Romantische Straße. Da Füssen a Würzburg sulla “strada romantica” più famosa della Germania


La Romantische Straße è uno degli itinerari maggiormente percorsi dai turisti in Germania. Percorrendo 360 chilometri, dal maestoso castello di Ludwig II, nella Baviera meridionale, si arriva fino alla pittoresca città di Würzburg.

Va specificato che la Romantische Straße viene di norma percorsa da Würzburg a Füssen, quindi in senso “contrario” rispetto a quanto indicato in questo itinerario. Ma per noi Italiani la rotta “controcrrente” è però quella che, per ragioni logistiche, risulta più comoda. Pronti a partire alla scoperta della Romantische Straße?

Per poter percorrere tutta la Romantische Straße e visitare i dintorni con la calma dovuta servirebbe almeno una settimana. Il mezzo di trasporto ideale per gli spostamenti, però, non è necessariamente l’automobile. Infatti, grazie ad una attrezzata pista ciclabile, i turisti più atletici possono spostarsi da una cittadina all’altrain bicicletta, immergendosi a tutto tondo nel paesaggio circostante.

Vuoi visitare la “strada romantica”? Ecco le cinque tappe imperdibili sulla Romantische Straße.

Itinerario sulla Romantische Straße

Itinerario sulla Romantische Straße: da Füssen a Würzburg

1. Schloss Neuschwanstein

La prima tappa da non perdere sulla Romantische Straße è senza dubbio il Castello di Neuschwanstein. Tutti noi lo abbiamo visto almeno una volta: il castello della Walt Disney esiste davvero.

Schloss Neuschwanstein fu fatto costruire nel 1869 su di uno sperone di roccia dal Re di Baviera Ludwig II, nei pressi di Füssen (Baviera), in località Schwangau. Posto di fronte al fronte al Castello di Hohenschwangau, il maniero di Neuschwanstein fu sin dall’origine pensato come il rifugio fisico e spirituale, dove Ludwig II poteva ritirarsi e vivere nell’isolamento che il sovrano tanto apprezzava. A seguito della sconfitta tedesca contro la Prussia, il Governo aveva tolto a Ludwig II l’esercizio della propria sovranità così, poiché non riuscì a rassegnarsi al ruolo di monarca di rappresentanza, si costruì un mondo parallelo in cui rifugiarsi.

L’atmosfera fiabesca, quasi irreale, di Neuschwanstein spinse la Walt Disney a prenderlo da modello per i castelli principeschi di alcuni dei suoi più celebri cartoni animati (Biancaneve, La Bella Addormentata, Cenerentola).

Itinerario sulla Romantische Straße

Schloß Neuschwanstein, il “castello delle fiabe” (Germania)

Di fatto Ludwig II non vide mai i lavori terminati né il “suo” Schloss Neuschwanstein completato: a causa dei forti debiti, il Governo lo fece interdire e dichiarare incapace a governare; costretto agli arresti nel castello, nel 1886 Ludwig II trovò la morte nelle acque del Lago di Starnberg. Di grande interesse sono gli interni in stile medievale e le sale, tutte dedicate al compositore Richard Wagner, amico del sovrano. Degna di nota è, infine, la Sala del Trono del Castello di Neuschwanstein che per la sua sontuosità ricorda un edificio sacro.

2. Schloss Hohenschwangau

Nei pressi del Castello di Neuschwanstein sorge il meno famoso (ma non per questo meno affascinante) Castello di Hohenschwangau. Re Maximilian II fece costruire questo castello sulle rive del Lago Alpsee come residenza estiva, e qui il figlio Ludwig II trascorse gran parte della sua infanzia. Nella fortezza Ludwig ospitò più volte l’amico Wagner.

E’ particolarmente interessante visitare questo castello per l’arredamento originale del XIX secolo in stile Biedermeier e per lo splendido parco. Da segnalare anche la Sala del Cavaliere del Cigno, che ospita pitture raffiguranti la leggenda del Cavaliere di Lohengrin sui muri.

Itinerario sulla Romantische Straße

Schloß Hohenschwangau (Germania)

È possibile visitare questo castello congiuntamente a quello di Neuschwanstein acquistando un biglietto cumulativo.

Costi Neuschwanstein + Hohenschwangau: 23 Euro per il biglietto intero, 21 Euro per il biglietto ridotto.

3. Augsburg

Proseguendo verso Nord, impossibile non fermarsi ad Augusta (Augsburg). Fondata nel 15 a.C. dall’omonimo Imperatore romano, è oggi la terza città più grande della Baviera dopo Monaco e Norimberga.

Oltre al Duomo, che risale all’anno 900, un’altra sosta obbligatoria ad Augsburg è la casa natale del padre di Mozart. Proprio ad Augusta, al numero 30 di Frauenstorstraße, il 14 novembre 1719 nacque Leopold Mozart. La casa, oggi trasformata in museo, è stata riaperta al pubblico nel 2006, in occasione del 250° anniversario dalla nascita del compositore.

Il Fuggerei è un quartiere caratteristico della città da non perdere: fatto costruire nel 1516 da Jakob Fugger è uno dei più antichi quartieri popolari del mondo. Le 67 casette con 147 appartamenti, una chiesa, una fontana e una cinta di mura rappresentano una piccola “città nella città” e, grazie ad un affitto molto basso, il quartiere Fuggerei poteva ospitare anche le famiglie più indigenti di Augusta. Si tratta di uno dei più antichi esempi al mondo di edilizia popolare ancora esistente (a precederlo ci sarebbe solo la Corte di Ca’ Lando di Padova, più antica di 5 anni).

4. Rothenburg ob der Tauber

La tappa successiva del nostro itinerario sulla Romantische Straße si trova a circa 100 chilometri a Ovest di Norimberga. Sto parlando di Rothenburg ob der Tauber, una piccola cittadina che ha mantenuto intatto il suo aspetto medievale ed è ancora interamente cinta dalle mura.

Itinerario sulla Romantische Straße

Rothenburg ob der Tauber (Germania)

Il cuore pulsante della città è Marktplatz (Piazza del Mercato), grazie anche alla presenza del Municipio caratterizzato da due diversi stili: gotico e rinascimentale. Proprio sulla facciata del Comune di Rothenburg ob der Tauber si svolge uno degli “eventi” più caratteristici della cittadina: allo scoccare di determinate ore (dalle 11 alle 15 e dalle 20 alle 22) si aprono due finestrelle a lato dell’orologio sulla facciata e si possono vedere due statuette (il Sindaco e il Generale Tilly) bere dei boccali di birra.

Altra attrattiva di questa piccola cittadina tedesca è il negozio di Käthe Wohlfahrt, una rivendita di giocattoli ed articoli natalizi dove è Natale per 365 giorni l’anno.

Caratteristiche sono ovviamente le mura medievali e le porte di ingresso alla città, che in alcuni tratti sono ancora accessibili a piedi, attraverso i camminamenti delle guardie di ronda.

Un consiglio: se siete interessati a visitare la cittadina di Rothenburg, potete alloggiare all’Hotel Hornburg, un garnì situato appena fuori le cinta murarie che vi darà la sensazione di dormire in un vero castello. Martin e Gabi sono i proprietari che con amore gestiscono l’Hotel, le stanze sono spaziose, la colazione abbondante e la posizione è ottima (proprio di fronte c’è un grande parcheggio pubblico). Noi ci siamo trovati benissimo!

5. Würzburg

Il traguardo finale di questo tour sulla “strada romantica” è Würzburg, da cui in realtà la Romantische Straße ha origine.

Nonostante i bombardamenti subiti durante la Seconda Guerra Mondiale e l’immane danno arrecato dagli ordigni all’edificio, il castello residenziale dei Vescovi Principi di Würzburg è stato mirabilmente restaurato ed è oggi una delle attrazioni più importanti della città. La Residenza di Würzburg è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1981.

Il Castello di Würzburg, che si erge al di sopra del centro abitato, serviva ai Vescovi anche come barriera di protezione dalla rabbia dei cittadini che sempre più di frequente aspiravano alla libertà. Degno di nota è anche il “vecchio ponte sul Meno che, attraversando il fiume, permette di giungere alla “città vecchia”, nella parte orientale del centro abitato.

Da non perdere a Würzburg anche il Duomo di St. Kilian, la Collegiata di Neumünster e la Fortezza di Marienberg.

***

L’itinerario tra le bellezze della Romantische Straße si chiude qui. Il percorso, però, può essere personalizzato e arricchito di altre tappe a seconda delle proprie preferenze, dato che le cose da vedere lungo la Romantische Straße sono numerose. C’è il Santuario di Wieskirche, c’è Rottenbuch, c’è Landsberg am Lech, c’è Donauwörth e, ancora, Creglingen e Weikersheim, con l’omonimo castello.

L’itinerario, delineato attorno al 1950 con lo scopo di suggerire ai viaggiatori un percorso completo che attraversasse realtà paesaggistiche di interesse naturalistico e luoghi di importanza storico-artistica, offre la possibilità di vivere un viaggio originale e stimolante in una delle zone più belle della Germania.

(Visited 4.048 times, 1 visits today)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *