in

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam (Giorno 2)

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Un giardinetto fiorito nel Begijnhof

Organizzare un itinerario ad Amsterdam che, con solo un weekend lungo a disposizione, permettesse di vedere tutto (o quasi) è stato difficile ma alla fine il risultato è stato soddisfacente sotto ogni punto di vista.

Stai per partire per Amsterdam e ti serve un aiuto per creare il tuo itinerario di viaggio? Se ancora non lo avessi fatto, leggi l’itinerario del mio primo giorno ad Amsterdam.

Le tappe principali sono: Piazza Dam, la Nieuwe Kerk, la Oude Kerk, l’Oudezijds Voorburgwal, la zona della Stazione centrale di Amsterdam, la “Cerchia dei canali” e, per concludere, la Casa-museo di Anna Frank. Una cena a base di Pancake olandesi e Waffle ha fatto da chiusa alla prima giornata di esplorazione della città.

Le cosa da fare e vedere ad Amsterdam, però, sono ancora molte. Il giro turistico continua con il resoconto del secondo giorno in città.

Il mio itinerario per visitare Amsterdam in 3 giorni prosegue con alcune delle attrazioni turistiche più celebri e suggestive della città, come il Bloemenmarkt (Mercato dei fiori), il Begijnhof, il Rijksmuseum e il Museo di Van Gogh. Durante il mio secondo giorno ad Amsterdam ho anche fatto una entusiasmante crociera sul canale, un’esperienza che ti consiglio di non farti sfuggire quando sarai in Olanda!

Itinerario per visitare Amsterdam in 3 giorni

Giorno 2

  1. (colazione) Starbucks in Rembrandtplein
  2. Ponte dei 15 ponti
  3. Mercato dei fiori
  4. Singel
  5. Begijnhof
  6. Westerkerk
  7. Canal tour (Casa di Anna Frank – Stazione centrale)
  8. Orto Botanico
  9. (pranzo) Café Hans and Grietje
  10. Rijksmuseum (solo esterno)
  11. Museo Van Gogh
  12. (cena e giostre) Piazza Dam
  13. Passeggiata nel quartiere a luci rosse

***

1. (colazione) Starbucks in Rembrandtplein

La seconda giornata ad Amsterdam non poteva che iniziare con una sostanziosa colazione. Dall’Hotel The Bird (dove abbiamo pernottato) abbiamo raggiunto la limitrofa Rembrandtplein, che il giorno precedente non avevamo ancora visitato, e abbiamo fatto colazione da Starbucks.

Nella piazza intitolata al famoso pittore Rembrandt (all’anagrafe Rembrandt Harmenszoon van Rijn, nome “facilissimo” da pronunciare per noi Italiani!) facciamo il primo incontro con l’artista che più di ogni altro ha contribuito a rendere gloriosa la Gouden Eeuw, l’età dell’oro olandese (XVII secolo).

La statua di Rembrandt vigila dall’alto sulla “sua” piazza, dove è stata anche installata una riproduzione in bronzo della famosa “Ronda di notte”.

Su Rembrandtplein si affacciano numerosi bar, caffè e ristorantini. E’ anche una zona molto vivace di notte, grazie alla presenza di locali e discoteche.

2. Ponte dei 15 ponti

Salutata la ridente Rembrandtplein, ci spostiamo all’angolo tra Herengracht e Reguliersgracht. Qui c’è un ponte “speciale” di Amsterdam, dal quale, grazie all’incrocio di diversi canali, si possono vedere ben 14 ponti. Per questo è stato soprannominato il “Ponte dei 15 ponti”.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Il “Ponte dei 15 ponti” è uno dei ponti più particolari di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Un battello naviga sotto il “Ponte dei 15 ponti”

Se ti piacciono i luoghi “alternativi” e particolari, ti consiglio di farvi tappa. Puoi scattare qualche foto o semplicemente osservare il panorama, con i ponti che si sovrappongono all’orizzonte e le imbarcazioni che percorrono i placidi canali sottostanti. Sotto la luce tersa del mattino, questa zona di Amsterdam è ancor più pittoresca.

3. Mercato dei fiori

Passiamo adesso ad una delle attrazioni di Amsterdam più visitate dai turisti. Il Bloemenmarkt (Mercato dei fiori) è l’unico mercato galleggiante d’Europa interamente dedicato alla vendita di fiori, semi e bulbi. Al posto delle classiche bancarelle, il Mercato dei fiori di Amsterdam è ospitato all’interno di chiatte adibite a negozi galleggianti.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Le bancarelle galleggianti del Mercato dei fiori di Amsterdam

Il Mercato dei fiori di Amsterdam è un luogo unico nel suo genere. L’apertura del Bloemenmarkt risale al 1862. All’epoca nella città di Amsterdam le “vie d’acqua” erano il mezzo più comodo e veloce per trasportare le merci dalla periferia al centro (e viceversa). Anche per i fiori valeva il medesimo criterio e non di rado i commercianti di fiori vendevano le loro merci direttamente dalle chiatte, esponendo piante, bulbi e semi sulle imbarcazioni, senza scendere a terra.

Gradualmente le chiatte del Mercato dei fiori sono diventate “stabili” e oggi il Bloemenmarkt ha il suo posto fisso sul canale Singel, tra Muntplein e Koningsplein. Qui potrai passeggiare tra le bancarelle galleggianti e comprare qualche souvenir floreale da portare ad amici e parenti.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Bulbi in vendita al Mercato dei fiori di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Al Mercato dei fiori di Amsterdam non poteva mancare un “Cannabis Starter kit”
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Uno dei negozi galleggianti del Mercato dei fiori di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Bulbi di tulipani in vendita al Mercato dei fiori di Amsterdam

I bulbi di tulipani vanno letteralmente a ruba tra i turisti e anche io mi sono lasciata tentare dall’acquisto!

4. Singel

Dal Mercato dei fiori basta seguire il corso del canale Singel per regalarsi una gradevole passeggiata in uno dei quartieri più caratteristici di Amsterdam. Non avere fretta! Una sorpresa attende i viaggiatori più attenti…

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
La Krijtberg Kerk, lungo il canale Singel
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
A breve distanza dalla Krijtberg Kerk c’è una “sorpresa”…

Quando avvisterai all’orizzonte la silhouette della neogotica Krijtberg Kerk preparati a svoltare sulla destra e addentrarti nei vicoletti che conducono al Begijnhof.

5. Begijnhof

L’anonima porta del Begijnhof non rende giustizia al cortiletto interno, celato agli occhi indiscreti dei turisti meno accorti. Il “cortile delle beghine” è circondato da più di 150 piccole abitazioni risalenti al XV-XVIII secolo.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
La porta del Begijnhof: se la trovi chiusa, prova a spingerla per entrare nel cortiletto

Il Begijnhof (il più antico tra gli hofjes – cortiletti – di Amsterdam) fu fondato nel 1346 da una confraternita di “beghine”, delle donne nubili che non avevano preso i voti ma che, di fatto, vivevano uno stile di vita monacale, dedicandosi anima e corpo ad aiutare i bisognosi.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Il Begijnhof è il più antico tra gli hofjes di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Il Begijnhof è abitato: rispetta il silenzio e la tranquillità del luogo
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Un giardinetto fiorito nel Begijnhof
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
La casa più antica di Amsterdam è al civico 34 del Begijnhof

Al numero 34 del Begijnhof c’è la casa più antica di Amsterdam, risalente alla fine del 1400 e riconoscibile per la facciata in legno di colore nero.

Il Begijnhof è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00.

6. Westerkerk

Lasciatoci alle spalle il Begijnhof, torniamo nei pressi della Casa-museo di Anna Frank. Il giorno precedente avevamo tralasciato la Westerkerk.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Westerkerk (interno)

Arrivati alla Westerkerk la visitiamo all’interno (l’ingresso è gratuito) e siamo tentati di salire sul campanile (anche se alla fine decidiamo di non farlo per non sprecare tempo prezioso).

Le campane della Westertoren sono quelle citate nel Diario di Anna Frank: i loro rintocchi “tengono compagnia” ad Anna durante gli anni di reclusione nella casa in Prinsengracht 263.

Di fronte alla chiesa c’è una piccola statua che ricorda Anna Frank.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
La statua di Anna Frank di fronte alla Westerkerk

La Westerkerk (Chiesa dell’Ovest) è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10:00 alle 15:00, tranne la Domenica. Anche il campanile della chiesa, la Westertoren, è visitabile: c’è un tour guidato ogni 30 minuti al costo di 7 Euro.

7. Canal tour (Casa di Anna Frank – Stazione centrale)

Proprio di fronte alla Casa di Anna Frank parte la Canal Cruise “See Amsterdam”, che decidiamo di prendere per tornare alla Stazione centrale. Il tour in barca sul canale è gratis con la I Amsterdam City Card.

Noi abbiamo scelto la linea blu (Blue Canal Tour) che dalla Casa di Anna Frank segue il corso del Prinsengracht, raggiunge il Quartiere dei Musei (Museo di Van Gogh, Rijksmuseum, Heineken Brouwerij, Concertgebouw e Vondelpark) e, immettendosi nell’Amstel, ritorna verso la Stazione centrale di Amsterdam.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam

Con il battello si passa anche sotto il Magere Brug (il “Ponte magro”), uno dei luoghi più romantici della città. La leggenda vuole che un bacio sotto il Magere Brug assicurerà alla coppia un matrimonio lungo e felice nonché eterna fedeltà tra gli sposi. E’, per questa ragione, uno dei luoghi privilegiati per le proposte di matrimonio.

Il Canal tour è molto piacevole e offre una nuova prospettiva sulla città che, guardata dall’acqua, è ancor più affascinante. Non a caso Amsterdam è stata ribattezzata la “Venezia del Nord”.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Il Magere Brug (Ponte magro) è tra i ponti più famosi di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Canal tour ad Amsterdam

8. Orto Botanico di Amsterdam

Dalla Stazione centrale, dove scendiamo dal battello del Canal tour, prendiamo la metropolitana per cercare di avvicinarci al Quartiere dei Musei. E’ arrivato il momento di visitare il Museo Van Gogh, una delle tappe imprescindibili di un itinerario ad Amsterdam impeccabile.

Scendiamo alla fermata Waterlooplein e, per caso, ci ritroviamo di fronte all’Orto botanico di Amsterdam. Scopriamo che l’ingresso è gratis con la I Amsterdam City Card e, attirati dagli sfavillanti colori dei fiori appena sbocciati nei pressi di un canale, decidiamo di fare un piccolo detour e visitare l’Orto botanico.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Aiuole fiorite nei pressi dell’Orto botanico di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
L’Orto botanico di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Passeggiando nell’Orto botanico di Amsterdam

Fondato nel 1638, l’Orto botanico di Amsterdam è uno dei più antichi al mondo. Nato come Hortus Simplicium (dove venivano coltivate erbe medicinali e droghe naturali), oggi è un bel giardino botanico che ospita più di 6.000 alberi, piante autoctone e tropicali, api, farfalle e piccoli animali.

9. (pranzo) Café Hans en Grietje

Lo stomaco inizia a brontolare e, dopo aver raggiunto il Quartiere dei Musei a piedi (non senza difficoltà), arriva il momento di rifocillarci. Già vediamo all’orizzonte l’imponente edificio che ospita il Rijksmuseum.

I tavolini all’aperto del Café Hans en Grietje (Spiegelgracht 27), però, sono irresistibili, dato che è uscito il sole e abbiamo un languorino difficile da placare. Ci fermiamo, quindi, per il pranzo: Omelette vegetariana con contorno di insalata e Pancake dolce.

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Café Hans en Grietje, Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Pranzo olandese al Café Hans en Grietje

10. Rijksmuseum (solo esterno)

Il Rijksmuseum è “impegnativo” come museo, quindi ci limitiamo a guardarlo dall’esterno e a scattare qualche foto in prossimità della nota scritta bianca e rossa “I Amsterdam” (che di certo avrai visto immortalata da amici e parenti che hanno visitato la città prima di te).

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
La scritta “I Amsterdam” presso il Rijksmuseum
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Tulipani “galleggianti” al Rijksmuseum

Lo scatto compulsivo davanti al Rijksmuseum non si limita alla scritta “I Amsterdam”. La vasca con le installazioni di tulipani colorati galleggianti, circondata da un pullulare di turisti, che apre lo sguardo sul Rijksmuseum in tutta la sua maestosità, è a dir poco invitante per gli amanti della Fotografia.

Weekend ad Amsterdam: consigli di viaggio
Il Rijksmuseum è uno dei musei più famosi di Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Gioco di riflessi al Rijksmuseum

La visita all’interno del Rijksmuseum, però, è rimandata al terzo giorno, quando avremo più tempo da dedicargli. Ci dirigiamo, invece, verso il Museo di Van Gogh.

11. Museo Van Gogh

Appena arriviamo c’è già una corposa fila che attende di entrare nel museo. Per fortuna con la I Amsterdam City Card abbiamo l’ingresso rapido (skip-the-line) e non paghiamo il costo del biglietto (senza la Amsterdam Card il biglietto costa 17 Euro).

Il Museo Van Gogh di Amsterdam custodisce la collezione di opere di Van Gogh più vasta e importante del mondo. Oltre alla collezione permanente (200 dipinti, 500 disegni, più di 700 lettere e una collezione personale di stampe giapponesi appartenuta al pittore), il museo espone opere di Impressionisti e Post-Impressionisti (XIX secolo), di artisti ispirati dalle novità introdotte da Van Gogh, di amici e contemporanei del pittore.

Dato che il museo chiude alle 17, ho deciso di prendere l’audioguida (costo: 5 Euro) e seguire il percorso museale “sintetico”, focalizzato sulle opere più importanti  di Van Gogh.

Tra le opere più celebri di Van Gogh esposte nel museo di Amsterdam ci sono:

  • I mangiatori di patate (1885)
  • Natura morta con Bibbia (1885)
  • Giapponeseria: Oiran (1887)
  • La camera di Vincent ad Arles (1888)
  • La casa gialla (1888)
  • La sedia di Gauguin (1888)
  • Ramo di mandorlo in fiore in un bicchiere (1890)
  • Campo di grano con volo di corvi (1890)

12. (cena e giostre) Piazza Dam

La sera si avvicina. Ci riposiamo qualche minuto in hotel e ci prepariamo per la cena in zona Piazza Dam. Dopo cena ci togliamo lo “sfizio” di fare un giro sulla ruota panoramica: la veduta dall’alto su Piazza Dam, sul Koninklijk Paleis e sulla Nieuwe Kerk è mozzafiato (vale la pena soffrire un po’ per il freddo pungente della sera!).

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Piazza Dam dalla ruota panoramica

13. Passeggiata nel quartiere a luci rosse

Chiudiamo la serata con una passeggiata nel quartiere a luci rosse di Amsterdam (dove purtroppo non ho potuto scattare foto, dato che è rigorosamente vietato fotografare le ragazze in vetrina, per ovvie ragioni).

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Passeggiata serale ad Amsterdam
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Piazza Dam di sera
Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam
Passeggiata serale ad Amsterdam

Se ancora non lo avessi fatto, leggi anche le altre tappe del mio itinerario ad Amsterdam:

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam (COMPLETO)

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam (Giorno 1)

Itinerario di 3 giorni ad Amsterdam (Giorno 3)

Written by Lucia D'Addezio

Viaggiatrice seriale, fotografa per passione e scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella sua borsa sono: un fornito beauty case, la sua fedele macchina fotografica, carta e penna.

16 Comments

Leave a Reply
  1. ciao scusami l’ignoranza,siccome ho trovato molto interessanti i tuoi itinerari,volevo chiederti informazioni sulla I Amsterdam City Card? grazie mille

    • Ciao Erica, hai ragione! 🙂 Pensavo una cosa e ne ho scritta un’altra. Comunque l’Orto botanico di Padova merita una visita. Se non ci sei stata, te lo consiglio caldamente. E’ Patrimonio dell’Umanità UNESCO! 😉 Grazie per la segnalazione, l’errore è stato corretto. Un caro saluto 🙂

  2. Ciao Lucia, sto per partire per Amsterdam e seguirò il tuo programma… Vorrei aggiungere un giro ai mulini. Sai quanto dura e dove recarmi per informazioni e prenotazioni. Grazie?

    • Ciao Ema, purtroppo non so. Io non ho fatto in tempo anche se avrei voluto vedere i mulini. Comunque appena arrivi in città, vicino alla stazione centrale c’è l’ufficio informazioni. Con me sono stati molto gentili ed esaustivi. Ti consiglio di passare e chiedere lì. Buon viaggio! Amsterdam è bellissima!

  3. Salve, tornato dalla cita 3 gg fa
    tram veloci, puntuali, vuoti e puntuali negli orari di passaggio, li consiglio
    Sono stato anche ad Utrecht in treno, idem come i tram
    Il travel ticket di 3 gg, 26 euro, acquistabile all’aeroporto di Shipol, attenzione, parte dalle
    ore 00 del giorno in cui lo acquistate, anche se può indurre in errore il leggere
    che parte del primo check-in
    In breve, se arrivate di buon mattino conviene, altrimenti acquistate il biglietto ferroviario
    per Amsterdam e poi, solo il giorno dopo, andate davanti alla Central Station
    ed acquistate il 3 giorni della GVB azienda cittadina dei trasporti.
    Tutte le stazioni ferroviarie olandesi, hanno la segnaletica uniformata, uno spettacolo.
    Ma troverete affissi in bacheca SOLO gli orari di partenza e non quelli di arrivo…
    Attenzione ancora; un marciapiede ferroviario ospiterà 2 BINARI !
    In una direzione sarà il binario 1A nell’altra il binario 1B, segnalato da una striscia di traverso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.