bicicletta in totale tranquillità, anche se non siete molto allenati.

La vera “chicca” da non perdere in zona è il Campo dei Fiori di Galbiate, ispirato ai tradizionali campi di tulipani olandesi “you-pick”. Un “you-pick garden” non è altro che un campo dove a raccogliere i fiori sono i visitatori.

Il bello del Campo dei Fiori di Galbiate è che in Primavera si possono raccogliere i tulipani mentre in Autunno puoi scegliere e raccogliere la tua zucca di Halloween.


6 vedute panoramiche raggiungibili in funivia o funicolare

Dopo i “grandi classici” delle escursioni facili in Lombardia, passiamo alle vedute panoramiche raggiungibili in funivia o funicolare.

Quando si può salire in vetta in comodità, perché non approfittarne? Una volta giunti in cima in funivia o funicolare potete regalarvi un’escursione in alta quota, anche se non siete allenatissimi o se avete con voi dei bambini piccoli.

1. Sasso del Ferro

Da Laveno Mombello, sul Lago Maggiore, grazie a una funivia con piccole cabine biposto aperte o chiuse, potete raggiungere il Sasso del Ferro (1.100 metri s.l.m.).

Il panorama dalla vetta è incantevole e abbraccia il Lago Maggiore, le Alpi, i laghi lombardi e la Pianura Padana.

Arrivati in vetta, potete approfittarne per pranzare al Ristorante Funivia: il ristorante vanta la presenza di una terrazza panoramica con veduta sul Lago Maggiore e sulle montagne decisamente invidiabile. Pranzo tipico lombardo con vista: cosa si può chiedere di più?

Lago Maggiore dall’alto: gita sulla funivia panoramica di Laveno Mombello
Funivia del Sasso del Ferro, Laveno Mombello (Lombardia)

Per approfondire Funivia del Lago Maggiore: cosa fare e vedere a Laveno Mombello

2. Piani d’Erna

Facilmente raggiungibili a piedi o con la funivia, i Piani d’Erna sono la meta ideale per una escursione in Lombardia in compagnia di tutta la famiglia.

Se volete salire ai Piani d’Erna in funivia, una volta arrivati in cima potete fare un pic-nic, divertirvi al Parco Avventura, oppure proseguire da lì con un’escursione (per esperti) verso il maestoso Resegone (1.875 metri s.l.m.).

3. Pigra

Volete ammirare una veduta del Lago di Como dall’alto davvero spettacolare?

Prendete la Funivia Argegno-Pigra e camminate seguendo il breve e comodissimo sentiero che arriva al belvedere.

Escursione sul Lago di Como: la funivia panoramica Argegno-Pigra
Funivia Argegno-Pigra (Lombardia)

La funivia collega Argegno, uno dei borghi più belli sul Lago di Como, a Pigra. Oltre al belvedere, se avete voglia di camminare, a Pigra c’è molto da vedere: da qui partono diversi sentieri di trekking.

In alternativa, dopo aver visto e fotografato il panorama da Pigra, potete scendere ad Argegno e trascorrere qualche ora in relax nel grazioso borghetto affacciato sul Lario.

Per approfondire Escursione sul Lago di Como: la funivia panoramica Argegno-Pigra

4. Piani di Bobbio

I Piani di Bobbio li abbiamo scoperti cercando una località sciistica adatta ai principianti in Lombardia. Oltre che per imparare a sciare, però, i Piani di Bobbio sono perfetti per un’escursione in montagna lontani dal caos della città e dalla calura estiva.

Si può salire comodamente in funivia e, una volta arrivati in corrispondenza dell’altopiano, ci si può incamminare lungo i numerosi sentieri di trekking per esplorare i dintorni dei Piani di Bobbio, suggestivi in tutte le stagioni.

5. Sacro Monte di Varese

Il Sacro Monte si trova a 5 chilometri dal centro di Varese e se non lo avete ancora visitato, vi consiglio di organizzare il prima possibile una gita fuori porta.

Si tratta di una vera e propria “via sacra”, che tocca 14 cappelle e un grande santuario posto alla fine del percorso. Il Sacro Monte di Varese è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni dell’Umanità (Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia).

La funicolare del Sacro Monte di Varese è il mezzo più comodo per raggiungere questa “montagna sacra” e fare una passeggiata facile fino al Santuario di Santa Maria del Monte.

6. Brunate

Quella che collega Como a Brunate è probabilmente la funicolare più nota della Lombardia insieme alla funicolare di Bergamo Alta.

Chi ha visitato Como, difficilmente ha rinunciato a salire in funicolare fino a Brunate per godere del bel panorama.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Faro Voltiano (Lago di Como)

Da Brunate, borghetto panoramico noto per la presenza di bellissime ville in stile liberty, si diramano diversi sentieri di trekking.

Una delle escursioni più amate è quella che da Brunate conduce al Faro Voltiano: raggiunto questo strano “faro di montagna”, potete usare una scala a chiocciola per salire fino in cima e restare sbalorditi dalla veduta a 360 gradi sul Lago di Como e sulle montagne.

Per approfondire:

Escursione al Faro Voltiano: il Lago di Como dall’alto

Funicolare Como-Brunate: il Lago di Como dall’alto (VIDEO)


12 escursioni e passeggiate insolite in Lombardia

Se vi piacciono i luoghi alternativi e le mete particolari, lasciatevi ispirare da questo elenco di escursioni facili e insolite in Lombardia.

1. Panchina gigante di Pilzone

Un trekking adatto a tutti e decisamente particolare è quello che conduce alla Panchina gigante di Pilzone. Questa Big Bench con vista è raggiungibile con una gradevole passeggiata senza particolari difficoltà per persone abituate a camminare in montagna.

Si parte da Pilzone e, seguendo l’antica Strada Valeriana, si giunge ad un punto panoramico affacciato sul Lago d’Iseo.

In corrispondenza del punto di arrivo dell’escursione c’è la panchina gigante (numero 73, verde) del Big Bench Community Project (BBCP), progetto ideato dall’artista americano Chris Bangle.

2. Torbiera di Pian Gembro e Torbiere del Sebino

Avete mai passeggiato in una torbiera? Le torbiere sono ambienti acquitrinosi caratterizzati dalla presenza di acqua stagnante e a bassa temperatura.

In questo habitat decisamente insolito, il ciclo biologico delle piante e delle alghe si svolge in maniera peculiare: nelle torbiere il materiale vegetale non si decompone completamente a causa dell’acidità dell’ambiente e, nel corso del tempo, depositandosi e accumulandosi, produce la torba.

La Torbiera di Pian Gembro è una torbiera di origine glaciale, risalente a 10mila anni fa. Si trova a Villa di Tirano, in provincia di Sondrio, ad appena 5 chilometri da Aprica.

Passeggiando tra passerelle e sentieri, potrete leggere informazioni e curiosità sulla torbiera nelle apposite bacheche illustrative. Questa escursione è un’ottima occasione per far scoprire qualcosa di nuovo ai bambini e, perché no, anche agli adulti!

Torbiere del Sebino: dove si trovano, come visitarle e MAPPA dei sentieri
Torbiere del Sebino (Lombardia)

Un percorso molto simile si trova sulla sponda meridionale del Lago d’Iseo, tra Iseo, Provaglio d’Iseo e Corte Franca, in Franciacorta. Sto parlando delle Torbiere del Sebino, un’area naturale protetta visitabile pagando un ticket d’ingresso di appena 1 Euro.

La Riserva Naturale Torbiere del Sebino è la meta perfetta per una passeggiata facile nella natura in Lombardia. I sentieri sono pianeggianti, sono completamente privi di criticità e costeggiano le scenografiche vasche dell’antica torbiera. Alcuni tratti di percorso sono “sospesi” sull’acqua: un sistema di ponticelli e passerelle in legno vi permetteranno di camminare tra le vasche, dedicandovi al birdwatching e all’osservazione del suggestivo paesaggio circostante.

Per approfondire Torbiere del Sebino: dove si trovano, come visitarle e MAPPA dei sentieri

3. Riserva delle Piramidi di Zone

Tra i luoghi “alternativi” perfetti per fare un’escursione diversa dal solito in Lombardia non posso non citare la Riserva delle Piramidi di Zone. La riserva si trova in località Cislano di Zone, in provincia di Brescia.

No, in Lombardia non ci sono le “piramidi” che tutti conosciamo! Le piramidi di cui sto parlando sono delle scenografiche formazioni rocciose alte fino a 30 metri.

A causa di un peculiare fenomeno erosivo, nel territorio di Zone sono venute a formarsi delle maestose guglie di roccia che sorreggono dei grossi massi. Le piramidi di Zone sono visibili tutto l’anno nell’omonima riserva istituita nel 1984.

4. Orrido di Bellano

L’Orrido di Bellano è uno dei miei posti preferiti nella zona del Lago di Como.

La visita all’Orrido di Bellano NON è propriamente un’escursione, più che alto una passeggiata facile, ma non potevo non citare questo “orrido” parlando di luoghi insoliti in Lombardia.

Il percorso si svolge su passerelle sospese e ripide scale in metallo che vi guideranno nell’attraversamento di un canyon di sorprendente bellezza.

Borghi più belli da vedere sul lago di como
Orrido di Bellano, Lago di Como (Lombardia)

Su entrambi i lati avrete alte pareti di roccia a strapiombo e sotto ai vostri piedi vedrete scorrere le vorticose acque del torrente Pioverna.

Giunti alla fine del percorso, si staglierà di fronte ai vostri occhi una tonante cascata, circondata da una vegetazione rigogliosa, tra le cui fronde riverberano suggestioni di giungla tropicale.

Per approfondire Orrido di Bellano: cos’è e come visitarlo

5. Funghi di Terra di Rezzago

I Funghi di Terra di Rezzago sono formazioni rocciose modellate da rari fenomeni erosivi.

Come suggerisce il nome, le formazioni ricordano dei giganteschi funghi che spuntano qua e là arricchendo l’escursione di un’atmosfera quasi magica.

Partendo dal paesino di Rezzago, si scende verso la cosiddetta “Valle dei Morti” e si imbocca un sentiero posto all’altezza della Chiesa della Madonna dei Morti che conduce al castagneto di Enco.

Lungo la strada non potrete non notare i protagonisti di questa escursione originale, i “funghi di terra”. La passeggiata piacerà agli adulti ma farà sognare ad occhi aperti i bambini: non perdetela!

6. Sentiero del Tracciolino

Voglia di un trekking insolito, stimolante dal punto di vista paesaggistico e adatto a tutti i livelli di preparazione? Scegliete il Tracciolino!

Il Sentiero del Tracciolino segue il tracciato di un’antica ferrovia, costruita negli anni ‘30 per collegare due valli, la Val dei Ratti e la Val Codera, e le rispettive dighe.

L’escursione si svolge lungo i vecchi binari del treno, tra passaggi scavati nella roccia, misteriose gallerie e vedute panoramiche aperte verso le montagne e, a tratti, a picco sul lago.

7. Colma e Muro di Sormano

La Colma di Sormano è un luogo che gli appassionati di ciclismo avranno di certo sentito nominare in più di un’occasione. Si tratta di un passo situato a 1.124 metri di altitudine, nel Triangolo lariano, posto in posizione panoramica.

Dalla Colma di Sormano con una piacevole escursione di un’ora e mezza si può raggiungere il Monte Palanzone e godere di una veduta suggestiva. Sempre dalla Colma parte il sentiero per salire sulla vetta del Monte San Primo.

Se non vi va di camminare, però, potete arrivare direttamente in auto e fare un pic-nic oppure fermarvi a mangiare al Ristorante La Colma e poi fare una passeggiata nella natura.

Nei pressi della Colma si trova anche il Muro di Sormano, una strada in forte pendenza divenuta celebre dopo essere stata inserita nel percorso del Giro di Lombardia nel 1960 allo scopo di fare selezione tra i partecipanti.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Colma di Sormano (Lombardia)

La pendenza media del Muro di Sormano è del 17% con punte del 27%!

Il Muro di Sormano è una delle salite epiche del ciclismo italiano ed è stato soprannominato “la pista ciclabile più dura al mondo”.

Noi abbiamo percorso il Muro di Sormano per intero a piedi, imboccandolo da una stradina che incrocia la SP44 (Via del Tivano) appena fuori dal centro abitato di Sormano e arrivando fino alla Colma.

8. Diga del Gleno

La Diga del Gleno, in Val di Scalve, è nota ai più a causa del catastrofico cedimento strutturale che nel 1923 ne causò il collassamento, provocando un improvviso rilascio d’acqua che uccise più di 300 persone che vivevano nei paesini sottostanti.

Un sentiero di trekking oggi permette di raggiungere ciò che resta della Diga di Gleno: si parte da Vilminore di Scalve (località Pianezza) e si segue il sentiero superando prati, boschi e piccoli agglomerati di baite fino a giungere alla diga in un’ora e mezza circa di cammino.

9. Consonno

E’ conosciuta con il soprannome di “Las Vegas abbandonata della Brianza” e, parlando di luoghi insoliti in Lombardia, non posso non citarla: sto parlando ovviamente della città abbandonata di Consonno.

Se non l‘avete mai sentita nominare è arrivato il momento di organizzare una bella gita fuori porta!

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Borgo abbandonato di Consonno (Lombardia)

Ho già raccontato in un post precedente la storia di Consonno e spiegato come arrivare e cosa vedere in questo luogo ormai fantasma ma protagonista in passato di una vicenda talmente folle da sembrare inventata.

Per approfondire Borgo abbandonato di Consonno: come arrivare e visitare la Las Vegas fantasma della Brianza

10. Clanezzo e il Ponte che balla

Una meta adatta a un’escursione alternativa è Clanezzo con il suo Ponte che balla. Come lascia intuire il nome, si tratta proprio di un ponte a passerella che non di rado si muove e ondeggia (“balla” appunto).

Il Ponte che balla di Clanezzo è sospeso al di sopra del Fiume Brembo, è lungo ben 74,5 metri ed è percorribile gratuitamente.

A differenza dei ponti tibetani moderni che stanno comparendo un po’ dovunque in Italia, il Ponte che balla di Clanezzo è antico: venne costruito nel 1878 per permettere il raggiungimento della sponda opposta del fiume con facilità, in sostituzione al traghetto in uso fino a quel momento.

11. Ponte nel cielo

Dopo il Ponte che balla passiamo al Ponte nel cielo…

Il Ponte nel Cielo si trova in Valtellina, per la precisione nella Val Tartano. Questo ponte sospeso è lungo 234 metri e collega Campo Tartano a Frasnino.

Passeggiando sul Ponte nel Cielo vi troverete a ben 140 metri di altezza, sospesi al di sopra del torrente Tartano. La veduta spazia su tutta la vallata fino al lago artificiale creato dallo sbarramento della Diga di Colombera.

Il Ponte nel Cielo della Val Tartano è uno dei ponti tibetani più alti d’Europa! Sconsigliato a chi soffre di vertigini è al contrario la meta perfetta per chi vuole fare un’escursione adrenalinica e diversa dal solito.

12. Belvedere di Civenna

Più che un’escursione vera e propria, in questo caso si tratta di una passeggiata facile, che a mio parere, però, va inserita tra le gite imperdibili in Lombardia se vi piacciono i luoghi insoliti.

Cosa c’è di speciale a Civenna (Bellagio)? Un panorama bello da mozzare il fiato.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Civenna, Bellagio (Lombardia)
Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Civenna, Bellagio (Lombardia)

In realtà i punti panoramici sono diversi: due in particolare, la Panchina gigante (numero 137, gialla) e il Monumento ai Caduti del Motociclismo, sono praticamente collegati tra loro da una passeggiata pedonale con vista sul ramo lecchese del Lario.

Parcheggiate in prossimità di uno dei due punti panoramici e raggiungete l’altro a piedi, sfruttando la comoda passeggiata pedonale acciottolata: fidatevi, ogni 10 passi vi fermerete a fotografare e ammirare la veduta dall’alto sul ramo lecchese del Lario.

Per approfondire Panchina gigante di Civenna sul Lago di Como: dove si trova e come arrivare


15 escursioni da fare con i bambini in Lombardia

Passiamo ora alle escursioni a misura di bimbo: ecco una lista di trekking e passeggiate da fare in Lombardia con i bambini.

Si tratta di sentieri facili, con poco dislivello e possibili da percorrere in sicurezza con i “piccoli di casa”. Chi lo dice che si deve rinunciare al trekking se si hanno dei figli piccoli!

1. Lago Palù

L’escursione al Lago Palù, in Valmalenco, è facilissima e stimolante dal punto di vista paesaggistico.

E’ un trekking che si presta particolarmente ad essere fatto con i bambini, che non faranno fatica a raggiungere questo laghetto alpino posto a 1.950 metri s.l.m. e circondato da fitti boschetti di conifere.

Il sentiero per il Lago Palù inizia Chiesa in Valmalenco (località San Giuseppe). Sulle sponde del lago potete fare un pic-nic, lasciar giocare i bambini nella natura e mangiare qualcosa al rifugio posto proprio in riva allo specchio d’acqua alpino.

2. Lago del Segrino

Il Lago del Segrino è un pittoresco laghetto brianteo interamente circondato da una pista ciclopedonale.

Attorno al Segrino potete fare una passeggiata in compagnia dei bambini, fare un pic-nic in riva al lago, fermarvi per uno snack o un gelato al Lido del Segrino e, addirittura, trascorrere una giornata in spiaggia in totale relax.

Giro del Lago del Segrino a piedi: passeggiata facile
Lago del Segrino (Como)

Il Lido del Segrino vanta la presenza di una spiaggetta attrezzata con ombrelloni e lettini, uno dei luoghi più belli dove andare in spiaggia e fare il bagno in Lombardia. L’acqua è fredda ma in Estate un po’ di refrigerio è sempre gradito!

Per approfondire Giro del Lago del Segrino a piedi: passeggiata facile per tutta la famiglia

3. Sentiero Spirito del Bosco

Il Sentiero Spirito del Bosco è uno dei trekking per famiglie più noti della Lombardia.

Il sentiero inizia a Canzo, in località Fonti di Gajum (o Fonte Gajum o Sorgente Gajum).

Da qui si arriva a Prim’Alpe, in circa 50 minuti. Da Prim’Alpe, all’altezza di una fontanella in pietra, basterà seguire le indicazioni per “Sentiero Spirito del Bosco”.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Sentiero Spirito del Bosco, Canzo (Lombardia)
Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Sentiero Spirito del Bosco, Canzo (Lombardia)
Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Sentiero Spirito del Bosco, Canzo (Lombardia)

Tra le escursioni per bambini in Lombardia questa è certamente una delle più divertenti, perché verrete “accompagnati” nella vostra passeggiata nei boschi da animali, gnomi, spiritelli e personaggi di fantasia scolpiti nel legno. Alla fine del “Sentiero Spirito del Bosco” raggiungerete Terz’Alpe, dove potrete fermarvi a mangiare al rifugio o fare un pic-nic in un prato.

Questa è una escursione per famiglie all’insegna della magia e ai bambini sembrerà davvero di trovarsi in un mondo incantato abitato da creature fatate! Unica raccomandazione: trattandosi di un trekking abbastanza lungo e tutto in salita, valutate con attenzione se è adatto alla preparazione fisica e alla resistenza dei vostri “piccoli trekker”.

Per approfondire Sentiero Spirito del Bosco a Canzo: come arrivare, parcheggi, percorso e rifugio

4. Lago di Montorfano

Un altro lago brianteo che potete scegliere come meta di una gita fuori porta in famiglia è il Lago di Montorfano. Insieme ai bambini potete percorrere il sentiero (in parte sterrato e in parte asfaltato) che costeggia le rive del lago, girando tutt’intorno allo specchio d’acqua.

Il Lago di Montorfano è soprannominato “lago delle fiabe” per la sua atmosfera incantata, quasi mistica.

Gita fuori porta al Lago di Montorfano con passeggiata facile
Lago di Montorfano (Lombardia)

Ai bambini piacerà esplorare il bosco e scoprire il mondo delle piante e degli animali acquatici: anatre e folaghe nuotano tra le ninfee; i pesci si avvicinano alla superficie dell’acqua, talmente trasparente da permettervi di vedere il fondo; tartarughe e ranocchi non di rado si lasciano guardare dai passanti. Al Lago di Montorfano si divertiranno sia gli adulti che i bambini!

Per approfondire Gita fuori porta al Lago di Montorfano con passeggiata facile

5. Parco Faunistico Le Cornelle

Non è una vera e propria escursione ma vale la pena citare il Parco Faunistico Le Cornelle tra le gite fuori porta da fare in Lombardia con i bambini.

Questo parco zoologico, esteso su 126.000 metri quadrati, è abitato da tantissime specie animali provenienti da ogni angolo del mondo.

Il parco si trova sulla sponda orientale del Fiume Brembo ed è visitabile esclusivamente a piedi seguendo un itinerario molto adatto alle famiglie con bambini.

All’interno del Parco Faunistico Le Cornelle potete fare un pic-nic nelle aree attrezzate con tavoli e panche oppure mangiare in uno dei ristoranti della struttura. E’ tutto a misura di famiglia quindi se volete fare una gita con i bimbi senza stress questo è il posto giusto!

6. Sentiero delle Espressioni

Simile al Sentiero Spirito del Bosco di Canzo, il Sentiero delle Espressioni di Schignano vi proietterà in una dimensione fiabesca, dove i bambini potranno lasciare libera la fantasia, divertendosi a individuare le numerose sculture in legno nascoste tra gli alberi lungo l’intero percorso.

Partendo da di Schignano, in provincia di Como, il sentiero si addentra nella Foresta Regionale Valle Intelvi.

Dopo un primo tratto facilissimo, il Sentiero delle Espressioni raggiunge un agriturismo, dove ci si può fermare per mangiare, e prosegue verso un tratto sempre abbordabile, ma più impervio, che arriva fino alla cima del Monte Comana (1.215 metri s.l.m.), dalla quale si gode di un panorama splendido sul Lago di Como.

7. Rifugio Martina

Il Rifugio Martina è un ristorante di montagna con terrazza panoramica affacciata sul Lago di Como. La loro specialità è la polenta, disponibile in tante sfiziose versioni: “uncia”, con stinco, con brasato, al gorgonzola e molto altro.

Circondato da ampi prati sono si può prendere il sole, riposarsi o fare un pic-nic, questo rifugio è la meta perfetta per una passeggiata in montagna con i bambini in Lombardia.

Dalla Madonna del Ghisallo si sale in auto verso Piano Rancio, seguendo le apposite indicazioni. Parcheggiata l’auto in un piccolo posteggio sterrato, si supera un cancelletto e si cammina per appena 20 minuti fino al Rifugio Martina su un sentiero sterrato ben battuto, ampio e sicuro per i bambini.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Rifugio Martina, Lezzeno (Lombardia)

Arrivati al rifugio potete fermarvi a pranzo (la prenotazione è vivamente consigliata, dato che i posti sono limitati) oppure passeggiare alla scoperta dei dintorni.

Dal Rifugio Martina si può salire fino alla vetta del Monte San Primo ma ve lo sconsiglio se avete bambini con voi, perché il sentiero è molto in pendenza e in diverse parti decisamente impegnativo. Restate nei dintorni del rifugio e godete della bellezza della natura e del panorama, lasciando le salite in vetta ad altri momenti.

8. Riserva Naturale delle Valli del Mincio

Se volete avvicinare i vostri bambini all’affascinante mondo degli uccelli acquatici, organizzate un’escursione in famiglia nella Riserva Naturale delle Valli del Mincio.

La fauna è varia: potrete avvistare anatre, germani reali, svassi, falchi, tuffetti, aironi, ma anche rane, tritoni, tartarughe e gamberi di fiume. Tutto ciò circondati da un paesaggio fluviale pittoresco, caratterizzato da stretti canali e piccoli specchi d’acqua popolati da canne, ninfee, ibischi di palude, fiori di loto e castagne d’acqua.

La riserva è ben organizzata: ci sono punti ristoro dove mangiare, c’è la possibilità di percorrere piste ciclabili che costeggiano il fiume, si possono noleggiare delle canoe per esplorare i dintorni oppure fare delle escursioni su particolari battelli ecologici che si addentrano tra ninfee e canneti.

9. Pian delle Betulle

Caprette e mucche al pascolo, grandi prati verdi, vedute sulle montagne belle da perdere il fiato: siamo al Pian delle Betulle, una località di montagna a meno di 2 ore da Milano.

Per salire al Pian delle Betulle dovete raggiungere Margno, in provincia di Lecco. Una volta posteggiata l’auto, vi basterà prendere la funivia e lasciarvi portare in vetta senza fare alcuno sforzo. In alternativa potete salire a piedi dall’Alpe Paglio con una piacevole passeggiata di 20-25 minuti.

Escursione facile al Pian delle Betulle: dall'Alpe Paglio a Larice Bruciato
Pian delle Betulle (Lombardia)

Essendo comodo da raggiungere e adattissimo ad essere visitato con i “piccoli di casa”, il Pian delle Betulle è molto gettonato dalle famiglie che vogliono fare un’escursione adatta ai bambini in Lombardia.

E’ una meta adatta a tutte le stagioni. In Inverno si può sciare, in Primavera e in Estate si possono fare belle passeggiate in montagna e in Autunno si può ammirare il foliage.

Per approfondire Cosa fare al Pian delle Betulle: escursione facile a Larice Bruciato

10. Sighignola (Balcone d’Italia)

La Sighignola è uno dei luoghi più noti per godere di un bel panorama dall’alto senza fare troppo sforzo.

Ci si può arrivare in diversi modi ma il sentiero più adatto ai bambini è quello che parte nei pressi del Ristorante “La Baita” di Lanzo D’Intelvi (Como). Posteggiate qui l’auto e iniziate la camminata che in meno di mezz’ora vi condurrà al “Balcone d’Italia”.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Sighignola – Balcone d’Italia (Lombardia)

Una volta arrivati in cima, potrete godere di una veduta dall’alto di straordinario fascino: dalla terrazza naturale la vista spazia dal Lago di Lugano alle Alpi Grigionesi, fino al Monviso e agli Appennini. Ci sono anche un chioschetto, tavolini per un pic-nic e un parco giochi per far divertire i bimbi.

11. Sentiero del Sole

Spostiamoci nella zona del Lago Maggiore per scoprire un bel sentiero adatto ai bambini che piacerà tanto anche agli adulti.

Il Sentiero del Sole di Agra, in provincia di Varese, vi condurrà a diversi punti panoramici affacciati sul Lago Maggiore senza particolare fatica. Il dislivello è minimo, il percorso è ben segnalato e l’escursione è adatta a tutta la famiglia.

Durante la passeggiata non potete rinunciare a fare una sosta presso il Belvedere Zucoli e il Belvedere Mandelli per guardare e fotografare i panorami da cartolina che vi si apriranno di fronte. Tornerete a casa a fine giornata con il ricordo di una divertente escursione in famiglia e con la scheda di memoria della macchina fotografica piena di scatti.

12. Pin Ümbrela

L’escursione fino al Pin Ümbrela è un po’ in salita, ma non è lunga ed è adatta anche ai bambini abituati a camminare.

Il sentiero attraversa una delle zone più suggestive del Parco Regionale Spina Verde di Como: si parte da Cavallasca (Como) e si seguono le indicazioni per il Sentiero 7 del Parco della Spina Verde fino a raggiungere un punto panoramico con affaccio sul Lago di Como.

40 cose da fare e vedere sul Lago di Como: borghi, escursioni, gite fuori porta e luoghi insoliti
Pin Ümbrela, Lago di Como (Lombardia)

Giunti al punto panoramico, troverete un balcone in legno a strapiombo dove potrete salire per godere della veduta dall’alto sul Lario e sulla città di Como. In prossimità del belvedere, chiamato Pin Ümbrela, sono state predisposte anche panche, sedute in legno e tavoli per pic-nic.

Lungo il sentiero incontrerete altri punti d’interesse, come alcune trincee della Linea Cadorna. Proseguendo con l’escursione, poco più avanti potete eventualmente raggiungere anche il Fortino del Monte Sasso, dotato di scale e passaggi scavati nella roccia, ricoveri per i soldati, gallerie, postazioni per le mitragliatrici, depositi per le munizioni, trincee e tutto ciò che occorreva per la protezione di chi era all’interno di questa grande struttura difensiva.

Questa escursione può essere uno spunto per avvicinare i bambini più grandi e i ragazzi ad un pezzo di storia italiana nascosto tra le montagne al confine tra Italia e Svizzera, quello della “Frontiera Nord”. La cosiddetta Linea Cadorna era un articolato sistema difensivo costruito tra il 1899 e il 1918 al fine di proteggere alcuni poli italiani (Torino, Milano e Brescia) dagli attacchi provenienti da Nord. Nel Parco Regionale Spina Verde di Como potrete vederne alcuni resti molto ben conservati e facilmente raggiungibili.

13. Pozze di Erve

Le Pozze di Erve sono un luogo davvero magico, la meta ideale per un’escursione in Lombardia con i bambini se vi piacciono le passeggiate tra boschetti, ruscelli e cascate.

Dove si trovano le Pozze di Erve? In provincia di Lecco, ai piedi del Resegone, nel paesino omonimo di Erve.

Quando andrete alle Pozze di Erve non dimenticate di indossare scarpe da trekking e costume da bagno. Ebbene sì, si può fare anche il bagno ma vi avviso che la temperatura dell’acqua non è proprio caraibica!

L’unica accortezza che dovete avere prima di visitare le Pozze di Erve è informarvi in merito al numero chiuso, perché nei periodi di grande affluenza il Comune limita, per ovvie ragioni, gli accessi a queste stupende piscinette naturali.

14. Castello dell’Innominato

Il Castello dell’Innominato ha un nome che non vi suonerà nuovo se avete familiarità con i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.

A pochi chilometri da Lecco, adagiato su un punto panoramico, questo castello è raggiungibile percorrendo un sentiero facile, adatto anche ai bambini, che parte dal Santuario di San Girolamo Emiliani dei Padri Somaschi di Somasca, frazione di Vercurago (Lecco).

L’escursione dura circa mezz’ora e non presenta particolari criticità, caratteristica che la rende perfetta per un trekking in Lombardia in compagnia dei bambini. Arrivati alla Rocca dell’Innominato (o, meglio, al suo rudere) il panorama si apre verso il Lago di Garlate, la Valle San Martino e il Monte Barro. Che spettacolo!

La leggenda vuole che questo luogo sia stato d’ispirazione a Manzoni per il Castello dell’Innominato descritto nei Promessi Sposi.

15. Oasi di Baggero

Cercate un’idea per un’escursione in Lombardia con i bambini un po’ diversa dal solito? Andate all’Oasi di Baggero di Merone (Como), all’interno del Parco Regionale della Valle del Lambro.

Questa area veniva un tempo sfruttata per l’estrazione della marna ma il suo passato minerario è ormai solo un lontano ricordo in quanto l’Oasi di Baggero è stata oggetto di un’attenta riqualificazione.

Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Oasi di Baggero (Lombardia)
Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Oasi di Baggero (Lombardia)

Le vecchie cave di marna della cementeria di Merone sono state trasformate in laghetti e, tutt’intorno, sono stati realizzati percorsi ciclopedonali. All’interno del parco è stata anche predisposta un’area gioco per i bambini e una zona dedicata ai pic-nic.

Imperdibile, infine, una sosta di fronte alla scrosciante cascata dell’oasi, che lascerà a bocca aperta i bimbi ma anche gli adulti. E, se sarete fortunati, magari l’escursione sarà allietata dall’incontro con qualche simpatico uccello acquatico.

Per approfondire Oasi di Baggero: dove si trova, come arrivare e cosa vedere


Passeggiate ed escursioni facili in Lombardia: 43 idee per una gita nella natura
Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!


Cercate altre idee per una gita fuori porta in Lombardia? Date un’occhiata a questi consigli di viaggio.

40 gite fuori porta e luoghi da vedere vicino a Milano

40 cose da fare e vedere sul Lago di Como

22 cose da fare e vedere sul Lago di Garda

Written by Lucia D'Addezio

Viaggiatrice seriale, fotografa per passione e scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella sua borsa sono: un fornito beauty case, la sua fedele macchina fotografica, carta e penna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.