Napoli nascosta: itinerario nei meandri della Napoli sotterranea


Napoli sotterranea: un luogo assolutamente da vedere durante un viaggio a Napoli. Misteriosi cunicoli, labirintiche gallerie e profonde cave danno origine ad un mondo sotterraneo nascosto sotto i piedi della Napoli che tutti conosciamo.

Chi si accinge a visitare Napoli parte già con la consapevolezza di dover vedere una serie di cose imperdibili, soprattutto se è la prima volta nella città partenopea.

Tra le cose assolutamente da fare e da vedere a Napoli ci sono alcuni must. Scattare una foto con il Vesuvio alle spalle, passeggiare sul lungomare, visitare il Castel dell’Ovo, visitare il Palazzo Reale, ammirare il Maschio Angioino, passeggiare per Spaccanapoli, andare da un “acquafrescaio”, mangiare la pizza più buona del mondo, assaggiare il babà e, perché no, magari suonare il mandolino con un’artista di strada vestito da Pulcinella.

Napoli è una città famosa in tutto il mondo per le sue bellezze artistiche, per le sue specificità architettoniche e per l’atmosfera di allegria e vivacità che si respira in città, tuttavia i turisti si limitano spessissimo a vedere solo i monumenti più importanti e i luoghi più celebri di Napoli, tralasciando attrazioni nascoste e più “di nicchia”.

Tra le meraviglie nascoste di Napoli troviamo la cosiddetta Napoli Sotterranea. Un’attrazione turistica più nascosta di così era difficile da immaginare, dato che si trova nel sottosuolo, lontana dal caos del turismo di massa.

Napoli Sotterranea è un insieme di cave, gallerie e cunicoli che collegano diversi punti della città ad una profondità che raggiunge alcune decine di metri. Solo dopo essere stati laggiù ci si rende conto di quanto sia stata imponente l’opera dell’uomo nel sottosuolo partenopeo; basti pensare che i primi tentativi di scavo sotterraneo scoperti risalgono addirittura a 5.000 anni fa, praticamente poco dopo la fine dell’era preistorica.

Napoli sotterranea: come raggiungerla e cosa vedere

Napoli sotterranea

Nonostante una storia così antica, l’attuale struttura dei passaggi sotterranei è legata indissolubilmente alla costruzione dell’acquedotto del Serino ad opera dei Romani, i quali sfruttarono le vecchie cave di tufo greche per favorire l’approvvigionamento di acqua della città.

L’acquedotto sotterraneo napoletano ha rifornito d’acqua la città finché arrivò al collasso, attorno al 1500. Napoli sotterranea è stata dimenticata per quasi 500 anni? Tutt’altro! Le attività legali ed illegali che vi hanno proliferato raccontano una storia che arriva fino ai giorni nostri.

Napoli sotterranea è stata usata come cava di tufo, acquedotto, rifugio durante i bombardamenti per la Seconda Guerra Mondiale, percorso per attività di contrabbando, luogo d’incontro di amori clandestini, deposito, discarica abusiva. Solo dal secondo dopoguerra ci si rese conto che quell’insieme di cunicoli erano un’incredibile risorsa culturale. Seppelliti nel tempo, manufatti di ogni sorta ed ogni epoca, cimeli, graffiti e storie incisi sulle pareti.

Napoli sotterranea: come raggiungerla e cosa vedere

Napoli sotterranea

Napoli sotterranea: come raggiungerla e cosa vedere

Napoli sotterranea

Dagli anni ’50 ad oggi numerose associazioni si sono impegnate nella bonifica e nella messa in sicurezza dei luoghi della Napoli sotterranea, riscoprendo angoli ormai sedimentati di storia napoletana, portando alla luce diversi reperti e, soprattutto, facendo in modo che numerosi miti e legende non andassero persi nell’oblio del tempo.

Ed ecco allora che visitando Napoli Sotterranea possiamo riscoprire la leggenda del “Munaciello”, uno spiritello del folklore napoletano, a volte simpatico, a volte cattivo, che secondo la tradizione abiterebbe i meandri della Napoli sotterranea facendo percepire la sua presenza con dispetti, scherzi innocui, piccoli doni o provocazioni.

Visitare Napoli sotterranea: orari, costi e visite guidate

Visitare Napoli sotterranea è facile. Esistono numerose associazioni che organizzano visite guidate per gruppi e singoli all’interno dei passaggi sotterranei e dei cunicoli. Ovviamente non si tratta di speleologia vera e propria, in genere si cammina abbastanza agevolmente e solo in un paio di punti è necessario ritirare la pancia in dentro.

Il costo dei biglietti è abbordabile, e solo raramente supera i 10 euro, a seconda del tipo di visita che si vuole fare.

Le guide sono multilingue ed oltre ad accompagnarvi nei misteri di Napoli sotterranea vi mostreranno le cose più interessanti da vedere e vi narreranno aneddoti, leggende e storie davvero incredibili.

Per quanto riguarda gli orari, è possibile visitare i luoghi della Napoli sotterranea dalle 9:30 alle 18:00 prenotando online oppure recandosi direttamente in Via San Gaetano 68, lungo Spaccanapoli.

Ricordate di portare con voi un giacchino anche in estate perché laggiù la temperatura è fresca e, soprattutto, ricordate di indossare scarpe comode.

Per maggiori informazioni rimando al sito ufficiale di Napoli sotterranea.

(Visited 1.474 times, 4 visits today)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: All rights reserved - © Luoghidavedere.it