Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: i miei consigli per un viaggio low-cost


Sognate di visitare l’Islanda e vedere l’aurora boreale? Vi racconto il mio viaggio con un itinerario completo di 8 giorni in Islanda e tanti consigli su cosa fare e vedere, tra cascate, paesaggi mozzafiato, vulcani, ghiacciai e paesini fiabeschi.

Visitare l’Islanda è un’esperienza unica. L’Islanda è un Paese diverso, una grande isola dove la natura predomina ed emoziona.

Davanti alle sue meraviglie naturali monumentali, l’uomo non può che sottomettersi e inchinarsi, contemplando tanta maestosità.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Grundarfjordur (Islanda)

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Solheimajokull (Islanda)

Cercate ispirazione e consigli per organizzare un viaggio in Islanda?

Potete prendere spunto dal mio itinerario di 8 giorni on the road in Islanda, che vi permetterà di vedere le località più belle e conosciute del Paese (con l’aggiunta di qualche tappa “alternativa” e insolita).

Pronti a partire alla volta dell’Islanda?

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda

GIORNO 1

  • Thingvellir
  • Strokkur (Geyser)
  • Gullfoss (Cascata d’oro)
  • Stop al sentiero per Landmannalaugar (Riserva Natural di Fjallabak)

PERNOTTAMENTO: Ostello Kennarabústaður (Hvolsvöllur)

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 1 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 2

  • Cascate Seljalandsfoss
  • Vulcano Eyjafjallajökull
  • Cascate Skogafoss
  • Ghiacciaio Sólheimajökull
  • Spiaggia nera Reynisfjara
  • Seen Green Lava Wolk
  • Skeiðarársandur (Relitto del ponte)
  • Jökulsárlón laguna con iceberg

PERNOTTAMENTO: Ostello Stafafell

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 2 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 3

  • Fiordo Djúpivogur
  • Fiordo Breiðdlasvik
  • Fiordo Eskifjörður.
  • Fiordo Mjóifjörður (dove potrete vedere diversi relitti di imbarcazioni e pescherecci)
  • CENA: El Grillo BAR Kaffi Lára > Consiglio di assaggiare la tipica grappa Brennivir soprannominata anche “la morte nera” per il suo elevato tasso alcolico.

PERNOTTAMENTO: Ostello Post-Hostel, Seydisfjordur.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 3 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 4

  • Cascate Dettifoss
  • Leirhnjúkur “centrale geotermica”
  • Namafjall hverir
  • Grjótagjá Grotta sommersa
  • Dimmuborgir (labirinto di formazioni laviche posto sulla sponda orientale del Lago Mývatn)
  • Terme Nature Baths Mývatn (Jarðböðin)

PERNOTTAMENTO: Ostello Árbót HI Hostel Aðaldalur (Húsavík)

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 4 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 5

  • Whale Watching con “North Sailing – Húsavík Whale Watching”
  • PRANZO: Gamli Baukur (Húsavík ) > qui consiglio di assaggiare la zuppa del giorno o quella di pesce.
  • Museo delle balene a Húsavík 
  • CENA: Nóa Seafood Restaurant (Akureyri) > piatti tipici a base di pesce, tra i quali consiglio di assaggiare l’ottimo salmone.

PERNOTTAMENTO: Ostello Backpackers a Akureyri (Hafnarstræti)

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 5 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 6

  • Siglufjordur
  • Museo dell’aringa (3 edifici)
  • Punto panoramico al faro Trollaskagi
  • Fattoria Glaumbæ
  • Hvitserkur (Vatnsnesvegur)
  • Kolugljúfur Canyon e cascate

PERNOTTAMENTO: Ostello Ferðaþjónustan Dæli con 5 Bungalow.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 6 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 7

  • Collina sacra di Helgafell
  • Stykkishólmur
  • Berserkjahraun
  • Bjarnarhöfn Shark Museum (questo museo è molto particolare: vi mostreranno come si produce il celebre squalo putrefatto e, dopo la spiegazione, potrete anche assaggiarlo).
  • Grundarfjörður Monte Kirkjufell e cascate Kirkjufellsfoss (location delfilm I sogni segreti di Walter Mitty )
  • Saxhóll

PERNOTTAMENTO: The Freezer Hostel, Hafnargata

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 7 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

GIORNO 8

  • Skarðsvík Beach
  • Svörtuloft Lighthouse (Skálasnagi)
  • Punto panoramico con faro e ghiacciaio Snæfellsjökull
  • Strada verso il ghiacciaio Snæfellsjökull
  • Monte Stapafell, grotte laviche e Sönghellier (Grotta del canto) con graffiti del XVIII secolo
  • Museo nazionale di Reykjavík
  • Chiesa di Hallgrímskirkja (Reykjavík)

PERNOTTAMENTO: Ostello “Base Hotel” vicino all’Aeroporto di Keflavik.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

GIORNO 8 | Itinerario di 8 giorni in Islanda

Consigli per un viaggio low-cost in Islanda: come risparmiare

Un luogo dove spazio e orizzonte non hanno confini e dove il cielo sembra essere infinito.

Qui la natura esplode con i suoi colori più vivaci e le sue grandezze più imponenti.

Ghiacciai di un azzurro cristallino, praterie di un verde luminescente e vulcani dalla terra rossa come il fuoco. Un posto che unisce i due estremi: le dolci colline smeraldo con pecorelle al pascolo e le ripide cascate d’acqua, la cui corrente sembra essere talmente forte da spezzare la terra sotto di sé in enormi canyon.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Fattoria Glaumbær (Islanda)

Siate gentili con questa terra ed essa vi regalerà l’emozione di vedere tra le stelle una striscia luminosa che vi rimarrà nel cuore.

Il Paese dei silenzi assordanti, delle onde impetuose e dei venti glaciali che sembrano volerti raggiungere fino alle ossa.

Non chiedete a questa terra di cambiare. Non costruite su queste distese case e palazzi. Davanti a tale incontaminato spettacolo naturale non si può far altro che fermarsi per qualche minuto, chiudere gli occhi e abbandonarsi completamente all’anima selvaggia dell’Islanda.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Hvitserkur (Islanda)

Cerco di descrivere il mio viaggio con parole che forse non rendono abbastanza bene la realtà: non è facile descrivere la bellezza autentica e magica dell’Islanda

Prima di organizzare un viaggio in Islanda, però, dovete sapere che questa terra così selvaggia e incontaminata è anche molto costosa!

Ho deciso, quindi, di raccogliere dei consigli utili per organizzare un viaggio perfetto (e low-cost) in Islanda in modo da aiutare i viaggiatori che vorrebbero far avverare il sogno di visitare l’Islanda.

1. Visitate l’Islanda in bassa stagione

L’Islanda nel 2016 ha registrato 1,8 milioni di turisti contro un totale di solamente 300mila abitanti. Come avrete sicuramente intuito da questi numeri, il turismo di massa è arrivato in Islanda,  prendendo d’assalto le località più famose di questa affascinante isola.

Durante il mio viaggio molti albergatori mi hanno spiegato che nell’Estate del 2017 in Islanda c’erano più turisti che posti letto disponibili, per cui molti erano costretti a dormire in tende o preferire soluzioni come camper o furgoncini.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Seljalandsfoss (Islanda)

Volete evitare il turismo di massa in Islanda? Ecco il primo consiglio: scegliete bene il periodo di soggiorno in Islanda.

Nel periodo che va da Aprile ad Agosto grazie al clima mite, molti turisti decidono di visitare l’Islanda, mentre nei periodi invernali, a causa delle basse temperature e della difficoltà di movimento (molte strade vengono chiuse da ghiaccio e neve), quasi nessuno tenta l’avventura.

Il mio consiglio è di visitare l’Islanda nel mese di Settembre.

Questo mese è, infatti, la perfetta via di mezzo per chi vuole esplorare l’isola senza incorrere in troppi turisti, con un clima freddo ma non glaciale e con una discreta possibilità di avvistare l’aurora boreale.

Vi ricordo che l’aurora boreali in Islanda è visibile solo da Settembre ad Aprile.

Settembre, inoltre, è considerato un mese di bassa stagione per cui molte strutture effettuano sconti e offerte sui pernottamenti.

2. Cercate alloggi e sistemazioni low-cost in Islanda

A cosa servono costosi hotel di lusso quando esistono ostelli puliti, caratteristici e, soprattutto, economici? Mettente nel bagaglio (da imbarcare) qualche confezione di pasta, sugo, tonno e qualche cosa per colazione: con questi piccoli accorgimenti avrete già risparmiato un sacco di soldi!

Tutti gli ostelli islandesi sono attrezzati con cucine in comune, dove la sera potete prepararvi da mangiare in comodità e autonomia, evitando di uscire sempre a cena o per fare colazione.

Considerate che i costi in Islanda sono abbastanza elevati: per cena, ordinando un piatto principale e una birra abbiamo speso circa 40 Euro.

Un’altra ragione per scegliere un ostello piuttosto che un hotel (se ancora non vi avessi convinto) è che quasi sempre negli ostelli si fanno incontri molto interessanti e si condividono esperienze di viaggio e piccole avventure.

3. Noleggiate un mezzo per esplorare l’Islanda on the road

Noleggiare un mezzo per spostarsi in Islanda è l’unica spesa che vale davvero la pena affrontare, anche se non è la soluzione più economica.

Nell’organizzazione di un viaggio low-cost si devono per forza fare delle eccezioni: non si può risparmiare su tutto e il noleggio di un’auto è una cosa, secondo me, su cui si può “investire” una parte del budget. Non ve ne pentirete, credetemi!

Guidare percorrendo le strade infinite dell’Islanda, circondati da natura e paesaggi mozzafiato, non ha prezzo.

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Hvitserkur (Islanda)

Guidare in Inslanda è semplice e vi capiterà raramente di imbattervi in altri veicoli. Addentratevi nei paesi di pescatori e fermatevi a scattare qualche fotografia nei luoghi più suggestivi.

Il modo migliore per non spendere troppo per il noleggio di un mezzo in Islanda è anche il più scontato. Se avete la possibilità, viaggiate in gruppo così da poter dividere le spese.

4. Islanda: tante cose da vedere gratis

Il bello dell’Islanda è che la maggior parte delle attrazioni più famose è gratis. Cascate, vulcani, laghi termali, scogliere altissime: tutto è offerto da Madre Natura!

Le uniche cose a pagamento sono i monumenti di Reykjavik e le varie escursioni facoltative che potete fare (l’escursione in barca per avvistare le balene, il noleggio di un mezzoanfibio per muovervi in mezzo ai ghiacciai, etc.).

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Spiaggia nera Reynisfjara (Islanda)

5. Visitate l’Islanda del cinema

Siete mai stati su un vero set cinematografico a cielo aperto? Ebbene l’Islanda offre ai visitatori anche questa insolita possibilità.

Noah

La penisola di Reykjanes, vicino Reykjavík, fa da sfondo al film biblico Noah (2014) con Russel Crowe.

Oblivion

Oblivion (2013), il film post-apocalittico con Tom Cruise è stato girato in Islanda. In particolare compare il Picco Earl, una montagna nel mezzo d’Islanda con un ghiacciaio da un lato e un deserto di sabbia nera dall’altro.

Thor: The Dark World

Thor: The Dark World (2013) è una delle produzioni hollywoodiane più grandiose girate in Islanda. La pellicola è ispirata al personaggio dei fumetti Marvel, Thor.

I sogni segreti di Walter Mitty

Anche il viaggio avventuroso di Walter Mitty conduce in Islanda. In molti ricorderanno l’iconica scena del film I sogni segreti di Walter Mitty (2013) dove il protagonista percorre in skateboard una strada asfaltata in mezzo a delle verdi montagne, girata a Seyðisfjörður. Tra le altre location del film che meritano una visita vanno menzionati anche: il Garðaskagi Lighthouse, il Vatnajökull National Park e Grundarfjörður.

Il trono di spade

L’Islanda è ancora una volta protagonista di scene spettacolari. Tra le scene girate per la seguitissima serie televisiva ideata da David Benioff e D.B. Weiss spicca quella del romantico appuntamento del giovane Jon Snow e la rossa Ygritte all’interno di una grotta in prossimità del Lago Mývatn.

Lara Croft: Tomb Raider

Il ghiacciaio di Jökulsárlón, in Islanda, è stato usato come location per girare alcune scene di Lara Croft: Tomb Raider (2001). Nel film gli ambienti estremi della Jökulsárlón Glacial Lagoon vengono usati come sfondo delle scene in cui l’eroina del famoso videogioco giunge in Siberia (ma solo cinematograficamente, perchè le riprese sono state fatte in Islanda).

Itinerario completo di 8 giorni in Islanda: consigli per un viaggio low-cost

Jökulsárlón Glacial Lagoon (Islanda)

L’Islanda è uno di luoghi da vedere almeno una volta nella vita.

Un viaggio in Islanda senz’altro vi rimarrà nel cuore, come accaduto a me. È grazie a viaggi come questi che ci si rende conto di quanto piccolo e insignificante sia l’essere umano al cospetto della natura

(Visited 481 times, 2 visits today)
2 Comments
  1. Peter 3 mesi ago
  2. Francesco 3 mesi ago

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This site is protected by wp-copyrightpro.com