City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore – Giorno 2


Abbiamo visitato Napoli in 24 ore grazie a City Sightseeing, un servizio di bus turistici che comprende 3 linee dedicate all’esplorazione dei luoghi più belli e famosi della città.

Prima di proseguire, leggi la prima parte dell’itinerario a Napoli con il bus City Sightseeing.

In questo post procediamo con tutte le tappe del secondo giorno. Ecco l’itinerario completo.

Bus tour a Napoli con il servizio City Sightseeing

Giorno 2

Linea A

In poco meno di 5 minuti di bus della Linea A della compagnia City Sightseeing raggiungiamo uno dei principali salotti cittadini, Piazza Dante. Questa splendida zona di ritrovo è dedicata al Re Carlo VII di Borbone. Al centro della piazza troneggia una statua di Dante.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

PIazza Dante (Napoli)

Con una solo fermata ci ritroviamo in una delle piazze più popolari di Napoli, punto di ritrovo serale, soprattutto dagli studenti napoletani, la Piazza del Gesù Nuovo.

Al centro della piazza svetta la Guglia dell’Immacolata, risalente alla metà del Settecento, che ogni 8 Dicembre (in occasione appunto della Festa dell’Immacolata) viene onorata dai pompieri con una corona di fiori per la Vergine Maria.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazza del Gesù Nuovo (Napoli)

Visitiamo la Chiesa del Gesù Nuovo, uno degli edifici rinascimentali della città.

L’interno è barocco, con decorazioni in marmo del 1630 e una serie di affreschi stupefacenti di vari artisti ed epoche, in quanto alcuni vennero rovinati dal terremoto del 1688.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)

Ed ora un pò di shopping! Iniziamo curiosando per i negozietti che attirano la nostra attenzione per i numerosi souvenir che vogliamo portarci a casa: fra tutti, non potevano di certo mancare gli immancabili cornetti rossi portafortuna. Si respira un’aria diversa, gioviale, piena di allegria e solarità, che rispecchia pienamente la magnifica giornata di sole che ci accompagna oggi.

Arriviamo in Piazzetta Nilo, dove campeggia la statua del Dio Nilo, una scultura di marmo commissionata in epoca romana (II-III secolo d.C). Sparì nel momento in cui gli egizi lasciarono la città, e poi ricomparve senza testa nel XV secolo. Venne a questo punto ribattezzata “il corpo di Napoli“, e le fu aggiunta una testa barbuta solo alla fine del Settecento.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazzetta Nilo (Napoli)

La nostra prossima tappa è rivolta ad un capolavoro della città: la Cappella di San Severo, che ospita una vera e propria opera d’arte, famosa in tutto il mondo: la scultura “vivente” del Cristo velato.

Dico vivente perchè l’impressione che abbiamo avuto appena ci siamo fermati in ammirazione davanti alla statua è proprio quella che sotto il velo ci sia il corpo di un essere umano e non un pezzo di marzo. La statua del Cristo velato è straordinariamente verosimile: è impossibile non rimanerne ammaliati ed è molto difficile distogliere lo sguardo da questa eccezionale opera d’arte. Oltre al Cristo velato, anche la stessa Cappella di San Severo è una vera “chicca”. Dall’esterno è impensabile immaginare cosa è contenuto al suo interno. Ma andiamo con ordine.

Il biglietto d’ingresso alla Cappella di San Severo costa 7 Euro.

La cappella è famosa nel mondo per la presenza del Cristo velato, una scultura in marmo realizzata da Giuseppe Sanmartino e rappresentante il corpo di Gesù coperto da un lenzuolo talmente sottile e realistico che viene proprio la tentazione di sollevarlo per vedere il volto del Cristo. Purtroppo non è permesso fare fotografie all’interno della cappella, che viene sorvegliata meticolosamente.

Sul sito internet della Cappella di San Severo potrete trovare tutte le informazioni per la visita e una galleria fotografica che rende giustizia a questo gioiello scultoreo.

La Cappella di San Severo è, però, essa stessa una meraviglia: è contraddistinta da opere sculture scultore e affreschi magnificamente conservati. La cappella, che risale alla fine del XVI secolo, doveva ospitare le tombe della famiglia Di Sangro ed assunse l’attuale aspetto barocco verso la metà del Settecento.

La visita si arricchisce anche per la presenza di due macchine anatomiche, rappresentanti gli scheletri di un uomo e una donna con il sistema venoso perfettamente conservato, anche se ad oggi non è ancora chiaro se si tratti di due sistemi originali o di riproduzioni.

Dopo un’ora dedicata alla cultura, ora continuiamo con lo shopping, raggiungendo la via più famosa di Napoli, San Gregorio Armeno, conosciuta anche come la “via dei Presepi“. Qui è Natale tutto l’anno!

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

San Gregorio Armeno (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

San Gregorio Armeno (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

San Gregorio Armeno (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

San Gregorio Armeno (Napoli)

In una strada, un intero mondo…questo è lo spirito di San Gregorio Armeno. Tanti negozietti che vendono statuine dipinte a mano, richiestissime dai turisti che non se ne vogliono andare da Napoli senza acquistare un pezzo unico da aggiungere al proprio presepe. Ed è così che i presepi si colorano di modernità: dai calciatori al grande Pino Daniele, dal mitico Totò all’amatissimo Papa Francesco.

Abbandonando questo via magica, che collega due arterie importanti della città, Spaccanapoli e Via dei Tribunali, ci dirigiamo al Duomo, la Cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Duomo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Duomo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Duomo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Duomo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Duomo (Napoli)

I lavori iniziarono nel 1272 su commissione degli Angiò e la consacrazione avvenne nel 1315. Il terremoto del 1456 distrusse gran parte del Duomo, che venne così modificato nel corso dei secoli. La facciata è neogotica e risale a fine Ottocento. Il soffitto della navata centrale è dorato e a cassetti: un grandissimo colpo d’occhio.

Sulla sinistra, si apre la Cappella Reale di San Gennaro (o “Cappella del Tesoro“), portata a termine nel 1637 e alla cui realizzazione lavorarono artisti tra i più conosciuti dell’epoca. Dietro l’altare si trova un forziere e, all’interno, vi è un busto in argento del XIV secolo.

Qui sono conservate le due ampolle che contengono il sangue miracoloso del patrono di Napoli, San Gennaro. Queste vengono esposte alla venerazione dei fedeli tre volte l’anno (il Sabato precedente la prima Domenica di Maggio e negli otto giorni successivi, il 19 Settembre e il 16 Dicembre). In queste giornate è possibile assistere al fenomeno della liquefazione del sangue di San Gennaro, considerato un miracolo dai fedeli.

Da questa basilica monumentale, inglobata sulla destra, si accede in una delle basiliche più antiche di Napoli, la Basilica di Santa Restituta, in parte danneggiata dal terremoto del 1688. All’interno è anche possibile accedere ad un’area archeologica, che rende visibile resti di edifici e strade greco-romane. Punto di forza è il Battistero, il più antico dell’Europa occidentale con preziosissimi mosaici del IV secolo.

Riprendiamo il nostro bus turistico per dirigerci di nuovo al capolinea e ne approfittiamo per riposarci un pò. La nostra prossima meta ora è Piazza del Plebiscito, forse il principale punto di ritrovo dei Napoletani nonchè uno dei luoghi più iconici di Napoli.

Lungo la passeggiata, per caso (in quanto i lavori di ristrutturazione esterna ne avevano oscurato la facciata esterna) ci siamo imbattuti nel Teatro San Carlo, il teatro più grande e antico dell’opera italiano ed europeo.

La visita guidata al Teatro San Carlo di Napoli dura circa 45 minuti e costa 5 Euro.

L’impatto è sicuramente molte forte: ci si sente piccini piccini all’interno del maestoso teatro. La grandiosità, i decori, le luci rendono questo luogo incredibilmente evocativo e suggestivo. Ci sembrava di udire in lontananza l’eco di brani di opere liriche famose e di vedere attori e ballerini muoversi sul palco con la grazia naturale che li contraddistingue.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Teatro San Carlo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Teatro San Carlo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Teatro San Carlo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Teatro San Carlo (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Teatro San Carlo (Napoli)

La guida ci racconta che il Teatro San Carlo risale al 1737, fu danneggiato da un incendio nel 1816 e ricostruito in soli 9 mesi, basandosi sull’impianto originale, con l’arricchimento all’interno di fregi dorati e bassorilievi d’argento. La struttura del teatro è costituita da un ferro di cavallo, con sei ordini di palchi. Soffermarsi sui dettagli è davvero difficile, qui dove tutto risulta particolare.

La guida ci accompagna per le scale per condurci nella loggia centrale, riservata in passato alla Famiglia reale. Qui ci sentiamo veramente dei privilegiati ad ammirare il teatro in tutto il suo splendore, e allo stesso tempo in riservatezza.

Ed ora veramente la nostra ultima tappa partenopea: Piazza del Plebiscito. L’aggettivo che la descrive al meglio è uno solo: maestosità.

Sicuramente l’occhio cade sulla copia neoclassica del Pantheon di Roma, la Chiesa di San Francesco di Paola, commissionata nel 1817 dal Re Ferdinando I per celebrare l’inizio del suo regno in seguito al periodo napoleonico.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazza del Plebiscito (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazza del Plebiscito (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazza del Plebiscito (Napoli)

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Piazza del Plebiscito (Napoli)

Il colonnato originale di Giacchino Murat è di epoca poco precedente e risale al 1809.

Al centro di questa splendida piazza, due statue equestri: una eseguita interamente dal Canova che raffigura il Re Carlo III di Borbone; e l’altra iniziata da Canova e terminata da Antonio Calì, che raffigura il committente della Chiesa, Ferdinando I, figlio di Re Carlo.

Il nostro bus tour a Napoli termina qui.

City Sightseeing a Napoli: itinerario completo di 24 ore

Vesuvio al tramonto (Napoli)

Napoli ci sta per augurare una splendida serata, che non potevamo non concludere con la classica pizza, che qui la fa da padrona in tutti i ristoranti.

Il Vesuvio al tramonto assume una luce spettacolare, quasi fiabesca e fatata. Grazie Napoli per i tuoi colori, i tuoi sapori, la tua storia, i tuoi splendori, il tuo mare, il tuo sole.

Dove dormire a Napoli?

Il nostro campo base per questi giorni è stato il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo.

E’ raggiungibile dalla stazione di Napoli Centrale con tre fermate di metro (neanche il tempo di sedersi che già bisogna scendere).

All’ultimo piano ha una vista spettacolare sul Golfo con i suoi due punti di riferimento: il Vesuvio e il Maschio Angioino.

Oltre che per l’eleganza degli arredi, ci è piaciuto per la vista, che dire strepitosa è poco, che si gode dalla terrazza dell’ultimo piano, adibita a sala colazione la mattina. Al penultimo piano invece è stato realizzato un angolo relax, con un solarium e due piscine, di cui una idromassaggio. In un hotel nel centro della città, è veramente una cosa unica!

Se avete intolleranze alimentari, è possibile avere la colazione senza glutine.

LEGGI LA PRIMA PARTE

City Sightseeing a Napoli: Giorno 1

 

(Visited 2.154 times, 2 visits today)
No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: All rights reserved - © Luoghidavedere.it