Escursione nella Serra do Buçaco: la “foresta nazionale” portoghese a due passi da Coimbra


La Serra do Buçaco è una catena montuosa divisa tra i comuni di Mealhada e Penacova, nel distretto di Coimbra, in Portogallo.

I boschi che ricoprono quasi interamente la Serra do Buçaco rappresentano un patrimonio naturale di valore inestimabile, dotato di caratteristiche che non si fa fatica a definire uniche in Portogallo e nel mondo.

Questa zona montagnosa che un tempo offrì rifugio ai primi cristiani portoghesi (II secolo) fu donata da Papa Urbano VIII all’ordine dei Carmelitani (Carmelitas Descalços) con l’emissione di una bolla papale nel 1634. I monaci piantarono alberi di tantissime specie diverse, costruirono un convento e plasmarono la foresta trasformandola in un luogo idilliaco di enorme valore naturalistico.

La foresta del Buçaco è stata dichiarata “Patrimonio nazionale portoghese” ed è una delle attrazioni turistiche più belle da vedere vicino a Coimbra.

Serra do Buçaco: patrimonio nazionale portoghese

Per 200 anni i monaci carmelitani vissero nella Serra do Buçaco in totale isolamento, impegnati nella preghiera e nella contemplazione ascetica della natura. E’ proprio al lavoro instancabile dell’ordine dei Carmelitani che dobbiamo la costruzione del Convento de Santa Cruz do Buçaco e delle numerose capelle e casupole (ermidas) che costellano il fitto bosco del Buçaco.

Sempre i Carmelitani nel corso degli anni piantarono cedri, abeti, sequoie, tigli, olmi, rododendri, palme, acacie e numerose altre specie arboree provenienti dall’Europa, dall’America, dall’Australia, addirittura dalla catena montuosa dell’Himalaya.

Nelle lussureggianti foreste del Buçaco si fanno notare alberi secolari imponenti, come alcuni esemplari enormi di Cedro-do-buçaco (Cupressus lusitanica).

Uno degli alberi più famosi della Mata do Buçaco è il “cedro de São José“, piantato nel 1644 (o addirittura prima) e considerato l’esemplare di cipresso più vecchio del Portogallo e, probabilmente, d’Europa. Nonostante il nome di Cedro-do-buçaco lasci pensare che si tratti di una specie autoctona del Portogallo, si crede che i Carmelitani abbiano importato questi alberi dal Messico, dal Guatemala o dal Costa Rica.

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Il “cedro de São José” è il cipresso (sì, non il cedro!) più antico del Portogallo

La Serra do Buçaco è nota anche per aver ospitato l’omonima battaglia durante la quale i Portoghesi si allearono con le truppe inglesi per combattere contro Napoleone Bonaparte. A commemorare la Batalha do Buçaco (1810) è stato eretto un obelisco e allestito il Museu Militar da Serra do Buçaco.

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Il Palace Hotel nel “cuore” della foresta del Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Dettagli architettonici in stile neomanuelino nel Palace Hotel del Buçaco

L’antico Convento de Santa Cruz do Buçaco, demolito del 1834, è stato inglobato nelle sue parti rimanenti dal lussuoso Palace Hotel, un gioiello neomanuelino nel bel mezzo della foresta. Il Palace Hotel è stato edificato alla fine del XIX secolo per volere della famiglia reale portoghese.

Del Convento de Santa Cruz restano solo alcune celle e il chiostro, integrati nella nuova costruzione, oltre che un vasto patrimonio di antichissimi Azulejos ancora oggi visibili. Di fronte all’ingresso del Palace Hotel si apre un meraviglioso giardino, con siepi e fiori, affiancato da un vialetto con pergolato ricoperto da glicini.

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Il Palace Hotel nel “cuore” della foresta del Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Vialetto con pergolato del Palace Hotel

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Fontanella nel giardino del Palace Hotel

Per raggiungere il Palace Hotel così come le capelle e la Cruz Alta della Serra do Buçaco basta seguire i sentieri segnalati per l’esplorazione della foresta in totale sicurezza. I sentieri conducono in tutti i luoghi più suggestivi della Serra do Buçaco, tra laghetti con i cigni, fontane, alberi secolari, cappelle della Via Crucis e aree belvedere.

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Antiche costruzioni e ermidas nella Mata do Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Antiche costruzioni e ermidas nella Mata do Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Laghetto nella foresta del Buçaco

Come raggiungere la Serra do Buçaco e cosa vedere nei dintorni

Raggiungere la foresta del Buçaco da Coimbra, come ho fatto io, è abbastanza semplice.

Dalla stazione di Coimbra B partono diversi treni ogni giorno per Luso-Buçaco. Dalla stazione dei treni di Luso-Buçaco basta camminare fino all’ingresso del bosco, seguendo le indicazioni apposite. In alternativa si può raggiungere in auto il Palace Hotel e proseguire da lì a piedi, sempre orientandosi con l’apposita segnaletica.

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

La segnaletica indica la via da seguire per raggiungere i luoghi più belli del Buçaco

Tra le tappe imperdibili nella Serra do Buçaco, oltre, ovviamente, al Palace Hotel, ci sono il belvedere della Cruz Alta, la Vale dos Fetos (valle delle felci) e la Fonte Fria (fonte fredda).

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

La Fonte Fria nella foresta del Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

La Vale dos fetos, uno dei luoghi più suggestivi della Mata do Buçaco

Foresta del Buçaco: cosa vedere e come raggiungerla

Veduta panoramica dalla Cruz Alta sul Palace Hotel

A breve distanza dalla Serra do Buçaco puoi anche visitare le terme di Luso. L’acqua che sgorga dalle sorgenti di Luso è una delle più bevute in Portogallo tra le acque in bottiglia. Le terme, invece, conosciute sin dall’antichità, conservano edifici e strutture termali di epoca ottocentesca, ristrutturati e trasformati in centri termali e benessere di lusso.

A una quindicina di chilometri dalla foresta del Buçaco ci sono anche le terme di Curia. Chi visita Curia e le sue strutture termali viene proiettato in un’atmosfera tipica della Belle époque, grazie alla presenza di eleganti edifici di inizio Novecento.

Un viaggio a Coimbra è un’ottima occasione per visitare la “Mata Nacional do Buçaco”.

(Visited 1.022 times, 1 visits today)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *