in

Viaggiare (quasi) gratis è possibile: ecco come risparmiare sul costo delle vacanze

viaggi risparmiare viaggiando lowcost low budget spendere poco gratis gratuitamente luoghi da vedere travel blog

Ti serve qualche dritta per una vacanza (quasi) gratis? Io sono una viaggiatrice fanatica del risparmio estremo e del low-cost. Perché pagare di più se puoi viaggiare e andare in vacanza spendendo poco!

Dopo duri mesi di lavoro o di studio il tuo unico desiderio è andare in vacanza? Come biasimarti!

Un’assolata spiaggia, il mare limpido baciato dal sole, affascinanti città d’arte o ameni borghi di montagna portano via, al sol pensiero di visitarli, tutto lo stress, la stanchezza e le preoccupazioni accumulate nei mesi precedenti.

Ma come fare se i costi della vacanza dei tuoi sogni sono proibitivi? Facile, basta sfrutture queste opportunità di risparmio, per viaggiare gratis (o quasi).

Metodi per alloggiare e viaggiare gratis

viaggi risparmiare viaggiando lowcost low budget spendere poco gratis gratuitamente luoghi da vedere travel blog

Negli ultimi anni si sono diffuse tipologie di viaggi e pacchetti che permettono di risparmiare parecchio, sia per quanto riguarda il costo del soggiorno che per quanto riguarda gli spostamenti per raggiungere le tanto agognate mete di vacanza.

Home Exchange: scambiare casa con altri viaggiatori

Il primo metodo per un viaggio low-budget, e forse il più conosciuto, è l’Home Exchange. Si tratta, letteralmente, di scambiare la propria casa con la casa di qualcun altro. E mentre tu soggiorni gratuitamente in una casa situata nella città che vuoi visitare, qualcuno soggiorna gratuitamente nella tua.

Ovviamente l’Home Exchange è regolato da agenzie che selezionano rigorosamente i partecipanti al programma di scambio, per cui i rischi sono azzerati. Il sito del circuito internazionale di scambio case tra viaggiatori è Homeexchange.org, mentre quello italiano è Scambiocasa.com.

Lavorare in cambio di alloggio gratis

Il secondo metodo per risparmiare il più possibile concedendoti la vacanza dei tuoi sogni è quello di lavorare in cambio di un alloggio.

Per quanto riguarda questo tipo di “scambio“, dovrai mettere in conto che, sì, avrai alloggio a costo zero, però dovrai dedicare alcune ore al giorno al lavoro.

I tipi di lavoro richiesti sono diversi: alcune strutture cercano aiuto per ridipingere le pareti o fare piccoli lavoretti di carpenteria, altre (soprattutto agriturismi e country house) richiedono lavoro nei campi o con gli animali.

A volte il tipo di lavoro può anche essere meno faticoso: alcune strutture, infatti, cercano esperti informatici che possano creare o gestire siti internet, artisti che decorino le stanze, e così via.

Anche in questo caso lo scambio è regolato da network affidabili. Uno di questi è il sito è www.wwoof.it, dove Wwoof sta per World Wide Opportunities on Organic Farms.

E’ molto utile anche il sito di Help Exchange, che aiuta i viaggiatori a trovare alloggio in molti Paesi del mondo in cambio di qualche ora di lavoro gratis.

Girare il mondo lavorando come House sitter

La terza possibilità di andare in vacanza (quasi) gratis è diventare House sitter. L’House sitter è una persona che diventa “custode” della casa di qualcun’altro.

In pratica si tratta di innaffiare le piante, fare le pulizie o qualche lavoretto di manutenzione, ritirare la posta, badare ad eventuali animali domestici.

Chi lascia la casa per le vacanze avrà la sicurezza di non lasciarla incustodita, mentre chi va a fare l’House sitter ha alloggio (e spesso vitto) gratuito.

Se ti interessa diventare House sitter, puoi consultare siti e network internazionali come Mind my House, House Carers e Trust House sitters.

Couch Surfing: alloggia gratis in tutto il mondo

Per giovani (e meno giovani, perchè no!) con lo spirito avventuroso, per chi si adatta facilmente a situazioni diverse dal comune e per chi fa amicizia con facilità, consiglio, infine, il Couch Surfing.

I Couch Surfer chiedono ospitalità ai membri del network che li accolgono gratuitamente nella propria casa, facendoli dormire su un divano o nella camera degli ospiti.

I proprietari di casa ospitano persone gratis per fare nuove amicizie, per conoscere viaggiatori di altri Paesi o, semplicemente, perchè a loro volta sono dei Couch Surfer e amano viaggiare facendosi ospitare.

Per iscriverti e curiosare tra i profili di chi ospita Couch Surfer nel mondo, puoi visitare il sito ufficiale del “movimento” (perché di movimento si tratta!) del Couch Surfing.

Dormire in aeroporto: perché no?

Se hai in programma un viaggio low-budget (ma molto, molto low), ti do un consiglio che potrà sembrare azzardato e strampalato, ma ti assicuro che non lo è affatto e può farti risparmiare tanti soldi. Dormire negli aeroporti è un modo efficace e sicuro per ammortizzare i costi dei viaggi e dei pernottamenti.

Ovviamente è un metodo di risparmiare viaggiando piuttosto spartano, che si addice a chi ama il viaggio “zaino in spalla” e a chi si adatta facilmente anche a dormire in giacigli non proprio confortevoli.

Io l’ho fatto più volte, lo confesso: ho dormito all’aeroporto di Lisbona e a quello di Oporto, per non parlare del mio viaggio “zaino in spalla” in Spagna che mi ha visto dormire su autobus notturni, stazioni dei treni e addirittura parchi pubblici (ebbene sì, quando la stanchezza chiama…).

L’aeroporto è il luogo più sicuro per dormire rispetto a tutti quelli che ho elencano: è al chiuso, è sempre sorvegliato, ci sono guardie e telecamere ovunque, c’è un bel bagno pulito a disposizione e spesso c’è una fila di sedili nelle varie sale d’attesa per distenderti e riposarti. Ai più organizzati, invece, consiglio ti portare un buon sacco a pelo e un cuscino gonfiabile.

Per maggiori informazioni su questa possibilità ti consiglio di consultare un sito davvero utile, Sleeping in Airports. Qui troverai tante informazioni utili sugli aeroporti aperti di notte e dove si può dormire senza problemi, oltre a dritte per vivere al meglio l’esperienza di una o più notti in aeroporto piuttosto che in hotel.

Viaggiare gratis scrivendo recensioni di strutture e destinazioni turistiche

Il mondo degli Hotel tester e dei recensori di professione esiste ed è molto stimolante come possibilità di viaggiare gratis.

Molto interessante è anche la proposta di Mystery Client, che è sempre alla ricerca di nuovi tester di hotel, strutture turistiche, ristoranti e, addirittura, negozi.

Il “cliente in incognito” visiterà la strutture, valutandole ed esplicitando il livello di soddisfazione lato cliente. In cambio riceverà soldi e, in alcuni casi, anche rimborsi chilometrici.

Voli scontati grazie agli errori delle compagnie aeree

Le compagnie aeree spesso ci svuotano il portafoglio, spesso senza vergogna! Ma, lo sappiamo, è tutta questione di karma: qualche volta anche le compagnie sbagliano e il risultato sono voli super-scontati messi in vendita per errore.

Si chiamano Error fare e sono un’occasione ghiotta per chi vuole accaparrarsi qualche biglietto aereo molto scontato, anche per destinazioni da sogno come gli Stati Uniti, il Giappone o le Maldive.

Come scovare queste offerte eccezionali? Possono aiutarti i siti Fly4Free e Pirati in Viaggio, che le pubblicano online e le diffondono per farle conoscere alla loro fitta rete di followers. Inutile dire che queste “tariffe sbagliate” nella maggior parte dei casi restano attive per pochi giorni o, addirittura, poche ore, quindi appena le trovi, non fartele scappare!

Per tutte le altre necessità, c’è sempre il buon vecchio autostop oppure lo “scrocco” a casa di amici!

Per approfondire 10 consigli e trucchi per viaggiare in Europa e in Italia spendendo poco

Written by Lucia D'Addezio

Viaggiatrice seriale, fotografa per passione e scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella sua borsa sono: un fornito beauty case, la sua fedele macchina fotografica, carta e penna.

31 Comments

Leave a Reply
  1. Piacerebbe anche a me girare il mondo, meglio ancora se gratis, e non è detto che un giorno lo farò. Seguo i tuoi consigli e magari imparo qualcosa da te, che sei l’esperta! 😉

  2. Le tue idee sono davvero interessanti, le conoscevo già tutte ma tutte cosi riassunte sono davvero un sospiro di sollievo.
    Non userei solo la soluzione dello scambio casa, troppo gelosa del mio nido!

  3. Con i tempi che corrono per forza bisogna risparmiare e, se si può, perchè non approfittarne? 🙂 vado subito a leggere le offerte di Pirati in Volo. Il Couch Surfing l’ho già provato (più volte) e si incontra tanta gente simpatica e amichevole!

  4. Tra i consigli anticrisi questi sono senza dubbio i migliori. Molto meglio di tutte quelle finte offerte speciali e voli low-cost che poi low-cost non sono. Che rabbia tutti i siti web fasulli che si trovano in rete. Altro che last minute e super offerte, bisogna adattarsi e conoscere qualche trucchetto. 😉

  5. Bellissimo articolo. L’ho letto tutto di un fiato e mi hai dato tanti bei consigli, per una che adora viaggiare come me è un must risparmiare il più possibile. Mi piacerebbe lavorare in cambio di alloggio, soprattutto in mezzo alla natura! 🙂

  6. Davvero interessante questo post. Adesso non potrò evitare di tenere tutto a mente quando organizzerò i miei prossimi viaggi. Couchsurfing arrivooooooo!

  7. Anche io sono una viaggiatrice accanita e, anche se il portafoglio è sempre vuoto, non smetto mai di concedermi qualche bel viaggetto low-cost. Risparmiare non è poi un’impresa impossibile, no?!

  8. Un post molto interessante e utile in questo periodo dell’anno! Quando pianifico le vacanze mi tremano le ginocchia al solo pensiero del costo! Mannaggia la Crisi!

  9. Effettivamente ora come ora bisogna risparmiare… non mi farebbe schifo risparmiare ma nello stesso tempo anche “vacanzare” ! 🙂

  10. Quanto mi piacerebbe viaggiare di più!!! Purtroppo però, soprattutto ora che ho due figli piccoli, è un po’ un problema, sia a livello economico che di gestibilità… ma se tornassi indietro sicuramente approfitterei di questi modi di viaggiare low-cost e quasi gratis, come dici tu. Lo consiglio davvero a tutti, giovani e meno giovani: i viaggi arricchiscono tantissimo! 🙂

  11. Bellissima idea …unico problema e che secondo me raggiungere 10000 punti non sarà una passeggiata considerando che si sono una viaggiatrice ma che per il momento ha riposto lo zaino per questioni di …
    soldi ovviamente …comunque ci provo …e buonissime vacanze a tutti

  12. fantastico post, grazie mille per le dritte che metterò in pratica il prima possibile! ti seguo sempre e il tuo blog è fantastico!

  13. Uno dei post più interessanti che ho letto su questo blog (e sono tutti eccellenti!). Davvero degli ottimi consigli, anche perché di questi tempi è sempre bene risparmiare… sopratutto se si tratta di viaggi! Mi piace la dritta dei Pirati in Volo con gli errori delle compagnie ma anche lo Scambio di Casa mi stuzzica, basta che siano persone fidate!

    • Pirati in Volo è davvero un sito utilissimo. Ma ci sono tanti modi per risparmiare viaggiando. Per esempio io trovo molto allettante il “baratto”. L’ho provato ed è davvero un’esperienza particolare e divertente.

  14. Lucia buonasera,
    Volevo avere un parere da lei? Crede che mtachtrip funzioni veramente? Nel senso che il sito non mi sembra molto diffuso quindi non so se, effettivamente, raggiunti i 10000 punti, si possa viaggiare a spese di matchtrip. Lei conosce qualcuno che ci è riuscito? In attesa di una sua risposta le auguro buona giornata. È sempre bello leggere il suo blog.

    • Ciao Enrico, beh se non si inizia e non si prova un po’ di tutto. Comunque c’è la tabella dei punti sul sito e man mano che si viaggia e si recensisce, i punti aumentano. 😉 Se ti stuzzica come idea, puoi provare tu stesso e vedere come va. A me piace. 🙂

  15. Tutto molto interessante però non è vero che in aeroporto si può dormire. Le guardie, durante la notte prima di chiudere, se non hai il biglietto aereo ti cacciano! A me è capitato e sono stato costretto a dormire per strada!

    • Ciao Nik, in realtà dipende dall’aeroporto in cui ti trovi. Ognuno ha delle normative proprie. Alcuni la notte addirittura chiudono, altri invece no. Insomma, molto dipende da dove ti trovi. 😉

  16. e poi il quality test di trivago ti fà solo uno sconto minimo sul pernottamento… è solo un’altra trovata per attirare clientela..però il resto è utile

  17. Ciao e complimenti per il blog! Davvero ben fatto. Purtroppo noi avevamo trovato un errore prezzo per un viaggio negli States. Tuttavia il sito che effettuava il booking non l’ha voluto onorare. Grrr

  18. ahimè il trivago hotel tester non esiste piu’, ne ho usufruito con piacere un paio di volte, rimborso ok , in un caso esperienza molto piacevole, nell’altro l’hotel era molto fuori citta’ e non è stato un buon affare (sopratutto perchè chiudevano reception e ascensore dopo le 22). Non potevi prenotare troppo prima (3-4 settimane), ma è stato bello .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.