Italiani e Danesi a tavola perché siamo così diversi? Breve introduzione alla cucina danese.


Ho vissuto per diverso tempo in Danimarca per lavoro, l’ho esplorata in lungo e in largo per diletto e ho, ormai, un forte legame affettivo con questa Terra.

Amo le “stranezze” dei suoi abitanti, i suoi paesaggi pianeggianti che si aprono verso l’infinito, le sue Estati di appena due mesi e i suoi Inverni lunghi, bui e piovosi.

Amo tutto della Danimarca anche se c’è una cosa che proprio non capisco di questo popolo: il suo rapporto con il cibo.

Se pensi che in Danimarca la concezione di “buona cucina” sia uguale a quella Italiana ti sbagli di grosso.

Come si riconosce un Danese a tavola da un Italiano a tavola?

Quando vivevo in Danimarca spesso “prendevo in giro” i miei amici danesi per il loro rapporto “freddo e distaccato” nei riguardi dei pasti.

Il Danese mangia pasti frugali, spesso preparati velocemente e con ingredienti che nessun individuo sano di mente abbinerebbe. Salumi improbabili spacciati per specialità locali, uova fritte, lardo di maiale, pane nero amaro e pastoso in bocca, paté di fegato e lardo, contorni di rape rosse in agrodolce, pesce crudo marinato in Dio solo sa cosa e, soprattutto, patate, patate e ancora patate.

Un’altra cosa che non manca mai sulle tavole dei Danesi sono le salse. Più grasse e untuose sono, meglio è! E non parlo solo di ketchup e maionese, ma di ogni tipo di salsetta, intingolo e condimento conosciuto sul pianeta Terra. Alla faccia del Colesterolo!

Le verdure, a parte rare eccezioni, sono quasi bandite, anche se la colpa non è dei Danesi ma dei prezzi astronomici dei vegetali in Danimarca. Qui il clima non contente di coltivare tutte le verdure e le importazioni costano caro!

Vogliamo parlare, poi, del caffè danese? Meglio di no! Definirlo “acqua sporca” sarebbe fargli un complimento.

L’Italiano a tavola, invece, si trova ogni giorno della sua vita davanti ad un vero ben di Dio, che solo quando siamo all’estero e non lo abbiamo a disposizione (ammettiamolo!) riusciamo ad apprezzare appieno. La cucina mediterranea è salutare, gustosa e varia: una vera goduria per il palato.

C’è, poi, un’altra enorme differenza tra i Danesi e gli Italiani quando sono a tavola. I Danesi mangiano per sopravvivere, della serie: mangio quello che ho nel piatto, mi alzo e me ne vado.

La bellezza e la profondità del rapporto degli Italiani con la tavola sta, invece, nella sua essenza di momento conviviale, intimo, familiare, dove ci si raccoglie, si mangia bene, si chiacchiera, ci si abbandona al piacere e all’Amore. Perché, sì, di Amore si tratta!

Cosa mangiare in Danimarca (senza doverti pentire amaramente)?

Veniamo alla cucina danese e alle sue specialità. Ebbene sì, dopo tante brutte esperienze culinarie, durante il mio espatrio in Danimarca mi sono imbattuta anche in piatti decisamente gustosi, che ti consiglio di provare.

I miei piatti danesi preferiti in assoluto sono i seguenti:

  • Le Frikadeller, delle polpette danesi dal sapore impareggiabile, nonché uno dei piatti più cucinati di sempre in Danimarca. I Danesi ne vanno pazzi!
  • La Kartoffelsalat, un’insalata di patate buona, leggera e altamente personalizzabile. Quindi, via libera alla fantasia!
  • La Remoulade, una salsa dal riconoscibilissimo colore giallo senape, da abbinare a carne e pesce o da mangiare così com’è. Deliziosa!
  • Lo Smørrebrød, un panino “aperto” che i Danesi si vantano di aver inventato e che può essere consumato in innumerevoli di varianti.
  • Gli asparagi di stagione e le patate novelle (purtroppo disponibili solo per brevi periodi) sono assolutamente da provare. Puoi comprarli direttamente nelle campagne, dai contadini e dai raccoglitori di asparagi selvatici, oppure ordinarli nei ristoranti.

Tra i dolci da assaggiare quando sei in Danimarca ci sono i Wienerbrød, un classico della pasticceria danese; il Risengrød, una sorta di budino preparato con il riso e aromatizzato alla Cannella; i Peberkage, i tradizionali biscotti danesi allo Zenzero; i Pebernødder, i biscotti natalizi più buoni che ci siano.

Comunque vuoi un consiglio spassionato? Se sei diretto in Danimarca e non vuoi farti cogliere impreparato, riempi la valigia di pastacaffè, formaggi, parmigiano, salumi e tutto quello che riesci a portare con te. Meglio essere organizzati!

Altre dritte su cosa mangiare in Danimarca le trovi in questo post.

(Visited 2.279 times, 1 visits today)
7 Comments
  1. Giorgia 3 anni ago
  2. Gianni 3 anni ago
  3. Lucia D'Addezio Lucia D'Addezio 3 anni ago
  4. viviana 3 anni ago
    • Roberto 9 mesi ago
  5. Lukas 2 anni ago
  6. Lilian 2 anni ago

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *