in

14 consigli pratici e cose da sapere per organizzare una vacanza a Dubai

10 consigli pratici e cose da sapere per organizzare una vacanza a Dubai

Come viaggiare sicuri a Dubai e non avere brutte sorprese? Ecco 14 consigli pratici e cose da sapere per organizzare una vacanza a Dubai in sicurezza.

Finalmente vi siete decisi a prenotare la vostra tanto desiderata vacanza a Dubai? Avete fatto benissimo dato che Dubai, almeno a mio parere, è una delle città da vedere almeno una volta nella vita!

Prima di preparare le valigie e salire sull’aereo, però, è importante informarsi sugli usi e costumi della città, sui quartieri sicuri e le zone da evitare, sul clima e l’abbigliamento, su cosa fare e cosa NON fare una volta arrivati a Dubai, e molto, molto altro.

Sono certa che questo elenco di consigli pratici e cose da sapere prima di fare un viaggio a Dubai potrà esservi utile per organizzare al meglio il viaggio a Dubai e per godervi a pieno la città senza stress o disavventure.

INDICE

  1. Come spostarsi a Dubai?
  2. Dove alloggiare a Dubai?
  3. Qual è il periodo migliore per andare a Dubai?
  4. Come vestirsi a Dubai?
  5. Aria Condizionata a Dubai: come non ammalarsi
  6. Dove mangiare a Dubai spendendo poco?
  7. Si possono bere alcolici a Dubai?
  8. Ci sono regole particolari per scattare fotografie e usare droni a Dubai?
  9. Che lingua si parla a Dubai?
  10. Qual è la valuta ufficiale di Dubai?
  11. Vacanza in coppia a Dubai: cosa devo sapere?
  12. Viaggio a Dubai durante il Ramadan: come devo comportarmi?
  13. Devo fare l’assicurazione sanitaria per un viaggio a Dubai?
  14. Dubai è una città pericolosa?

1. Come spostarsi a Dubai?

Uno dei primi dubbi che attanaglia i viaggiatori diretti a Dubai è come spostarsi in città, per stare comodi e risparmiare. Muoversi da una parte all’altra della metropoli emiratina è davvero semplice e abbastanza economico per gli standard occidentali.

Per mia esperienza, vi consiglio di utilizzare la metropolitana di Dubai il più possibile e prendere i taxi nei punti dove questa non arriva. Non preoccupatevi di subire un salasso perché il costo dei taxi a Dubai non è eccessivo!

La metropolitana di Dubai ferma in praticamente tutte le principali attrazioni turistiche della città (come il Burj Khalifa, il Dubai Mall, il Mall of the Emirates, l’Ibn Battuta Mall, Dubai Marina e i luoghi più interessanti di Deira e Bur Dubai).

Oltre alla metropolitana sono attive anche un rete di tram (Dubai Tram) che raggiunge Dubai Marina e una monorotaia (Dubai Monorail) che serve Palm Jumeirah .

Se volete vivere un’esperienza diversa dal solito, potete optare per un viaggio su un water taxi (taxi d’acqua) o per una crociera in Abra (imbarcazione tradizionale) sul Dubai Creek. Più che veri e propri metodi per spostarsi a Dubai, queste ultime 2 opzioni sono più da considerarsi come esperienze insolite da fare a Dubai.

2. Dove alloggiare a Dubai?

Non esiste un consiglio definitivo e universalmente valido su dove alloggiare a Dubai. Questo dipende molto dal tipo di viaggiatore, dal budget a disposizione e da cosa si vuole fare e vedere in città.

Personalmente preferisco scegliere strutture che si trovano vicino alle fermate della metro, in modo da spostarsi in comodità sfruttando questo mezzo. Soprattutto in Estate spostarsi a piedi a Dubai anche per un solo chilometro può risultare stressante, pesante a livello fisico e estremamente faticoso.

Le zone migliori dove alloggiare a Dubai sono:

  • Jumeirah Beach Residence e Dubai Marina, in particolare tutta la zona nei dintorni del JBR Walk, la famosa “passeggiata” di Dubai. Questa è la zona ideale per chi vuole fare una vacanza a Dubai a base di sole e mare.
  • Palm Jumeirah, l’isola artificiale a forma di palma che ha reso Dubai famosa nel mondo. L’hotel più noto di Palm Jumeirah è The Atlantis ma ce ne sono molti altri in zona. Vi consiglio di alloggiare a Palm Jumeirah se amate il lusso e le esperienze insolite.
  • Downtown Dubai, il vero e proprio “centro” di Dubai, che ospita anche il Burj Khalifa. Scegliete di alloggiare in questa zona se volete visitare la città, i suoi grattacieli più iconici, i Mall e le altre attrazioni turistiche della Dubai moderna.
  • Deira e Bur Dubai, le zone di Dubai dall’atmosfera più “autentica”. Qui potrete trovare hotel a prezzi più economici e strutture meno turistiche delle altre zone di Dubai.

Una cosa da sapere prima di partire per Dubai è che, nonostante la città emiratina sia considerata il regno del lusso e dello sfarzo, non tutte le strutture ricettive sono di alto livello. Per evitare brutte sorprese guardate con attenzione tutte le fotografie degli alberghi che vi interessano e leggete le recensioni di altri viaggiatori. Purtroppo più di una volta mi sono ritrovata a dormire in alberghi poco puliti (se non fatiscenti) che non venivano presentati come tali nei siti di prenotazione!

Vi consiglio 4 hotel da sogno in cui soggiornare durante una vacanza a Dubai:

ME Dubai by Meliá
Address Sky View
One&Only The Palm Dubai
Bab Al Shams Desert Resort – Dubai

3. Qual è il periodo migliore per andare a Dubai?

Se pensate che a Dubai faccia sempre caldo, vi sbagliate. Se durante l’Estate la città è praticamente impraticabile durante il giorno a causa delle temperature troppo elevate, in Inverno la temperatura a Dubai può raggiungere anche i 15°C la mattina presto e di sera. Informatevi bene prima di partire e mettete in valigia l’abbigliamento adatto al periodo in cui visiterete Dubai.

Luglio e Agosto sono i mesi peggiori per visitare Dubai.

Più in generale, sconsiglio tutto il periodo che va da Giugno a Settembre. In Estate le temperature medie a Dubai sono di 30°C ma possono facilmente salire fino a 40°C (e addirittura superare i 40°C!). Capirete da soli che andare a Dubai in Estate, in particolar modo se mal sopportate il caldo, non è consigliabile. Se aggiungete alle temperature altissime le norme sull’abbigliamento, che deve essere sempre modesto e coprente, capirete che è molto meglio scegliere un altro periodo dell’anno per visitare Dubai!

Il periodo migliore per andare a Dubai è da Dicembre ad Aprile, quando le temperature consentono di godere della città e del mare senza morire di caldo.

Considerate che le temperature medie a Dicembre sono attorno ai 21°C e le precipitazioni invernali sono scarse (Febbraio è il mese più a rischio precipitazioni). Insomma, l’Inverno è la stagione ideale per visitare Dubai e con ogni probabilità riuscirete anche a fare il bagno al mare!

Lo stesso vale per la Primavera, quando le temperature iniziano a salire ma difficilmente superano i 30°C, restando di fatto in un buon range e offrendo le condizioni climatiche adatte a esplorare la città senza soffocare dal caldo e a fare un po’ di mare.

Salvo imprevisti, da Ottobre a Maggio riuscirete a fare il bagno al mare a Dubai.

4. Come vestirsi a Dubai?

Dubai non è troppo rigida riguardo all’abbigliamento da utilizzare. Si tratta di una città molto aperta e tollerante verso i turisti. Vi capiterà di certo di vedere in giro per la città turisti vestiti all’occidentale tuttavia ricordiamoci di essere in un Paese islamico e che è sempre buona norma rispettare le tradizioni locali, per non offendere o infastidire la popolazione locale, abbastanza “sensibile” sul tema abbigliamento.

Una gonna corta può non destare attenzioni in una zona frequentata per lo più dai turisti ma potrebbe non essere lo stesso in altre aree di Dubai!

Il codice di abbigliamento è molto rigoroso per i locali, che spesso vedrete in giro con addosso l’abito tradizionale: una lunga veste nera (Abaya) per le donne e una tunica bianca (Kandora) per gli uomini.

Per quanto riguarda gli occidentali in visita a Dubai c’è tolleranza sull’abbigliamento, soprattutto nelle aree più turistiche e maggiormente frequentate dagli stranieri. È superfluo ma necessario specificare che gli uomini hanno più libertà delle donne in fatto di abbigliamento.

Gli uomini se la cavano facilmente con t-shirt e camicie in lino o cotone, pantaloni leggeri e un giacchino per la sera (se necessario).

L’abbigliamento ideale per le donne è modesto e coprente (no scollature, trasparenze e intimo in vista). La lunghezza ideale di gonne e pantaloni è fino alle ginocchia. Se volete indossare le maniche corte, mettete in valigia un foulard o una sciarpa per coprirvi quando richiesto (es. luoghi sacri).

In linea di massima per le donne è meglio evitare di girare in città con abiti troppo succinti, vestiti trasparenti, ampie scollature, pantaloni a vita molto bassa, pantaloncini corti o minigonne.

La scelta migliore è un abbigliamento che copra tutto il corpo. Le maniche corte sono accettate senza problemi ma in alcuni luoghi può esservi richiesto di coprire le braccia con uno scialle o una maglia. Gonne e pantaloni vanno sempre bene se lunghi per lo meno fino alle ginocchia.

In spiaggia non è vietato indossare il bikini ma è preferibile scegliere un costume intero o, comunque, un due pezzi molto coprente. No assoluto a tanga e slip brasiliane. Ricordate che l’abbigliamento da spiaggia va riservato a tale luogo e non è accettato socialmente l’uso di abbigliamento da spiaggia in città. Il topless è vietato!

Cosa mettere in valigia? Vi consiglio abbigliamento comodo in lino o cotone, per stare freschi anche se coperti.

Tra gli accessori da mettere assolutamente in valigia per un viaggio a Dubai vi raccomando un cappello per proteggervi dal sole, una sciarpa o un foulard per coprire le spalle (donne), occhiali da sole e una giacca più pesante o un maglioncino per ogni evenienza.

5. Aria Condizionata a Dubai: come non ammalarsi

Una cosa che forse non sapete su Dubai (e che vi aiuterà conoscere per non ammalarvi) riguarda l’aria condizionata.

A Dubai è consuetudine utilizzare l’aria condizionata in maniera smodata. Potrebbe, quindi, capitarvi di entrare in un Mall o in hotel e trovare temperature quasi “artiche”, con notevole escursione termica rispetto alle zone all’aperto.

Se non volete ammalarvi, cercate di avere sempre a portata di mano una giacca o una felpa per coprirvi se necessario ed evitare pericolosi sbalzi di temperatura.

6. Dove mangiare a Dubai spendendo poco?

La città è frequentata e abitata da persone provenienti da ogni parte del mondo e, per questa ragione, Dubai ha un’impronta internazionale anche dal punto di vista gastronomico. L’offerta di cibo è variegata e multiculturale.

Personalmente durante i miei viaggi a Dubai, mi sono affidata soprattutto alle food court dei Mall, che offrono una vasta scelta a prezzi contenuti.

Un’ottima alternativa ai ristoranti più costosi è lo street food. Bur Dubai e Deira sono quartieri particolarmente apprezzati dagli amanti del cibo da strada e dai viaggiatori low-cost. Altre zone dove potrete assaggiare il migliore street food di Dubai sono la Dubai Marina Walk, Jumeirah Corniche, il Last Exit Street Food Truck Parks e il Ripe Market.

7. Si possono bere alcolici a Dubai?

A Dubai non è assolutamente consentito bere in strada o mostrarsi ubriachi in pubblico. Fate molta attenzione perchè le pene sono severe, trattandosi di un reato.

I turisti non musulmani possono bere alcolici solo in specifici luoghi, come bar e ristoranti dotati di apposita licenza.

L’età minima per bere alcolici a Dubai è 21 anni e non c’è alcun dubbio sul fatto che per consumare alcolici a Dubai vi verrà chiesto un documento che accerti la vostra data di nascita.

Mi sembra quasi inutile specificare che c’è tolleranza zero anche per il consumo di sostanze stupefacenti. Le pene sono molto severe, quindi non sottovalutate la cosa!

8. Ci sono regole particolari per scattare fotografie e usare droni a Dubai?

La tentazione di scattare tante fotografie durante la vostra vacanza a Dubai sarà forte ma fate attenzione a rispettare alcune regole.

Ad esempio, a Dubai è vietato fotografare edifici governativi e militari.

È buona norma non fotografare passanti o sconosciuti. Nel dubbio, chiedete al potenziale soggetto di una fotografia il permesso prima di scattarla perchè è considerato molto inopportuno fotografare le persone del posto, in particolar modo le donne locali.

E per quanto riguarda l’uso di droni a Dubai? Ebbene, l’utilizzo di droni è altamente regolamentato a Dubai, per ragioni di sicurezza e di privacy. Tutti i droni devono essere registrati presso il GCAA (UAE General Civil Aviation Authority) e non è facilissimo ottenere il permesso. Se volete portare il drone con voi, prima di metterlo in valigia infomatevi bene sulle regole vigenti a Dubai contattando il GCAA.

9. Che lingua si parla a Dubai?

La lingua ufficiale di Dubai è l’Arabo. Se parlate un po’ d’Inglese non avrete problemi a esplorare Dubai, chiedere informazioni e comunicare con i locali, visto che la maggior parte delle persone parla un buon livello di Inglese, soprattutto nelle aree più turistiche.

10. Qual è la valuta ufficiale di Dubai?

La moneta ufficiale di Dubai è il Dirham (AED), ma i pagamenti in Dollari e Euro sono accettati in molte strutture e attività legate al turismo. È bene sapere che pagando in Dollari o Euro potrebbe esservi applicato un tasso di cambio poco vantaggioso.

Per comodità si può utilizzare la carta di credito per i pagamenti, che viene accettata ovunque, anche per piccoli importi. Attenzione, però, ad eventuali commissioni nascoste (verificate con la vostra banca prima di partire).

11. Vacanza in coppia a Dubai: cosa devo sapere?

Se visiterete Dubai con la “dolce metà” prestate molta attenzione alle effusioni in pubblico, soprattutto se non siete marito e moglie.

Dubai è una città abbastanza tollerante, lo abbiamo già detto, ma ciò non significa che le usanze del posto non possano “scontrarsi” con lo stile di vita occidentale. Se tenersi per mano è abbastanza tollerato, non si può dire altrettanto per baci sulle labbra ed effusioni più “spinte”.

Nel dubbio, evitate o, perlomeno, scambiatevi effusioni in luoghi privati (camera d’hotel), lontani da occhi indiscreti.

12. Viaggio a Dubai durante il Ramadan: come devo comportarmi?

Se la vostra vacanza a Dubai dovesse coincidere con il Ramadan, dovrete avere qualche accortezza in più.

Ovviamente i turisti non musulmani non sono obbligati all’osservanza dei precetti religiosi del periodo del Ramadan. Potrete, quindi, mangiare normalmente in hotel, nei Mall e nei ristoranti ma sappiate che la città sarà un po’ meno “vissuta” del normale.

Nel periodo del Ramadan, nel rispetto del sentimento locale, evitate di mangiare e bere in pubblico. Prestate, inoltre, maggiore attenzione all’abbigliamento, che deve essere coprente e modesto. ancor più che nel resto dell’anno.

13. Devo fare l’assicurazione sanitaria per un viaggio a Dubai?

Nonostante non sia obbligatorio, è consigliabile stipulare un’assicurazione sanitaria per visitare Dubai per evitare problemi.

Nel caso non foste coperti da un’assicurazione sanitaria, l’accesso alle strutture mediche è a pagamento e il costo, a seconda dei casi, potrebbe essere anche molto elevato.

14. Dubai è una città pericolosa?

No. Dubai non è pericolosa per in viaggiatori occidentali. Penso, anzi, che Dubai sia una delle città più sicure al mondo!

Le uniche raccomandazioni per viaggiare sicuri a Dubai sono quelle classiche di quando ci si mette in viaggio in Paesi diversi dal proprio: siate sempre rispettosi delle tradizioni e della cultura locale e tenete sempre d’occhio borse, portafogli, tasche e oggetti personali nei luoghi affollati (ad esempio passeggiando nell’area dei souk o spostandovi in metro) per non essere borseggiati.

Le restanti raccomandazioni le abbiamo analizzate punto per punto. Con un po’ di buon senso, di rispetto per la gente del posto e di cautela, non avrete alcun problema a Dubai.

Seguendo questi semplici consigli pratici sono certa che riuscirete a organizzare una vacanza impeccabile e senza brutte sorprese a Dubai. Non vi resta che fare le valigie e salire sull’aereo per vivere la magica esperienza di un viaggio a Dubai!


10 consigli pratici e cose da sapere per organizzare una vacanza a Dubai
Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!

Se state per visitare Dubai potrebbe interessarvi anche:

10 cose imperdibili a Dubai: cosa fare e vedere se visiterai Dubai per la prima volta

Written by Valentina Moratti

Mi chiamo Valentina e nel 2009 ho conseguito la laurea in Biologia Marina. Da quel momento ho avuto la fortuna, soprattutto per lavoro, di vivere in luoghi paradisiaci come le Hawaii e l’Indonesia. Le mie grandi passioni sono 3: il mare, i viaggi e la mia famiglia. Attualmente vivo a Dahab, in Egitto. Le prossime destinazioni che vorrei visitare? Il Giappone e le Azzorre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.