in

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire

Volete organizzare una vacanza sul Mar Rosso e vi state chiedendo cosa fare a Sharm el-Sheikh? Ecco un elenco delle cose da fare e vedere assolutamente a Sharm el-Sheikh.

Vale davvero la pena di andare a Sharm el-Sheikh? Secondo me, sì! Io sono stata in questa località egiziana diverse volte e devo ammettere di aver trovato un mare incantevole, panorami mozzafiato e tanto divertimento.

Sharm el-Sheikh è una destinazione perfetta per diversi tipi di viaggiatori. C’è chivuole trascorrere del tempo in spiaggia e chi vuole dedicarsi a sport e attività all’aria aperta, c’è chi vuole praticare snorkeling o immersioni e chi vuole scoprire la storia e la cultura dell’Egitto.

Scopriamo insieme tutte le cose da fare durante una vacanza a Sharm el-Sheikh e quali sono le principali attrazioni della città egiziana (e dei suoi dintorni).

Sharm el-Sheikh: cosa fare e vedere assolutamente

  1. Main Beach
  2. Sharm Vecchia e Old Market
  3. SOHO Square
  4. Farsha Café
  5. Naama Bay
  6. Nabq Bay
  7. Parco Nazionale di Ras Mohammed
  8. Ras Um Sid
  9. Tiran Island
  10. Dahab
  11. Monastero di Santa Caterina
  12. Deserto di Sharm el-Sheikh
  13. Isola del Faraone

1. Main Beach

Mare, mare e ancora mare. Inutile specificare che una delle attrattive principali per i turisti che scelgono Sharm el-Sheikh come meta delle vacanze è il mare.

La spiaggia più famosa di Sharm el-Sheikh è la Main Beach. Lunga quasi 2 chilometri, Main Beach è una spiaggia di sabbia chiara e finissima, bagnata dal mare cristallino tipico di questa zona dell’Egitto. Qui la barriera corallina abbraccia tutta la spiaggia e nasconde appena sotto il pelo dell’acqua un magico e coloratissimo mondo sottomarino.

Oltre alla Main Beach, altre belle spiagge di Sharm sono Shark’s Bay (Baia degli Squali), Khashaba Beach, la Baia di El Fanar e la Baia di Ras Nasrani. Non posso, infine, non citare Naama Bay e le spiagge del Parco Nazionale di Ras Mohammed (ve ne parlerò più avanti).

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Spiaggia di Sharm el-Sheikh (Egitto)

2. Sharm Vecchia e Old Market

Sharm Vecchia, conosciuta anche come Old Sharm, è probabilmente la zona più caratteristica di Sharm el-Sheikh.

L’area è di grande attrattiva anche per la presenza della Moschea al Sahaba, che vale certamente la pena di visitare all’interno (l’ingresso alla moschea è gratuito ma bisogna togliersi le scarpe, da riporre in un’apposita scarpiera all’ingresso, e le donne devono indossare abbigliamento consono e un copricapo). Sharm Vecchia è la zona perfetta per una camminata serale, per acquistare qualche souvenir o per gustare dell’ottimo cibo egiziano nei chioschi di street food.

Assolutamente da non perdere in zona il frequentatissimo Old Market di Sharm el-Sheikh, con le sue bancarelle di artigianato locale, gioielli e bijoux, spezie, essenze, profumi, capi di abbigliamento e accessori di ogni genere. Sharm Vecchia è senza dubbio una delle zone della città imperdibili.

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Moschea al Sahaba a Sharm Vecchia (Egitto)

3. SOHO Square

Tra le cose da vedere a Sharm el-Sheikh, in particolar modo dopo il tramonto, va menzionata obbligatoriamente SOHO Square. Si passa dal fascino antico di Sharm Vecchia alla modernità sfrenata e sfavillante di una delle zone più “occidentali” di Sharm.

SOHO Square è una piazza circondata da negozi di ogni genere, ristoranti, bar. C’è davvero di tutto, compresa una pista di pattinaggio sul ghiaccio!

SOHO Square è anche famosa per le sue fontane danzanti che ad orari prestabiliti regalano ai visitatori spettacoli di luci, suoni e getti d’acqua. Da non perdere!

4. Farsha Café

Atmosfere da “Mille e una notte” e scenari da sogno: il Farsha Café è probabilmente uno dei locali sulla spiaggia più conosciuti e amati di Sharm el-Sheikh.

Luci soffuse, arredi orientaleggianti e una veduta sul mare spettacolare hanno reso il Farsha Café una vera e propria attrazione turistica. Non ci si reca al Farsha solo per mangiare qualcosa o bere un cocktail ma lo si visita soprattutto per la sua location da favola. È anche uno dei luoghi più instagrammabili di Sharm quindi tenete a portata di mano smartphone o macchina fotografica una volta all’interno!

Il Farsha Café è aperto anche di giorno ma l’orario migliore per andarci è il tramonto: dalle terrazze a picco sul mare potrete ammirare uno dei tramonti più romantici di Sharm el-Sheikh!

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Farsha Café a Sharm el-Sheikh (Egitto)

5. Naama Bay

Se state stilando un itinerario a Sharm el-Sheikh e dintorni non dimenticate di inserire Naama Bay tra le tappe del vostro tour. Una visita a Naama Bay è d’obbligo per capire come mai Sharm sia diventata così famosa anche tra i giovani. Un quartiere pieno di locali con musica e insegne luminose, particolarmente adatto al divertimento serale. A Naama Bay si trova l’Hard Rock Cafe di Sharm el-Sheikh e, nelle immediate vicinanze, troverete anche il Centro commerciale Genena.

Come punto di riferimento a Naama Bay prendete il Boulevard Principe del Bahrain, arteria principale del quartiere, nei pressi della quali si trovano la maggior parte delle attrazioni e delle attività turistiche. Se siete alla ricerca di divertimento notturno, a Naama Bay ci sono 2 delle discoteche più frequentate di Sharm, il Pacha e il Little Buddha.

Naama Bay, però, è anche sinonimo di mare e sport acquatici. La spiaggia di Naama Bay è una delle più belle del Mar Rosso, adagiata in una baia naturale a forma di mezzaluna che sembra uscita da un dipinto. Famosa per la sua barriera corallina, Naama Bay è anche meta prediletta dagli appassionati di snorkeling, windsurf, kitesurf o immersioni subacquee.

6. Nabq Bay

Se il vostro viaggio a Sharm el-Sheikh ha come obiettivo snorkeling e immersioni non potete perdere Nabq Bay e la sua ricchissima barriera corallina che si spinge fino all’Isola di Tiran. Qui potrete nuotare e immergervi in un mondo sottomarino dall’aspetto magico e affascinante. La zona è famosa anche per la presenza di diversi relitti.

Oltre che per fare snorkeling e immersioni, Nabq Bay è molto visitata dagli appassionati di birdwatching, trattandosi di un luogo che, per le sue particolarità geografiche e naturalistiche, è un punto di passaggio per innumerevoli specie di volatili.

7. Parco Nazionale di Ras Mohammed

Il motivo principale per cui Sharm è così amata dai turisti di tutto il mondo è il suo mare da cartolina, caldo e cristallino, con i fondali brulicanti di vita e di colori grazie alla presenza della barriera corallina.

Se volete ammirare uno dei luoghi naturali più affascinanti di tutta Sharm el-Sheikh, dove il mare incontra il deserto e dove gli occhi si riempiono di ogni genere di meraviglia, dovete organizzare una escursione nel Parco Nazionale di Ras Mohammed. Si tratta di una riserva naturale unica al mondo, raggiungibile via terra o in barca, a seconda dell’escursione scelta. Ras Mohammed è il luogo più famoso di Sharm el-Sheikh dove fare snorkeling ed è senza dubbio tra le attrazioni principali da vedere durante una vacanza a Sharm el-Sheikh.

Vi consiglio di scegliere un’escursione nel Parco Nazionale di Ras Mohammed via terra in modo da avere l’occasione di attraversare la Porta di Allah e di nuotare nel lago salato. Ras Mohammed è senza alcun dubbio uno dei luoghi che ho amato di più a Sharm el-Sheikh!

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Parco Nazionale di Ras Mohammed (Egitto)

8. Ras Um Sid

Tra i luoghi assolutamente da vedere a Sharm el-Sheikh c’è la Baia di Ras Um Sid. Perla del Mar Rosso, Ras Um Sid si trova nella zona meridionale di Sharm, non troppo distante da Naama Bay.

Oltre che per la splendida spiaggia di sabbia dorata, Ras Um Sid è celebre tra gli amanti di snorkeling e immersioni per la presenza di una grande barriera corallina facilmente raggiungibile dalla spiaggia e ricca di vita.

Gli scenari naturali della Baia di Ras Um Sid sono di una bellezza rara ma la zona è tutt’altro che selvaggia e incontaminata. Tutt’intorno alla baia ci sono hotel, ristoranti, bar e locali di ogni genere. Sono presenti attività di noleggio sdraio, ombrelloni e lettini oltre a servizi di noleggio imbarcazioni ed escursioni organizzate.

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Ras Um Sid (Egitto)

9. Tiran Island

L’escursione all’Isola di Tiran è stata per me una delle attività più divertenti a Sharm el-Sheikh. La gita è organizzata in modo da costeggiare 3 atolli paradisiaci per poi fare snorkeling nelle loro vicinanze.

Suggerisco questa attività davvero a tutti, coppie, famiglie e gruppi di amici, in quanto le barche sono grandi, comode e sicure. Le guide sono professionali e in grado di far apprezzare al turista le meraviglie sottomarine.

Non preoccupatevi se non avete mai fatto snorkeling o se non siete dei provetti nuotatori perché l’escursione a Tiran Island è perfetta anche per bambini e nuotatori non troppo esperti.

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Snorkeling nel reef di Tiran Island (Mar Rosso)

10. Dahab

Dahab è un pittoresco villaggio di pescatori situato ad un centinaio di chilometri da Sharm el-Sheikh. Nonostante non sia proprio vicinissimo molti turisti in vacanza a Sharm decidono di prendere parte alle escursioni per visitare Dahab.

La zona vecchia del borgo di Dahab, chiamata Assalah, è ancora ancorata al passato e alle tradizioni egiziane e per i visitatori rappresenta la parte più memorabile dell’escursione. Dahab è anche una località molto frequentata da chi pratica windsurf, snorkeling e immersioni.

A proposito di immersioni… non troppo distante da Dahab, nel Golfo di Aqaba, c’è uno dei diving spot più famosi del mondo, cioè il Blue Hole (Buco blu), una vera e propria “voragine” sottomarina profonda più di 100 metri che ogni anno richiama qui subacquei da tutto il mondo.

11. Monastero di Santa Caterina

Il Monastero di Santa Caterina e il Monte Sinai non possono mancare tra le tappe di un itinerario a Sharm el-Sheikh. Si tratta di luoghi dell’anima, dove la sacralità si percepisce ad ogni passo verso la vetta del monte. Questo è il luogo dove Mosè avrebbe ricevuto la Tavola della Legge con i Dieci comandamenti.

Da Sharm el-Sheikh e Dahab partono ogni giorno delle escursioni organizzate per raggiungere il Monastero di Santa Caterina, il più antico monastero cristiano del mondo ancora in attività. Nel 2002 il Monastero di Santa Caterina è stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.

Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Monastero di Santa Caterina (Egitto)

12. Deserto di Sharm el-Sheikh

Tra le cose da vedere durante un viaggio a Sharm el-Sheikh c’è il deserto.

La città egiziana è circondata da un deserto roccioso, facilmente raggiungibile con una escursione in quad, in dune buggy o in cammello. Il mezzo lo scegliete voi a seconda delle vostre preferenze ma l’importante è non farsi sfuggire l’occasione di prendere parte a una delle tante escursioni organizzate nel deserto di Sharm el-Sheikh, modo perfetto per unire il divertimento alle attività nella natura selvaggia.

Secondo me il modo migliore di vivere questa esperienza è farla all’ora del tramonto per poi fermarsi a gustare un tè preparato nelle tende dai Beduini.

QUI trovate diverse escursioni nel deserto e attività da fare a Sharm, prenotabili online in modo da organizzare il tutto prima di partire.

13. Isola del Faraone

Nel Golfo di Aqaba sorge un’isoletta soprannominata “Isola di Corallo”. L’Isola del Faraone, raggiungibile con le escursioni organizzate in partenza da Sharm el-Sheikh, è una piccola meraviglia egiziana.

Bagnata da un mare color turchese e circondata da una meravigliosa barriera corallina, l’Isola del Faraone ospita le rovine di una fortezza del XII secolo. Dall’alto della fortezza si possono ammirare ben 4 Paesi: Egitto, Israele, Giordania e Arabia Saudita. Insomma, una veduta panoramica non proprio comune!

Località perfetta per fare snorkeling e immersioni alla scoperta dei fondali e del reef, l’Isola del Faraone è una delle cose da non perdere durante un viaggio a Sharm, se non altro per gli scenari naturali che regala ai visitatori.

Dove pernottare a Sharm el-Sheikh?

Sharm è suddivisa in diversi distretti anche molto diversi tra loro sia dal punto di vista del mare e delle spiagge che della qualità e tipologia delle strutture ricettive presenti. Prima di prenotare l’hotel a Sharm informatevi bene sulle caratteristiche delle varie zone della città, in modo da scegliere quella più adatta alle vostre esigenze.

Ad esempio Nabq Bay è una zona nuova, con strutture molto belle, ma è anche la più ventilata e la barriera è spesso distante dalla spiaggia. Due zone molto belle e centrali per pernottare a Sharm sono Hadaba e Naama Bay, con mare pulito, spiagge attrezzate, barriera corallina facile da raggiungere dalla spiaggia e strutture alberghiere di ottimo livello. Altra zona abbastanza buona dove pernottare a Sharm el-Sheikh è Shark’s Bay, strategica sia per la vicinanza con l’aeroporto di Sharm-el-Maya che con la riserva naturale di Ras Mohammed.

Se viaggiate con i bambini al seguito, le migliori spiagge per famiglie a a Sharm el-Sheikh, con fondali bassi e servizi di ogni genere sono Sharm El Maya, Bereika Beach, Naama Bay e Shark’s Bay. Vi consiglio, quindi, di cercare un hotel o un resort nei pressi di queste località, in modo da dare la precedenza alla comodità nella gestione dei bimbi.

HOTEL A SHARK’S BAY

Sunrise Arabian Beach Resort

Four Seasons Resort Sharm El Sheikh

HOTEL A HADABA

Sunrise Montemare Resort – Grand Select

HOTEL A NAAMA BAY

Stella Di Mare Beach Hotel & Spa

HOTEL A NABQ BAY

Rixos Premium Seagate – Ultra All Inclusive

Rixos Sharm El Sheikh

Steigenberger Alcazar

Sharm el-Sheikh: cose da sapere prima di partire

Quando andare a Sharm el-Sheikh?

La risposta è: praticamente tutto l’anno! Sharm è una destinazione che attrae turisti in tutte le stagioni. Ovviamente è bene scegliere un periodo adatto alle proprie “preferenze climatiche”.

Ad esempio, se non sopportate il caldo eccessivo evitate i mesi di Luglio e Agosto (27°C-38°C di media con picchi anche sopra i 40°C.).

I mesi più freddi (13°C-22°C) sono, invece, Gennaio e Febbraio. La temperatura dell’acqua nei mesi invernali raggiunge i 23°C, quindi non è piacevole fare snorkeling senza una mutina.

Il periodo migliore per visitare Sharm el-Sheikh è quello che va da Marzo a Novembre, quando le temperature sono ideali per una vacanza al mare senza brutte sorprese climatiche.

Quanti giorni a Sharm el-Sheikh?

Le agenzie solitamente consigliano di trascorrere almeno 7 giorni a Sharm el-Sheikh, in modo da poter organizzare una vacanza abbastanza completa e soddisfacente.

Essendo, però, molto facile prenotare in autonomia sia i voli per Sharm che gli hotel, molti viaggiatori fai-da-te scelgono di andare a Sharm anche solo per 3-4 giorni oppure restare ben oltre i 10 giorni. Molto dipende dalle vostre preferenze e dai giorni di vacanza che avete a disposizione.

Per approfondire Qui trovate maggiori informazioni sulle compagnie aeree che volano a Sharm el-Sheikh dall’Italia, con prezzi, orari e tratte.

Sharm el-Sheikh è sicura?

Sharm è una città estremamente sicura, potete girarla in autonomia e quindi creare l’itinerario a Sharm el-Sheikh che più vi aggrada, senza preoccuparvi troppo. Rispettando le abitudini e le tradizionali locali anche le donne possono visitare Sharm el-Sheikh in totale sicurezza.

Come spostarsi a Sharm el-Sheikh?

Il modo più comodo per spostarsi da una zona all’altra di Sharm el-Sheikh è il taxi. I taxi sono molto efficienti: sono disponibili 24 ore su 24, tutti i giorni. Mi raccomando, insistete per utilizzare il tassametro o concordate in anticipo la cifra con il tassista.

Cosa comprare a Sharm el-Sheikh?

Oli ed essenze, profumi solidi (tipici egiziani), spezie, tè e infusi, carta di papiro, piccoli oggetti di artigianato locale, lampade artistiche in vetro colorato, tessuti, gioielli fatti a mano, artigianato beduino, tappeti, stuoie, abiti e accessori tradizionali. Queste sono solo alcune idee sulle cose da comprare a Sharm el-Sheikh!

Bazar, suq e mercatini vi offriranno innumerevoli spunti di acquisto. Se volete fare un po’ di shopping una tappa irrinunciabile è ovviamente l’Old Market di Sharm. La zona di Naama Bay, invece, è più adatta allo shopping nei centri commerciali e nei negozietti turistici.

Ricordatevi che a Sharm el-Sheikh, come del resto in tutto l’Egitto, la trattativa sul prezzo fa parte del gioco e nessun venditore si offenderà se chiederete uno sconto o proverete a trattare. Anzi, se siete bravi e simpatici nelle trattative riuscirete certamente a fare qualche buon affare!


Cosa fare e vedere a Sharm el-Sheikh e cosa sapere prima di partire
Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

State per visitare Sharm el-Sheikh? Potrebbe interessarvi anche:

Viaggiare sicuri in Egitto: 16 consigli pratici per non avere problemi in Egitto

Dove andare al mare in Egitto: spiagge e località più belle

Vacanze a Marsa Alam: l’Egitto che non ti aspetti.

Written by Valentina Moratti

Mi chiamo Valentina e nel 2009 ho conseguito la laurea in Biologia Marina. Da quel momento ho avuto la fortuna, soprattutto per lavoro, di vivere in luoghi paradisiaci come le Hawaii e l’Indonesia. Le mie grandi passioni sono 3: il mare, i viaggi e la mia famiglia. Attualmente vivo a Dahab, in Egitto. Le prossime destinazioni che vorrei visitare? Il Giappone e le Azzorre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.