Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo


Visitare Firenze in maniera rapida, completa e low-cost è possibile: ecco 6 consigli utili per risparmiare tempo e denaro durante un viaggio nella “culla del Rinascimento”.

Se avete poco tempo e non volete spendere troppo, non dovete per forza rinunciare a viaggiare. In molte città italiane ci sono tante cose da fare e vedere gratis (o quasi).

Per risparmiare soldi e tempo quando si viaggia, basta conoscere i luoghi ad ingresso gratuito e qualche trucchetto per non sprecare tempo utile.

1. Il centro storico di Firenze è un museo a cielo aperto

Chi l’ha detto che bisogna per forza pagare il biglietto di ingresso a musei, chiese ed attrazioni turistiche per godere appieno delle bellezze di Firenze!

Ricordatevi che Firenze è un vero e proprio museo a cielo aperto.

Tutto il centro storico, piccolo ed esplorabile comodamente a piedi, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La ragione è semplice: camminando per le strade di Firenze, si riesce a ripercorrere tutta la complessa storia della città.

Si passa dal primitivo quadrilatero romano ai vicoletti della cittadella medievale, dalla grandiosità architettonica gotico-rinascimentale di Santa Maria del Fiore e Piazza Duomo allo sfarzo della reggia cinquecentesca di Palazzo Pitti, fino alle architetture più recenti e moderne.

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Ponte Vecchio (Firenze)

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Piazza del Duomo (Firenze)

L’eccezionale concentrazione del patrimonio storico, artistico e architettonico nel centro storico di Firenze, in una zona relativamente piccola e circoscritta, rende la città toscana unica al mondo.

Firenze incarna perfettamente il concetto di “città-museo” e di “museo diffuso”, dove il contesto urbano non è un contenitore di opere d’arte ma un’opera d’arte esso stesso.

I visitatori possono ammirare chiese, palazzi, edifici nobiliari, scorci, piazze, vicoli, ma anche mercati, botteghe artigiane, cortili e parchi cittadini tutto gratis, semplicemente passeggiando per il centro storico!

Piazza Duomo, la Basilica di Santa Maria del Fiore, Piazza della Signoria, la Loggia del Lanzi, il Ponte Vecchio, i Lungarni: è tutto gratuito.

Si paga per salire sul Campanile di Giotto o per salire sulla Cupola del Brunelleschi; a Palazzo Vecchio è gratuito l’accesso ai cortili, mentre è a pagamento l’ingresso al Museo di Palazzo Vecchio. Le chiese di Firenze sono tutte ad ingresso gratuito, tranne la Chiesa di Santa Croce (costo: 8 Euro).

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Ponte Vecchio (Firenze)

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Loggia del Lanzi (Firenze)

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Palazzo Vecchio (Firenze)

I musei di Firenze sono a pagamento, ovviamente, ma, per risparmiare tempo e denaro, potete sfruttare i due consigli successivi

2. La prima domenica del mese i musei statali sono gratis

La prima domenica del mese in Italia tutti i musei statali sono gratuiti e Firenze non fa eccezione.

Se volete, quindi, risparmiare sul costo del biglietto per entrare agli Uffizi, a Palazzo Pitti o al Museo Nazionale del Bargello, la prima domenica di ogni mese è il giorno ideale. Ci vorrà, però, un po’ di pazienza perchè, ovviamente, c’è sempre molta fila in occasione delle aperture gratuite.

La prima domenica del mese a Firenze potete entrare gratis in tantissimi musei (la lista completa è qui). Ve ne consiglio alcuni, davvero meritevoli.

  • Galleria degli Uffizi: nel museo potrete vedere i più grandi capolavori dell’arte italiane, come la Nascita di Venere e la Primavera di Sandro Botticelli, oltre a opere di Giotto, Cimabue, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, Mantegna, Tiziano e Caravaggio.
  • Palazzo Pitti: l’ingresso gratuito comprende la visita alla Galleria Palatina, alla Galleria d’arte moderna, alla Galleria del Costume, al Museo degli Argenti e al Museo delle Porcellane.
  • Giardino di Boboli: un giardino-museo con al suo interno statue, fontane ed edifici di interesse storico, è anche considerato uno dei più importanti e meglio conservati giardini all’italiana del mondo.
  • Gallerie dell’Accademia: non tutti lo sanno, ma è in questo museo (non in Piazza della Signoria, dove c’è una copia) che si trova il celebre David di Michelangelo.
  • Museo Nazionale del Bargello: realizzato nell’antico palazzo del Capitano del Popolo, successivamente sede del Podestà e del Consiglio di Giustizia,oggi conserva alcune delle più importanti sculture del Rinascimento firmate da Donatello, Luca della Robbia, Verrocchio, Michelangelo e Cellini.
  • Museo delle Cappelle Medicee: ospita la Cappella dei Principi e la Sagrestia Nuova di Michelangelo, con le sepolture dei più importanti membri della dinastia medicea.
  • Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto: il nome di questo museo viene dal meraviglioso affresco dell’Ultima Cena realizzato nel refettorio da Andrea del Sarto, uno dei capolavori dell’arte rinascimentale.
  • Museo della Moda e del Costume: al suo interno potrete vedere le collezioni di costumi e accessori dal Settecento a oggi, oltre a costumi teatrali e abiti funebri restaurati (tra i quali quelli di Cosimo I de’ Medici, Elenora di Toledo e Garzia de’ Medici).
  • Museo di Palazzo Davanzati – Museo dell’Antica Casa Fiorentina: Palazzo Davanzati dal 1956 è stato convertito nel Museo della Casa Fiorentina, con collezioni di oggetti che rievocano la vita domestica di una ricca casa fiorentina tra XIV e XVIII secolo.

3. Come saltare la fila ai musei fiorentini e risparmiare tempo prezioso

Un consiglio che di certo vi permetterà di risparmiare tempo e di evitare le lunghe file davanti ai musei è la prenotazione in anticipo per saltare la fila ai musei fiorentini.

Su tickets Florence potete prenotare il biglietto e, una volta arrivati, saltare la coda di numerosi musei a Firenze, come la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, il Museo del Bargello, il Corridoio Vasariano, le Cappelle Medicee, il Giardino di Boboli e molti altri.

I servizi skip the line li trovo utilissimi, soprattutto quando per visitare una città si ha poco tempo a disposizione. Aiutano ad ottimizzare i tempi e ad organizzare un viaggio in maniera intelligente, senza sprecare ore preziose fermi in fila davanti all’ingresso dei musei.

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Palazzo Pitti (Firenze)

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Uffizi (Firenze)

4. Street food: i migliori piatti fiorentini e toscani (ma low-cost!)

Questo consiglio è dedicato ai Foodies che non vogliono spendere troppo ma non vogliono rinunciare ad assaggiare le prelibatezze della cucina fiorentina e toscana.

Scegliete lo street food! Si spende poco, si mangia bene e molto, si assaporano le specialità della cucina povera e popolare, che in genere è ottima!

Ecco i 4 luoghi per assaggiare il migliore street food di Firenze:

  • All’Antico Vinaio: gli utenti di TripAdvisor lo hanno premiato col titolo di miglior street food a Firenze. Si trova in Via dei Neri, 74, nel cuore del centro storico di Firenze. E’ una meta obbligata per chi vuole spendere poco e mangiare tanto: panini grandi e prezzi piccoli. Non fatevi spaventare dalla fila, il servizio è veloce e la soddisfazione assicurata!
  • I Due Fratellini: prezzi bassi, qualità eccezionale. In menu ci sono tante proposte, adatte a soddisfare tutti i gusti, ma se volete personalizzare i vostri panini, non abbiate paura di chiedere: la bottega dei fratelli Armando e Michele è un vero must per gli appassionati dello street food fiorentino.
  • Sergio Pollini Lampredotto: se volete assaggiare il migliore Lampredotto di Firenze, andate al chioschetto di Sergio e Pier Paolo, in Via de’ Macci. Dovete mangiare rigorosamente seduti sulla scalinata della chiesa di Sant’Ambrogio: un set da cartolina!
  • Focacceria Pugi: per mangiare una eccezionale schiacciata toscana, la tappa obbligatoria è la Focacceria Pugi, che ha tre punti vendita in zone strategiche della città (Piazza San Marco, Via San Gallo e Via Orsini).

5. La veduta più bella di Firenze (e il giardino delle rose)

C’è una cosa gratuita da fare a Firenze che ha un valore inestimabile: guardare Firenze, in tutta la sua bellezza, dal Piazzale Michelangelo.

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Firenze vista da Piazzale Michelangelo

Piazzale Michelangelo è in assoluto il punto panoramico migliore per guardare Firenze dall’alto.

Il piazzale è famoso perchè ospita le riproduzioni delle opere più famose di Michelangelo Buonarroti ed è, infatti, dedicato proprio al grande Maestro.

Per raggiungere il Piazzale Michelangelo dal centro di Firenze si può percorrere ai auto il Viale dei Colli oppure prendere l’autobus da Santa Maria Novella (linea 12 o 13) o da Piazza Duomo (linea 13).

Vicino al Piazzale Michelangelo c’è un altro luogo magico, aperto al pubblico gratuitamente: si tratta del Giardino delle rose, accessibile tutti i giorni (è chiuso solo a Natale e Capodanno) dalle 9:00 fino al tramonto.

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Giardino delle rose (Firenze)

Aperto nel nel 1865, il Giardino delle rose è stato nel corso degli anni arricchito ed oggi include anche una intera area in stile giapponese donata a Firenze dalla città di Kyōto e dal tempio Zen Kōdai-ji.

6. Cercate il “porcellino” portafortuna

Il sesto è un consiglio di viaggio ironico: per chi ha bisogno di un po’ di fortuna (anche economica!), è sempre bene fare visita al famoso “porcellino” di Firenze.

In realtà si tratta di un cinghiale, e non di un maiale, ma i Fiorentini, si sa, sono spiritosi e quindi lo chiamano, con affetto, “porcellino“.

Firenze veloce e low-cost: 6 consigli per una visita completa, senza spendere troppo

Il “porcellino” (Firenze)

La famosa statua portafortuna si trova sotto la Loggia del Porcellino. Quando lo avrete trovato, strofinategli il naso e mettete una mano in bocca al “porcellino” tenendo una monetina: se la moneta cadrà nelle grate ai piedi della statua, dove va a finire l’acqua, è un segno propizio e vi porterà fortuna!

Tentare la sorte con il simpatico “porcellino” di Firenze è gratis e, anche se non siete superstiziosi, un po’ di fortuna non guasta mai…

Se cercate altri consigli di viaggio a Firenze, date un’occhiata anche all’itinerario per visitare Firenze in 1 giorno e ai 3 borghi da non perdere a meno di un’ora da Firenze.

(Visited 1.542 times, 4 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: All rights reserved - © Luoghidavedere.it