Visitare Milano e Torino in 2 giorni o un weekend


Scopriamo insieme Milano e Torino, grazie ad un itinerario di 2 giorni (o un weekend) che vi permetterà di visitare due delle più belle città lombarde in 48 ore.

Per velocizzare gli spostamenti, l’ideale sarebbe raggiungere Milano in aereo e qui affittare un’auto in modo da potervi spostare in libertà, senza perdere tempo prezioso in attesa di treni o autobus.

Vi ricordo che, oltre all’aeroporto di Milano Malpensa, vicinissimo a Milano c’è anche l’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, servito dalle più importanti compagnie aeree low-cost. Un ottimo modo per risparmiare! Se volete noleggiare l’auto direttamente in aeroporto, rimando al sito di Easyterra, che copre sia Malpensa che Orio al Serio ed è molto affidabile.

Ma veniamo al dunque: cosa vedere a Milano e a Torino in 2 giorni? Per sintetizzare la vostra visita, potete seguire questi consigli. Partiamo?

Giorno 1: visita veloce (ma completa) a Milano

Se state progettando un viaggio in Lombardia non potete non inserire nel vostro itinerario Milano, il cuore pulsante della regione. A differenza di quanto si possa credere, Milano non è solo una città industriale grigia e nebbiosa. Si tratta, infatti, di una delle città d’arte più belle d’Italia.

Le cose da vedere a Milano sono numerose, ma se avete solo un giorno a disposizione, per forza di cosa dovrete accontentarvi di vedere le più importanti. Un itinerario (testato dalla sottoscritta) per visitare Milano in maniera veloce e abbastanza completa è il seguente.

  1. Piazza del Duomo
  2. Duomo di Milano
  3. Galleria Vittorio Emanuele II
  4. Teatro alla Scala
  5. Via Montenapoleone
  6. Castello Sforzesco
  7. Chiesa di Santa Maria delle Grazie (Cenacolo di Da Vinci)
  8. Cimitero Monumentale
  9. I Navigli

Leggete il post dettagliato con l’itinerario passo passo per visitare Milano in 1 giorno, se volete qualche consiglio aggiuntivo.

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Duomo (Milano)

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Galleria Vittorio Emanuele II (Milano)

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Piazza Duomo (Milano)

Tra le cose da non perdere a Milano, c’è il Duomo con la Piazza omonima.

La Galleria Vittorio Emanuele II è la tappa successiva. Cercate il mosaico con il toro e non dimenticatevi di calpestare le famose “palle” con il tallone, compiendo tre giri su voi stessi: porta fortuna, o almeno così si racconta!

E poi, ancora, recatevi presso il Teatro alla Scala, passeggiate lungo Via Montenapoleone, visitate il Castello Sforzesco e andate a vedere il Cenacolo di Leonardo Da Vinci, conservato presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. L’itinerario a Milano si conclude con il Cimitero Monumentale e con i Navigli.

Dopo aver esplorato Milano ed esservi riposati una notte nella splendida città lombarda, dopo una abbondante colazione (magari al Crazy Cat Café!), salite in auto e dirigetevi verso Torino.

In 2 ore circa raggiungerete la città della Mole Antonelliana.

Giorno 2: Torino in 24 ore

Il centro storico di Torino è piccolo e raccolto, quindi è una città ideale per un itinerario veloce, da fare a piedi dopo aver parcheggiato. Ma da dove iniziamo?

La passeggiata per Torino inizia in Piazza C.N.L. (Comitato di Liberazione Nazionale), con le sue fontane con le allegorie dei fiumi Po e Dora Riparia. Ma non è finita qui. Raggiungete Piazza San Carlo, il “salotto” della Torino bene: qui troverete la Chiesa di San Carlo e la Chiesa di Santa Cristina, due chiese “gemelle”, oltre alla statua equestre di Emanuele Filiberto.

Imperdibile una sosta davanti allo storico Caffè San Carlo. Sul pavimento c’è un toro dorato (simile a quello che abbiamo visto a Milano nella Galleria Vittorio Emanuele II): leggenda vuole che calpestare i suoi “attributi” porti fortuna!

Ci dirigiamo in Piazza Castello, dove sorgono Palazzo Madama e il Palazzo Reale. Percorriamo Via Po, tra le più belle di Torino, e non resistiamo ad una sosta presso lo storico Caffè Fiorio. In questo locale illustri personaggi (come Cavour, D’Azeglio, Balbo, Rattazzi) si recavano per un caffè o un bicerin, per leggere il giornale o parlare di politica. Il Caffè Fiorio è anche un caffè letterario: tra i suoi più assidui frequentatori si annovera anche Friedrich Nietzsche.

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Piazza Vittorio Veneto (Torino)

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Mole Antonelliana (Torino)

Itinerario in Lombardia: cosa vedere a Milano e Torino

Museo Egizio (Torino)

Seguendo Via Po si arriva in Piazza Vittorio Veneto, considerata una delle piazze più grandi d’Italia grazie ai suoi 40.000 metri quadri di estensione.

A questo punto è arrivato il momento di vedere dal vivo il simbolo di Torino, la Mole Antonelliana. Non limitatevi ad ammirarla dal basso ma salite sulla Mole: la veduta dall’alto è davvero spettacolare! Un ascensore trasparente vi condurrà in cima alla Mole Antonelliana. All’interno della struttura potete anche visitare il Museo del Cinema.

Se avete ancora tempo, non potete non prevedere una visita al Museo Egizio di Torino, un vanto per la città. Il museo è interamente dedicato all’arte e alla cultura dell’Egitto antico ed è uno dei musei più visitati d’Italia.

Purtroppo siamo arrivati alla fine del nostro itinerario di 2 giorni in Lombardia, che ci ha permesso di conoscere due delle città più belle della regione, Milano e Torino. C’è ancora molto da vedere, ma rimanderemo ai prossimi viaggi in terra lombarda!

(Visited 93 times, 6 visits today)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *