Pienza: la “città ideale” della Val d’Orcia


Pienza è probabilmente il borgo più conosciuto tra quelli della Val d’Orcia. La sua eccezionalità architettonica abbinata alla location che ospita il borgo, cioè la meravigliosa Val d’Orcia, hanno fatto di Pienza un vero e proprio gioiello a livello turistico.

Pienza è tanto unica e peculiare a livello architettonico da essere stata inserita nella prestigiosa lista dei Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

La mia visita a Pienza è durata mezza giornata: giusto il tempo di fare un giro per il centro storico, scattare qualche foto e per bere qualcosa di refrigerante in un piccolo bar del centro.

Cosa fare e cosa vedere a Pienza

pienza val d'orcia siena toscana cosa fare cosa vedere toscana visitare pienza luoghi da vedere in italiaPienza è abbastanza piccola quindi è molto piacevole esplorarla con calma, assaporando ogni scorcio suggestivo, il panorama sulla valle, le case antiche di mattoncini rossi, le balconate stracolme di vasi di fiori e le viuzze più nascoste e misteriose.

Quando sei a Pienza non dimenticare di fare una passeggiata su Via dell’Amore, una stradina con balconata panoramica che offre una veduta mozzafiato sulla Val d’Orcia. Consiglio anche una capatina in uno dei tanti negozi di formaggio: il Pecorino di Pienza è una specialità locale quindi non fartela scappare!

Ovviamente quello che non puoi perdere quando vai a Pienza è la piazza principale, piccola e raccolta, ma non per questo da sottovalutare a livello artistico e architettonico. Pienza è, infatti, conosciuta con il soprannome di “città ideale”. Ma perché?

Pienza: la “città ideale” di Enea Silvio Piccolomini

Fino al 1462 nel luogo dove ora sorge Pienza c’era un borgo chiamato Corsignano. Fu proprio in quell’anno, però, che Enea Silvio Piccolomini (divenuto Papa con il nome di Pio II) decise di dare nuovo splendore al suo luogo natale, ormai in decadenza.

Papa Pio II contattò Bernardo Rossellino, importante personalità nel campo dell’architettura e dell’arte rinascimentale. Per 4 anni Rossellino e Pio II collaborarono per progettare e realizzare una “città ideale” costruita secondo i canoni di bellezza del Rinascimento. L’opera fu solo parzialmente realizzata, perché Pio II morì prematuramente.

Il volto di Pienza in quegli anni fu drasticamente modificato e oggi, grazie all’opera di queste due personalità geniali, possiamo ammirare opere straordinarie. Il capolavoro assoluto dell’accoppiata Rossellino-Pio II è la piazza centrale di Pienza, circondata da stupendi edifici rinascimentali, come la Cattedrale dell’Assunta, il Palazzo Piccolomini, il Palazzo Borgia e Jouffroy, il Palazzo Comunale e così via.

Nel 1996 Pienza è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO. Lo stesso vale per tutta la zona della Val d’Orcia, Patrimonio dell’Unesco dal 2004. Tali riconoscimenti internazionali fanno capire quanto questi luoghi meritino di essere visitati: la Toscana è molto di più delle sue città più conosciute. Voto per la Val d’Orcia: 10.

pienza val d'orcia siena toscana cosa fare cosa vedere toscana visitare pienza luoghi da vedere in italia

(Visited 2.213 times, 1 visits today)
12 Comments
  1. Onjob21 4 anni ago
  2. Antonella 4 anni ago
  3. stefania 4 anni ago
  4. sally0780 4 anni ago
  5. marcelayz 4 anni ago
  6. Paola Rossi 4 anni ago
  7. emanuela rangillo 4 anni ago
  8. Rita Zacchino 4 anni ago
  9. palmira 4 anni ago
  10. Eugenio 2 anni ago
    • Lucia D'Addezio Lucia D'Addezio 2 anni ago

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *